Home  ·  Contattaci  ·  NUOVO SITO WEB

Italiano



Consiglio Ecumenico delle Chiese (CEC) e Nuovo Ordine Mondiale

Il mondo e tutto quello che è in esso, la nostra forma di vita come individui e cittadini delle nazioni, le nostre famiglie, i nostri lavori, il nostro commercio e denaro, i nostri sistemi educativi, le nostre religioni e le nostre culture. Tutto radicalmente sarà distorto  per stabilire e mantenere un Nuovo Ordine Mondiale. 
Il proposito di questo Nuovo Ordine Mondiale è quello di creare una "Religione Mondiale." 
L'ultimo controllo dell'umanità nel campo religioso, político ed economico, è stato già pianificato dal CMI, Consiglio Mondiale di Chiese, in cooperazione coi governi leader del mondo e le Nazioni Unite. 
Il movimento ecumenico, le molte visite del papa a rappresentanti di governi, così come gli sforzi generali a livello mondiale per la Globalizzazione, confermano il piano.

Il Consiglio Ecumenico delle Chiese (CEC) è noto anche con il nome Concilio Mondiale delle Chiese (CMC) dalla denominazione inglese World Council of Churches (WCC) o come Concilio Mundial de Iglesias (CMI) dallo spagnolo. Useremo in questo scritto la sigla CMI per intendere il Concilio Mondiale delle Chiese o semplicemente l'ECUMENISMO Mondiale.
 
Quale obbiettivo si propone questo Organismo Mondiale?
 
Il Concilio Mondiale di Chiese, CMI (CEC), si costituì formalmente il 23 di Agosto di 1948 ad Amsterdam, Olanda. È composto di diversi rami di organizzazioni controllati dal CMI. La meta del CMI è unire tutte le religioni del mondo in una sola chiesa mondiale. Ma per riuscire ad unire insieme tutte le religioni del mondo, questi gruppi religiosi devono rinunciare a mantenere le dottrine che causano differenze, e che il punto centrale consiste nel mettere a fuoco quelle credenze che sono in comune. 
 
La politica del CMI stabilisce che nessuna chiesa individuale è un membro di essa, ma solo i rami, le diverse chiese che sono membri o soci delle filiali di varie organizzazioni sotto il controllo del CMI sono tecnicamente membri del CMI, come la CNI (Consiglio Nazionale delle Chiese).

Le Sue mete non sono solamente quelle di unire tutte le religioni in una, vanno oltre, include le stesse mete del Cattolicesimo, della Nuova Era, della Massoneria Libera, degli Illuminati, delle Nazioni Unite, ed altre organizzazioni sataniche, cioè quella di raggiungere un Nuovo Ordine Mondiale, con Lucifero come suo dio e leader. 
 
 
CHI FA PARTE DEL CONSIGLIO ECUMENICO DELLE CHIESE (CEC)?
Il CEC comprende la maggior parte delle chiese ortodosse, numerose chiese protestanti storiche (anglicane, battiste, luterane, metodiste, riformate) e diverse chiese indipendenti: una "comunione di chiese" riunite per promuovere il dialogo e la riconciliazione fra le diverse tradizioni cristiane. I membri fondatori del CEC provengono principalmente dall’Europa e dal Nord America ma oggi la maggior parte dei membri si trova in Africa, Asia, Caraibi, America Latina, Medio Oriente e Oceania. Fra le tradizioni cristiane che non fanno parte del CEC, ci sono la chiesa cattolica, la chiesa avventista e l’Esercito della Salvezza, che però sono membri di varie organizzazioni ecumeniche nazionali e regionali. L’Esercito della Salvezza ha relazioni fraterne con il CEC e il Vaticano collabora regolarmente con esso in diversi ambiti (principalmente tramite il gruppo di lavoro congiunto CEC-Chiesa Cattolica e tramite i membri cattolici della commissione Fede e Costituzione del CEC).

"In aggiunta alle relazioni delle chiese menzionate sopra nei concili regionali e nazionali, il CMI (CEC) ha relazioni di lavoro con molte Comunioni Mondiali Cristiane,
includendo il Concilio Consultativo Anglicano, l'Alleanza Mondiale Batista, il Concilio Consultativo Ecumenico dei Discepoli, il Comitato Mondiale di Amici per Consultazione, la Conferenza Generale degli Avventisti del Settimo Giorno, la Federazione Mondiale Luterana, la Conferenza Mondiale Menonita, l'Organizzazione Internazionale Cattolica Antica, il Sinodo Ecumenico Riformato, l'Esercito di Salvazione, l'Alleanza Mondiale di Chiese Riformate, la Convenzione Mondiale di Chiese di Cristo, la Fratellanza Evangelico Mondiale, ed il Concilio Metodista Mondiale." Directory of Christian Councils, p. 244.
 
L'OBBIETTIVO DEL CONSIGLIO NAZIONALE DELLE CHIESE (CNI) E' LO STESSO DEL CONSIGLIO ONDIALE DELLE CHIESE (CMI)? SI!!

Un'organizzazione che è uno dei rami principali del CMI è il Concilio Nazionale di Chiese (CNI). L'obiettivo del CNI è lo stesso che quello del CMI, poiché fu la leadership del Concilio Nacional/Federal di Chiese che formò il CMI nel 1948, (veda World Council of Churches: Religione or Revolution, di Hugh Moretón & N.W Hutchings, p. 3).
Per alcuni questo può essere difficile da credere, ma lo stesso CNI (organismo che dipende dal CMI ed ha lo stesso fine) dichiarò nelle sue raccomandazione, i punti da seguirsi al fine di riuscire nella pace mondiale:
 
"... Un governo mondiale...Limitazione forte ed immediata della sovranità nazionale. Controllo internazionale di tutti gli eserciti e marina. Un sistema di moneta universale. Libertà di immigrazione mondiale. Eliminazione progressiva di tutte le tariffe e quote restrittive nel commercio mondiale. Una banca internazionale controllata democraticamente...  Un nuovo ordine di vita economica è tanto imperativo come imminente, attraverso la cooperazione volontaria dentro il sistema della democrazia, o attraverso la rivoluzione politica esplosiva." Time Magazine, 16 Marzo 1942, pp. 44-48.
 


QUALE METODO AUSPICA Il CMI (CEC) PER OTTENERE UN GOVERNO MONDIALE?

UNA "rivoluzione politica esplosiva" nei paesi stabiliti, per seguire il suo piano per Una Chiesa Mondiale ed un Nuovo Ordine Mondiale!
 

Citiamo alcuni esempi: 
  
 
"Il CMI concedette circa $85,000 ad un gruppo terroristico Nazionalista Africano - Il Fronte Patriottico--che mantenne guerriglie armate in Rhodesia e Zimbabwe nel 1978 (vedere Seattle Times 25 Agosto di 1981). Quei terroristi assassinarono in quell'anno 1900 persone, includendo otto missionari britannici ed i suoi quattro bambini in Rhodesia" (vedere Reader's Digest Agosto di 1982).
 
"Nel 1974 il CMI contribuì alcune 6,355 sterline ai membri dell'organizzazione terroristica ZANU dell'Africa che fu responsabile del massacro di 87 civile rhodesiani" (vedere WCC: Religione or Revolution, p. 13).
Inoltre nel 1974 il CMI concedette 50,000 sterline britanniche a FRELIMO, un'altra forza di guerriglia marxista (vedere Ibíd p. 13).  
 
Poi quando il governo rhodesiano concluse l'accordo con quei gruppi terroristici, fu presentata questa dichiarazione dai suoi rappresentanti nella Conferenza di CMI nel Maggio del 1980 a Melbourne, Australia: "La nostra difficile vittoria per riuscire, non fu realizzata solamente dalla nostra determinazione. Fummo sostenuti e rafforzati dall'appoggio materiale, morale e spirituale accordatoci dal Concilio Mondiale di Chiese, e le sue chiese membra.”. American Opinión, Gennaio 1982, p. 4.
  
Il CMI (CEC) ha dato inoltre fondi al governo comunista del Vietnam del Nord, (vedere WCC: Religion or Revolution, p. 16), alla PLO di Cuba, ed ad altri movimenti totalitari pro sovietici (vedere Reader's Digest Gennaio di 1983, p. 120).
 
Diedero anche 823,000 dollari alla SWAPO in Namibia, un'organizzazione appoggiata dai comunisti (vedere WCC: Religione or Revolution, p. 28; American Opinión, Gennaio 1982, p. 2).  
          
Come possiamo chiaramente vedere le Chiese, il CMI includendo il CNI ed altre organizzazioni di rami minori, non stanno lavorando per Dio, ma stanno definitivamente operando contro di Lui! Essi sono in completa unione col nemico di Dio, promuovendo la meta di Lucifero cioè quello di diventare il dio e leader del Nuovo Ordine Mondiale. Nessuna chiesa di Dio deve essere connessa al CMI/CNI, sia lavorando, sia appoggiando a questi. La Chiesa Avventista è presente come osservatrice nel CMI, ed è membro effettivo del CONSIGLIO NAZIONALE DELLE CHIESE, che fa parte del CONSIGLIO MONDIALE DELLA CHIESE.
  
Da dove proviene il denaro col quale il CMI paga ed appoggia l'obiettivo di Lucifero di una Chiesa Mondiale ed un Nuovo Ordine Mondiale includendo attività terroristiche per raggiungere questo fine?
  
"La domanda sorge ovvia: Da dove proviene il denaro [per finanziare il CMI (CEC)]? La risposta è: Proviene da lei. Proviene da lei se mette il suo denaro nel piatto delle collette di una chiesa che fa parte di una denominazione che appartiene al Concilio Nazionale di Chiese. Il denaro proviene dalla sua chiesa alla denominazione del Concilio Nazionale, ed al Concilio Mondiale." American Opinión, Gennaio di 1982, p. 12.
 
Pertanto, qualunque chiesa che dà aiuto finanziario o altro appoggio al CMI (CEC), o a chiunque dei suoi rami organizzati, è colpevole di appoggiare il movimento verso una Chiesa Mondiale, un Nuovo Ordine Mondiale, disperdere nel comunismo il sostegno di gruppi terroristici, ed il massacro di persone innocenti e cristiani! E non solamente la chiesa stessa sarà responsabile, ma tutti ed ognuno dei suoi membri corporativi di quella chiesa saranno anche colpevoli!
 
COSA DICHIARA INVECE IL CMI (CEC) E IL CNI QUANDO SORGE UNA PERSECUZIONE ED ECCIDI? 
 Ecumenismo > notizia dello 02/11/2010 16.15.16
Il Consiglio ecumenico delle Chiese: l’attacco anticristiano in Iraq è un criminale atto di terrore
''Il Consiglio ecumenico delle Chiese (Cec) condanna fortemente il criminale atto di terrore che si è verificato domenica nella chiesa Sayidat al-Najat a Bagdad''... Piu' in generale, Tveit ha tenuto a precisare come il Cec sia ''profondamente turbato dalle continue sofferenze cui sono sottoposti i cristiani in Iraq'', e come si senta per questo profondamente vicino a ''tutte le Chiese che, attraversando tempi turbolenti e di prova, testimoniano dell'amore e della pace di Dio in Gesu' Cristo anche in mezzo all'odio e all'aggressione''. 
Per continuare l'articolo http://www.radiovaticana.org/it1/Articolo.asp?c=435832
 
QUAL'E' IL RUOLO DELLA CHIESA AVVENTISTA?
Nell'anno 1959, la chiesa Avventista inviò un totale di $6,700 per il sostegno del Concilio Nazionale di Chiese (ver Carta del Concilio Nacional de Iglesias, 29 de Enero de 1960, Donald F. Landwer, Secretario General Asistente de Finanzas [del CNI]). 
Nel 1969, essi diedero un totale di $5,950 per il sostegno del CNI (ver Carta del Concilio Nacional de Iglesias, 7 de Abril de 1970, Constant H. Jacquet, Director de la Biblioteca de Investigaciones
Nel 1984 la Chiesa Avventista ammise di avere dato $8,000 ai Concili Nazionale e Mondiale di Chiese, e dopo dichiarò: 
In realtà, questo è quello che sta succedendo negli ultimi anni." Carta de la Asociación General de los Adventistas del Séptimo Día, 13 de Junio de 1985, Mitchell A. Tyner, Esq.     
Questo significa che la chiesa Avventista ed i suoi membri [anche inconsapevoli] sono colpevoli di appoggiare la promozione di mete verso una Chiesa Mondiale e un Nuovo Ordine Mondiale, di espandere il comunismo, il terrorismo, e di aiutare ad ammazzare gente innocenti.
 
"Gli Avventisti del Settimo Giorno e i rappresentanti del Concilio Mondiale di Chiese si riunirono col presidente dell' unione per discutere il tema degli Avventisti del Settimo Giorno come membri del CMI. La preparazione dell'accoglienza si sta portando ora a termine a livello locale e nazionale. Il dialogo a livello superiore fu diretto da Lucas Vischer, segretario della Commissione di Fede ed Ordine, ed il Dr. B.B Beach degli Avventisti del Settimo Giorno. I leader del CMI sono particolarmente ansiosi di includere nelle attività mondiali gli Avventiste del Settimo Giorno”. Christian Beacon, vol. 37, #47, 28 Dicembre di 1972.
 
Chiesa mondiale: nel 2010  missionario avventista entra a far parte del gruppo di
pianificazione di Edimburgo
 
Era il 1910 a Edimburgo, in Scozia. Il tema era la missione. "Edinburgh 1910", come ora sappiamo l'evento fu la prima conferenza missionaria mondiale che fu rappresentata dalla maggior parte delle confessioni religiose. Questa conferenza ha portato, tra le altre cose, la formazione del Consiglio Mondiale delle Chiese.
Cent'anni dopo:  il Consiglio Ecumenico delle Chiese sta pianificando " Edimburgo 2010" e Jon
Dybdahl fino a poco tempo fa rettore di Walla Walla College (WWC), è l’unico avventista rappresentato
nella Commissione di pianificazione. La chiesa mondiale nominò Dybdahl dietro richiesta alla Chiesa Avventista di partecipare all’evento.
Edimburgo 2010 è il centro di proposte di un nuovo ciclo internazionale di iniziative ed eventi che cercano di trovare una direzione per la missione cristiana nel ventunesimo secolo.
"Sono entusiasta di essere invitato a far parte di questo progetto", dice Dybdahl. "Sono curioso di vedere cosa succederà questa volta."
Dybdahl ha detto che la conferenza non è concentrata sulla Scozia, ma terrà conto anche di incontri ed eventi in tutto il mondo via satellite. Sarà davvero una conferenza globale ", dice lui, e tutte le principali denominazioni protestanti sono rappresentati.
"Penso che sia fantastico che gli avventisti siano invitati a far parte della pianificazione", ha detto Dybdahl. "Ci sarà un'ampia partecipazione nella pianificazione delle sessioni e molte idee e prospettive diverse”.
In tutto il mondo ci sono circa 980 non-volontari missionari avventisti, rendendo la Chiesa Avventista uno degli sponsor principali dei missionari internazionali.
Dybdahl ha detto che si sente onorato di rappresentare la missione della Chiesa avventista. E sa di cosa parla. Come figlio di missionari, ha studiato all’accademia del lontano Oriente a Singapore. Dopo aver completato gli studi teologici presso Andrews University, si trasferisce con la famiglia in Thailandia, dove ha lavorato come pastore ed evangelista, fondò l’Academia Chiang Mai prima di trascorrere due anni presso il Colegio de la Uniòn de Sudeste Asiàtico. Più tardi, ha insegnato per 13 anni alla WWC, per tornare in Thailandia e aiutare a finanziare il Collegio della Missione. In seguito si trasferì a Andrews University, dove ha contribuito a formare missionari avventisti.
Dybdahl sarà presente alla prossima riunione di pianificazione tra il 4 e 5 luglio a Edimburgo. Il 31 agosto, lascerà la carica di presidente della WWC, dopo 40 anni di servizio alla Chiesa.
Washington US
Kristi Spurgeon / ANN Staff
 
Come considera Dio il Suo popolo?

"Sì, tu sei un popolo consacrato al Signore, il Signore tuo Dio ti ha scelto per essere un popolo speciale, più di tutte le persone che sono sulla terra ... "Oggi il Signore ha detto che siete il suo popolo, il suo possesso esclusivo, come ha promesso a te, per osservare tutti i suoi Comandamenti così ti possa innalzare al di sopra di tutte le nazioni che ha fatto per lode e fama e gloria, e tu  possa essere un popolo consacrato al Signore tuo Dio, come Egli ha detto. " Deuteronomio 7:6 e 26:18-19.
La stessa chiesa Avventista aveva dichiarato:
La pietra d'intoppo dello sforzo ecumenico arrivò con la creazione del Concilio Mondiale di Chiese... 
"
In base alle profezie della Bibbia ed agli scritti di Elena G. White, gli Avventisti del Settimo Giorno hanno anticipato il successo del movimento ecumenico nell'eliminare le divisioni del protestantesimo e riunire la cristianità salvando l'abisso di separazione che divide le confessioni non cattoliche da Roma.Il movimento ecumenico farà allora uno sforzo combinato per unire il mondo ed assicurare la pace e sicurezza universale, unendosi col potere del governo in una crociata universale politico-religiosa per eliminare i dissidenti. Gli Avventisti del Settimo Giorno hanno visto in questa crociata come la grande apostasia, alla quale il profeta Giovanni si riferì come ` Babilonia la Grande'. Essi capiscono inoltre che prima della seconda venuta di Cristo con potere e gloria, l'ultimo messaggio di misericordia di Dio per il mondo consisterà in un avvertimento contro questo gran movimento apostata, ed a richiamare tutti quelli che vogliano rimanere fedeli a Lui a che si separino dalle chiese connesse a questo movimento.”. SDA Encyclopedia, vol. 10 of the Bible Comentary Reference Series, pp. 410-411.  
In che condizioni si trova la Chiesa Avventista ai giorni nostri?

«È caduta, è caduta Babilonia la grande ed è diventata dimora di demòni, un covo di ogni spirito immondo, un covo di ogni uccello impuro e abominevole e un covo di ogni bestia immonda e abominevole. Perché tutte le nazioni [e tutte le chiese - vedere Commento Biblico Avventista, vol. 7, p. 990, col. 2] hanno bevuto il vino della sua sfrenata prostituzione, i re della terra si sono prostituiti con essa e i mercanti della terra si sono arricchiti del suo lusso sfrenato». Poi udii un'altra voce dal cielo:«Uscite, o popolo mio, da Babilonia per non associarvi ai suoi peccati e non ricevere parte dei suoi flagelli. Perché i suoi peccati si sono accumulati fino al cielo e Dio si è ricordato delle sue iniquità." Apocalisse 18: 1-5.
L'ultima chiamata di misericordia rivela ad ogni membro che tutte le chiese sono connesse con Babilonia la Grande, (Roma, il protestantesimo apostata, la chiesa Avventista del Settimo Giorno, il CNI/CMI, le religioni spiritistiche). Se rimangono come membri, saranno partecipi dei suoi peccati, e riceveranno le piaghe. L'unica strada che Dio ha preparato affinché il Suo popolo vi cammini, evitando di essere trovati colpevoli dei loro peccati ed essere distrutti insieme con le chiese apostata, è separarsi completamente dalla connessione come membri di chiesa, ed essere invece connessi a Gesù Cristo ed essere partecipe della Sua grazia e giustizia, ed allora avremo la sicurezza della vita eterna.

L’Ecumenismo è uno “strumento” del Nuovo Ordine Mondiale. Osservando la situazione nella sua nuda realtà si giunge persino a pensare che… A questo punto ci si deve preparare ad un nuovo periodo nelle CATACOMBE per i Cristiani, per quelli che rimarranno fedeli alla verità, forse addirittura traditi in gran parte da coloro che sono alla guida delle Chiese. Ognuno di noi deve fare, quindi, una scelta: stare dalla parte dei fedeli oppure preferire l’amore del mondo?

Chiese membro del CEC e consigli cristiano: profili delle relazioni ecumeniche

Questa sezione si basa sul
Manuale delle Chiese e consigli (consigli di chiese e manuale), pubblicato nel 2006 dal Consiglio Mondiale delle Chiese (in inglese).

Questo database di azioni di conoscenza di una vasta gamma di dati circa le chiese e le agenzie confessionali e del Consiglio relative al MIC (statistiche appartenenza delle chiese, tante chiese, congregazioni, i pastori, link, ecc.) E le informazioni sulle diverse regioni e paesi che rappresentano.

Per un elenco di tutte le chiese membro del CEC, clicca qui. 

Introduzione al documento del CEC "Gloria a Dio e pace sulla terra".
Si tratta del “documento preparatorio per una Dichiarazione ecumenica sulla pace giusta”, approntato dal Consiglio Ecumenico delle Chiese (CEC = WCC in sigla inglese) in vista della Convocazione internazionale ecumenica sulla pace (JEPC in sigla inglese), che si terrà a Kingston, in Giamaica, dal 17 al 25 maggio 2011…
Nel Nuovo Testamento, è il Dio che ha mandato sulla terra il Verbo e lo Spirito Santo: di qui l’interpretazione, da parte della chiesa primitiva, di Dio come Santissima Trinità, con la perichoresis, cioè l’eterna e dinamica interrelazione fra Padre, Figlio e Spirito Santo, che rivela l’unità del divino, pervade tutto e tiene insieme le diversità (§ 22). Le diversità all’interno della bellezza del creato riflettono dunque l’interrelazione (perichoresis) delle tre Persone che formano la Trinità: è tale relazione che conduce alla pace (§ 24).
L’oikos del mondo e della Chiesa trova allora il suo significato e il suo scopo nella perichoresis trinitaria: un abbraccio d’amore, pace e bellezza. Costruire la pace è la partecipazione umana alla danza eterna della perichoresis, così che l’oikos sia specchio della Trinità (§ 25).
Ne consegue che:
- la natura trinitaria di Dio consegna al creato un impegno alla pienezza e alla comunione nelle diversità… Le chiese rispondono: il Decennio per superare la violenza
Si ripercorrono le tappe del percorso del CEC contro violenza, ingiustizia e degrado ambientale (vd. Premessa
)… C’è una violenza “strutturale” o “sistemica”, che si sviluppa dentro la globalizzazione economica…
L’indifferenza verso l’inquinamento, verso l’assoldamento e la prostituzione minorili, verso le guerre dimenticate dai media è una struttura subdola di inimicizia (§ 41).
Ci può essere un’etica che superi queste molteplici inimicizie? … da una parte apprezziamo gli sforzi dei costruttori di pace nella quotidianità e nell’umiltà, dall’altra
ci preoccupiamo per la catastrofe ambientale incombente, per le guerre di accesso alle risorse, per la fame dilagante, per la minaccia di un disastro nucleare totale (§ 43).
Come si comportano le chiese davanti a queste emergenze?...
Creazione del Verbo e dello Spirito, la Chiesa partecipa alla loro missione di portare tutto il creato alla comunione con il Dio trinitario. Secondo il documento della Commissione Fede e Costituzione del CEC “la Chiesa esiste [...] per servire la riconciliazione dell’umanità” (§ 47). 
La Chiesa è dunque “segno e strumento dell’intenzione e del progetto di Dio per il mondo intero”: è segno profetico che rinvia alla missio Dei, ed è strumento di Dio, secondo il ministero di riconciliazione affidatole da Cristo (2 Cor 5,18). La Chiesa è allo stesso tempo mysterion, sacramento: sacramento del mondo nel sostenere la speranza escatologica in un disegno divino riconciliatore, e sacramento della presenza divina nel mondo (§ 48).
La Chiesa è anche casa (oikos) di Dio, e specchio dei
rapporti armoniosi fra le Persone trinitarie (vd. cap. 1). I cristiani riconoscono la loro lontananza dalla realizzazione della comunione fra di loro e con la Trinità, e in spirito di pentimento dovrebbero cercare nuovamente di avvicinarsi al destino cui sono chiamati (§ 49)… La Chiesa è essenzialmente sacramento: sacramento della Trinità, cioè del Creatore che invia il Verbo e lo Spirito nel mondo, e del Dio che riconcilia il mondo tramite l’azione di Cristo e dello Spirito. Questo elemento fondamentale è rappresentato e ri-presentato nella liturgia, soprattutto nella celebrazione dell’Eucaristia. La liturgia è memoria di quanto Dio ha già fatto per noi, e annuncio della speranza escatologica; è un atto rituale che ci rende partecipi della vita trinitaria, inizio e fine della pace vera…Differenti tradizioni, un cammino comune
Nessuno può essere integro in un mondo frammentato; per questo costruire pace e istituzioni giuste in un ordine giusto è necessario quanto l’educazione spirituale, dal momento che le istituzioni politiche, i sistemi e i modi di vivere ci formano e condizionano la nostra immaginazione e i nostri sentimenti: i mondi che noi abitiamo abitano dentro di noi (§ 106).
L’ordine economico ha sempre cambiato l’assetto del pianeta e dei suoi popoli: si pensi alla rivoluzione industriale e alla recente globalizzazione; ecco perché il programma AGAPE (Globalizzazione alternativa rivolta ai popoli e alla terra) del CEC richiede una visione dell’oikoumene che stimoli il movimento ecumenico a contribuire al superamento dell’impensabile disuguaglianza entro la comunità umana e fra gli esseri umani e il resto della comunità vivente. AGAPE propone che pace economica ed ecologica e giustizia siano affrontate insieme, con la massima partecipazione a tutti i livelli: solo così si avrà una vera “economia di vita” (§ 107).
Il processo AGAPE fa parte della consapevolezza mondiale del momento storico critico che stiamo vivendo (§ 108)…
Dopo la seconda guerra mondiale i diritti umani, la crescita economica e l’avanzamento di libertà e sicurezza nella democrazia furono i grandi ideali che guidarono l’immaginazione e le attività di molti popoli. Tali ideali da una parte operavano in contrasto tra loro e peggioravano le condizioni di molti, dall’altra hanno portato benefici a milioni, forse miliardi di persone: nel bene e nel male, queste idee hanno informato il mondo degli ultimi 60 anni e hanno condotto all’attuale kairòs, un momento decisivo in cui ci troviamo a fronteggiare un pianeta surriscaldato e sovraffollato e iniziamo a porre finalmente ascolto ai bisogni degli strati sociali che ci condannano (§ 109).
Davanti a cambiamenti tanto drammatici la pace, la sicurezza, la crescita economica sostenibile, i diritti umani si possono garantire solo rivolgendo nuova attenzione ai quattro elementi: terra (il terreno), aria, fuoco (l’energia) e acqua.
Una pace giusta può essere raggiunta solo sviluppando un’energia pulita, mitigando gli effetti del cambiamento climatico, opponendosi al crimine dell’estinzione e della perdita dell’indispensabile biodiversità: occorre creare strutture politiche, economiche e sociali che guardino alla terra come al miracolo permanente che ci dà vita e ci nutre. Le passate tradizioni di giustizia e pace non hanno considerato essenziale l’elemento ecologico: ora è necessario farlo (§ 110)…

 

La lettera che segue è stata inviata dal Presidente Obama alla chiesa Avventista, letta dal presidente Ted Wilson nella Conferenza Generale Avventista: 
12 abril, 2011

Anti_20Smoking_20246.jpgInvio i miei saluti a coloro che parteciperanno alla 59ª Sessione della Conferenza Generale degli Avventista del Settimo Giorno.  
Nel corso della storia, la fede ha plasmato le nostre filosofie, le nostre prospettive, e le nostre vite. Ci ha aiutati a trovare la visione per vedere il mondo così com'è, e la forza per affrontare le questioni più provocatorie del nostro tempo. Ci unisce anche per nutrire l'affamato, consolare gli afflitti, portare pace dove c'è conflitto, e risollevare quelli che sono caduti in disgrazia. Mentre affrontiamo le sfide ed opportunità di questo momento unico nella storia, che la fede ci muova ad unirci in una causa comune di servire i nostri fratelli e sorelle. È il mio desiderio mentre si riuniscono in questa occasione speciale. Ricordo loro la verità intrinseca che ognuno di noi ha il potere di creare un mondo migliore per noi stessi ed i nostri figli, quando realizziamo qui l'opera di Dio nella Terra.  
Auguro loro tutto il meglio per questo evento meraviglioso.  
Barak Obama.
Presidente degli Stati Uniti d'America.

Barak Obama parla di "pace" di "cambiamento" e di "unirsi per una causa comune". Questo è l'inizio della fine, vedremo presto come gli Stati Uniti che all'inizio parlano alla Chiesa Avventista  del Settimo Giorno come un agnello, poi parleranno come un dragone per imporre le leggi dello Stato per ottenere la sottomissione di chi osa "contrastare l'agenda globale", la grande domanda di milioni che rimane è, perché il Presidente ha chiesto questo solo alla Chiesa Avventista del Settimo Giorno? Sicuramente perché le altre confessioni religiose più importanti degli Stati Uniti sono allineati e pronti a eseguire il grande inganno a ricevere Satana, quando impersona Gesù Cristo e viene sulla terra benedicendo e sanando, questo falso Cristo sponsorizzato dal papato nelle sue proprie false profezie infiltrate dagli stessi gesuiti, finanziati dal dragone Giudeo-Fariseo moderno che domina l'economia americana e del mondo, infatti il papato e il protestantesimo (immagine del papato) riceveranno il potere dalla bestia che sale dalla terra (Ap. 13:12-15). La Chiesa Avventista è stata inclusa nell'agenda mondiale della globalizzazione.
 

4757550001_bed73b6008_b__medium.jpgInfine il pastore Ted N.C. Wilson, aggiunse alcune parole di ringraziamento riguardo il rispetto della Libertà Religiosa nei seguenti termini: 

"Voglio approfittare di questa opportunità per ringraziare il governo degli Stati Uniti e molti altri governi del mondo per la sua difesa della libertà religiosa, libertà di coscienza. Grazie a Dio per la libertà religiosa". 

Nel sermone che Wilson pronunciò il 3 di Luglio del 2010 egli consigliò di provare tutto con la Parola di Dio e gli scritti di Elena di White e che non dobbiamo condividere le mega chiese né i movimenti ecumenici della chiesa emergente. Consigliò anche che dobbiamo fidarci di "pastori, evangelisti, erudito biblici, dirigenti e direttori dipartimentali (!!!) che sono umili e che provvedono metodi e programmi evangelístici basati su solidi principi biblici e del "Gran Conflitto". 

<<Beato l'uomo che ripone nell'Eterno la sua fiducia e non si rivolge ai superbi, né a quelli che si sviano dietro alla menzogna>> Salmo 40:4.
 
La chiesa si trova in grande difficoltà. Non cancella quelli che continuano a promuovere le idee ecumeniche della chiesa emergente, e così via. Alla Chiesa Avventista del Settimo Giorno piace parlare di quelli che sono "in buona regola" con la chiesa. Disgraziatamente, agli occhi di Dio, quella "regola" non è necessariamente "buona". Molti nella chiesa dicono che non dobbiamo tentare di correggere i problemi, bensì di lasciarli a Dio. Tuttavia, se gli individui diventano negligente nella soluzione dei problemi, saranno ritenuti responsabili. Dove sono i dirigenti umili che insegnano la verità per il nostro tempo? Esprime la realtà della chiesa il quadro idilliaco esposto dal presidente Wilson? Cosa dice lo spirito di profezia? Il proponimento di non fare parte dell'ecumenismo, predicato da Wilson, è la regola della Chiesa Avventista? E' possibile che il Presidente della Chiesa Mondiale Avventista non sappia la reale condizione della Chiesa Avventista e non richiami ai responsabili a TORNARE INDIETRO, ai "SENTIERI ANTICHI" ( Geremia 6:16) invita invece ad ascoltare e a fidarci di "pastori, evangelisti, erudito biblici, dirigenti e direttori dipartimentali (!!!)anziché studiare personalmente la Bibbia per raggiungere la personale salvezza!
Il preoccupante assillo del problema della "libertà religiosa" avanzato dalla Chiesa Avventista, annulla lo Spirito di Profezia e le parole di Gesù che avvertono che il prezzo della Verità è la persecuzione che si erge per ABBATTERE la Verità. Come mai non sanno queste cose i dirigenti mondiali?
Quando mai la Chiesa Avventista progetta di predicare il Messaggio del Terzo Angelo che denuncia le malefatte del papato e del dragone? Quale persecuzione si sta abbattendo sulla Chiesa Avventista Mondiale per amore della Verità?

<<Beati coloro che sono perseguitati a causa della giustizia, perché di loro è il regno dei cieli. Beati sarete voi, quando vi insulteranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro di voi ogni sorta di male per causa mia. Rallegratevi e giubilate, perché il vostro premio è grande nei cieli, poiché così hanno perseguitato i profeti che furono prima di voi» Matteo 5:10-12.
"La libertà di coscienza, che è costata tanti sacrifici, non sarà più rispettata,. Nell'imminente conflitto, si adempiranno le parole profetiche: <<Il dragone allora si adirò contro la donna e se ne andò a far guerra col resto della progenie di lei, che custodisce i comandamenti di Dio ed ha la testimonianza di Gesù Cristo>> Apocalisse 12:17" - GC, (592).
<<La rettitudine si è allontanata e la giustizia è rimasta lontana, perché la verità è venuta meno sulla piazza e l'equità non può entrarvi. Così la verità è scomparsa, e chi si ritrae dal male si rende una facile preda. L'Eterno ha visto questo e gli è dispiaciuto che non vi sia più rettitudine>> Isaia 59:14,15.

Wilson ha chiesto che si formasse un comitato di ravvivamento e riforma, in molti dei fedeli nella Chiesa Avventista albergava la speranza che, finalmente, si facesse qualcosa per correggere l'apostasia nella chiesa. Come possiamo vedere di seguito nei dati, non appaiono i cambiamenti dovuti. Dà molta tristezza che le idee della chiesa emergente ecumenica segua ad aumentare con passo rapido.


La risposta della Chiesa Avventista Mondiale all'invito del Presidente Obama: 

La Chiesa avventista e OPS firmato accordo di cooperazione

Appello dei leader per aumentare gli accordi tra la chiesa e le organizzazioni sanitarie

3 Agosto 2011, Silver Spring, Maryland, Stati Uniti
Ansel Oliver / ANN

I leader avventisti hanno invitato ieri ad aumentare la collaborazione con i governi locali e funzionari della sanità.

Pastore Ted NC Wilson, presidente della Chiesa avventista a livello mondiale, e Mirta Roses, direttore della Organizzazione Panamericana della Salute ha firmato un accordo di collaborazione tra la Chiesa e questa organizzazione per le iniziative di salute pubblica. La cerimonia ha avuto luogo Martedì 26 luglio presso la sede della Chiesa avventista. [Foto: Ansel Oliver]

OPS-246.jpg

La richiesta è giunta nel corso di una cerimonia in cui i principi della chiesa e la Pan American Health Organization ha firmato un accordo di collaborazione per la realizzazione di progetti sanitari in tutto il continente americano.

L'accordo menziona l'obiettivo comune di migliorare la promozione della salute, rafforzare le strategie di prevenzione e controllo a livello locale e contribuirà al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio delle Nazioni Unite.

Questo sviluppo arriva dopo diversi anni in cui la chiesa ha cercato di aumentare il lavoro la salute della denominazione. Da parte sua, OPS cerca di rafforzare il suo lavoro con le organizzazioni religiose. La Chiesa avventista ha storicamente evidenziato pratiche salutari come parte di una vita cristiana di fede e di servizio.

"Sarà un grande privilegio per noi collaborare per migliorare la qualità della vita di migliaia di persone", ha detto Ted Wilson, presidente della Chiesa avventista mondiale.

Dott. Mirta Roses, PAHO direttore, ha dichiarato: "Penso che questo tipo di accordo formale sarà davvero avere un impatto".

Periago detto che l'organizzazione ha stretto una partnership informale per le organizzazioni avventista decenni, tra cui Adra, scuole per infermieri e volontari provenienti dalle chiese. PAHO, parte del sistema delle Nazioni Unite, è il braccio regionale dell'OMS e lavora in 35 paesi dell'emisfero occidentale. I leader di salute avventista ha detto che la cerimonia di ieri dimostra che la Chiesa è impegnata a collaborare con agenzie sanitarie fuori dalla chiesa per il bene della comunità. "Spero che la chiesa ei suoi membri rispondere positivamente a questo appello", ha dichiarato il Dr. Allan Questi dovrebbero, direttore dei Ministeri della Salute della Chiesa avventista a livello mondiale. "Questo aiuterà posto della chiesa nella sfera pubblica. Serviamo le nostre comunità e per ricevere il riconoscimento per questo."

Riunione annuale di esperti per studiare l'influenza del secolarismo sulla libertà religiosa

Tratta le sfumature dei problemi religiosa contemporanea

31 agosto 2011, Silver Spring, Maryland, Stati Uniti d'America
Bettina Krause / dell'Irla / ANN

Nei prossimi anni, i gruppi religiosi devono analizzare l'impatto del secolarismo sulla libertà religiosa, in particolare le minoranze religiose, giuristi e accademici previsto la scorsa settimana.

Greg Smith, il procuratore generale del New South Wales (a sinistra), parla con Ken Vogel, segretario generale della dell'Irla nel Pacifico del Sud, e Delbert Baker, vice presidente della Chiesa avventista a livello mondiale. Questi erano alcuni degli esperti e studiosi che si sono incontrati in Australia la settimana scorsa per esplorare come i valori laici hanno un impatto sulla libertà religiosa. [Foto per gentile concessione della SPD]

australia_IRLA246.jpg

"C'è una paura diffusa che i valori laici stanno minando il ruolo della religione nella società", ha dichiarato Leslie Dwayne, segretario generale della dell'Irla, l'organizzazione che ha sponsorizzato una riunione di esperti a Sydney, Australia. "Ma la verità è molto più sfumata".

Leslie ha detto che nel mondo, la libertà religiosa è più forte nei paesi in cui i governi si basano su principi secolari, e dove la religione è esclusa dalla sfera politica. "Basta guardare le notizie di confrontare il livello di pace, sicurezza e libertà di cui gode 'laica' delle imprese in contrasto con stile country governo teocratico," ha detto, "ed è facile capire che la laicità può effettivamente essere un amico della libertà religiosa ".

Tuttavia, Leslie ha riconosciuto che c'è un punto in cui i valori laici può cominciare ad esprimere ostilità verso la religione, e specialmente contro le minoranze religiose. "E 'un trend di crescita che abbiamo bisogno di guardare da vicino", ha detto, notando una recente legge francese che vieta l'uso pubblico del velo come un esempio di uno Stato che fa appello al concetto di "laicità" per limitare effettivamente espressione religiosa.

Il 13 ° Meeting di esperti del dell'Irla, tenutosi presso la Facoltà di Giurisprudenza, Università di Sydney, ha attirato 27 sostenitori della libertà religiosa e studiosi provenienti da dodici paesi. Secondo John Graz, segretario generale della dell'Irla, questi forum annuale di riunire alcuni degli studiosi e professionisti del mondo in questo campo.

Greg Smith, il procuratore generale del New South Wales, rivolto ai delegati, presentando una panoramica della storia della Costituzione dell'Australia, in particolare le disposizioni relative alla libertà religiosa.

"Oserei dire che in Australia l'attenzione sulla prospettiva laica", ha detto Ken Vogel, segretario generale della dell'Irla nel Pacifico del Sud, "ma c'è la possibilità che la voce in avanti in modo che non solo sentito ma anche rifiutare la prospettiva religiosa. "

L'incontro è stato un gusto agrodolce ad amici e colleghi Karel Nowak, segretario generale della dell'Irla in Euro-Africa regione. Nowak è morto in Australia il 19 agosto, ore prima dell'inizio della riunione.

Il dell'Irla è stata fondata nel 1893, diventando così il più antica organizzazione in difesa della libertà religiosa. Ha tredici uffici regionali e associazioni nazionali in oltre ottanta paesi. Oltre a questi incontri annuali, festival e dell'Irla sponsor forum regionali, e ogni cinque anni un congresso mondiale, che attrae un insieme internazionale di studiosi, professionisti legali, funzionari del governo e difensori dei diritti umani.

Dal 24 al 26 aprile del prossimo anno si terrà il settimo Congresso Mondiale della dell'Irla a Punta Cana, Repubblica Dominicana.  

Nuovo collegamento viene scelto per la Chiesa avventista con le Nazioni Unite

Ex direttore di centri di formazione missionaria anche contribuire alla dell'Irla

18 agosto 2011, Silver Spring, Maryland, Stati Uniti d'America
Bettina Krause / dell'Irla / ANN

La Chiesa avventista ha scelto Ganoune Diop, che è un teologo e linguista, come la sua nuova voce nelle Nazioni Unite.

 

 

 

Ganoune-210.jpg


 

Diop, di origine senegalese, si terrà questo mese come direttore associato di Relazioni Pubbliche e della Libertà Religiosa (Parl) del nome, che rappresentano la Chiesa delle Nazioni Unite a Ginevra e New York.
Anche contribuire al lavoro del reparto con l'International Religious Liberty Association.

Diop è un, amministratore studioso e musicista che ha vissuto e lavorato in tre continenti. In questo nuovo lavoro sostituisce Barry Bussey, che ha lavorato in carica dal 2008, ma all'inizio di quest'anno si trasferì in una nuova posizione in Canada.

 

"L'esperienza interculturale, l'educazione e desiderio di servire la chiesa di Dr. Diop fa è altamente qualificato per le loro nuove responsabilità", ha affermato John Graz, direttore del PARL.

 

Diop ha lavorato come pastore della chiesa, direttore della Scuola del Sabato, a livello di associazione, docente di lingue bibliche, l'esegesi e teologia presso l'Università avventista Saleve, in Francia, e più tardi alla Southern Adventist University e Oakwood University negli Stati Uniti . Il suo più recente, è stato direttore dei cinque Centri di Studi di Office Missione Globale della Missione avventista.

Diop ha un master e un dottorato in filologia nel Vecchio Testamento. Nel 2008 ha detto ANN che sente a suo agio nel parlare in dieci lingue diverse.

Diop ha detto un degli obiettivi principali del suo nuovo ruolo sarà quello di "spiegare ai rappresentanti delle nazioni che beneficiano di avventisti che vivono nei loro paesi liberamente praticare la loro religione e stile di vita".

"I nostri servizi vari per l'umanità - le istituzioni sanitarie, l'educazione, le organizzazioni a sostegno dei diritti umani, agenzie umanitarie e di sviluppo - tutte queste cose cercare di migliorare la qualità della vita delle comunità," ha detto.

Diop ha detto che nel suo lavoro basato i suoi principi l'esempio di Cristo. "Gesù ha mostrato nella sua vita e gli insegnamenti che è stato certamente un diplomatico," dice. "Per esempio, non costringerli ad accettare, ma per mezzo di chiamate, dialoghi, conversazioni, negoziati basati sul rispetto della dignità umana, i loro valori condivisi. Appello ai valori più profondi inscritti negli esseri umani creati la sua immagine. " Delbert Baker, vicepresidente generale della Chiesa mondiale, che è anche consigliere del PARL, dice Diop funzione incorporata in un unico insieme di abilità diplomatica internazionale della chiesa. "Diop porta un profondo impegno per la loro fede e una ricchezza di esperienza per questo ruolo chiave del portavoce della chiesa in ambito internazionale", ha detto Baker. FONTE
 

I leader avventisti, preoccupati ma non sorpresi dalle differenze nelle questioni della libertà religiosa

La ricerca dice che la Cina, l'Iran, l'Uzbekistan e l'Egitto sono i governi più restrittivi

31 agosto 2011, Silver Spring, Maryland, Stati Uniti d'America

Bettina Krause / dell'Irla / ANN
 

La "previsione" sulla libertà religiosa è scoraggiante per i 2.200 milioni di persone che soffrono discriminazioni e persecuzioni per la loro fede, secondo i risultati di un recente studio di Pew organizzazione di ricerca.

 

Dwayne Leslie, legano la Chiesa avventista nel Congresso degli Stati Uniti, ha detto che la nuova ricerca sottolinea come vulnerabili possono essere parrocchiani in paesi senza una tradizione di libertà religiosa. Nella foto a una manifestazione della libertà religiosa nel mese di aprile. [ANN file di foto]

leslie-199.jpg


 

 

Lo studio, pubblicato all'inizio di questo mese, i rapporti e dati analizzati tra il 2006 e il 2009 individua le tendenze più recenti del livello di repressione e di protezione religiosa in molti paesi. I risultati mostrano che coloro che soffrono per la loro fede non si vedrebbero alleviati in un prossimo futuro. Infatti, in molti paesi la situazione sembra peggiorare.

 

John Graz, direttore degli affari pubblici e libertà religiosa della Chiesa avventista, ha detto che i risultati dello studio sono preoccupanti ma non sorprendenti. "La ricerca dimostra che coloro che sono liberi godono di maggiore libertà, ma la situazione di quelli che soffrono restrizioni sta peggiorando".

 

Cina, Iran, Uzbekistan e l'Egitto sono in cima alla lista dei paesi i cui governi limitano la libertà religiosa. Lo studio ha anche analizzato il "bullismo sociale" delle minoranze religiose, e ha citato la Cina, Nigeria, Regno Unito, Russia e Svezia, paesi in cui negli ultimi tempi ha prodotto il maggior incremento di atti di violenza motivati ​​da odio religioso.

 

Graz ha detto che queste tendenze sono supportati dal lavoro quotidiano dei capi dipartimento, che è responsabile della tenuta della documentazione e rispondere ai problemi della libertà religiosa per conto della chiesa avventista mondiale.

 

"Negli ultimi mesi abbiamo assistito alla cancellazione di molte organizzazioni religiose in Ungheria - inclusa la Chiesa avventista - la distruzione delle chiese cristiane in Etiopia, l'uccisione di difensori della libertà religiosa in Pakistan, e il perseguimento violenza legale e sociale contro le minoranze cristiane in alcuni paesi del Medio Oriente ", ha affermato Graz.

 

Dwayne Leslie, Chiesa Avventista di collegamento con il Congresso degli Stati Uniti, dice che è difficile per gli occidentali a capire quanto sia vulnerabile sia i fedeli nei paesi che godono di una tradizione a favore della libertà religiosa. "La politica diventa la protezione religiosa", ha dichiarato Leslie. "I diritti diventano dipendenti capricci politici piuttosto che principi giuridici". Questo rende "spesso hanno a che fare con situazioni se non è nemmeno pubblicizzare", ha detto Leslie. Come esempio, cita il caso di un leader della chiesa in un paese africano, che ha recentemente fatto appello al PARL aiuto perché il governo ha dovuto confiscare alcune proprietà della Chiesa sulla base di una querela spurie. Il PARL risposto con un approccio sfaccettato, che comprende la consultazione con il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, in collaborazione con l'ambasciata del paese in questione a Washington, così come consigliano i leader locali. "Questo incidente è stato in ultima analisi, un lieto fine e sono riuscito a conservare le proprietà della chiesa," Graz "Ma spesso, succede il contrario." I risultati di questo nuovo studio mostrano un quadro che fa riflettere per il futuro immediato della libertà religiosa nel mondo. "Penso che saremo sempre più impegnati", Graz ha detto riferendosi al lavoro del suo dipartimento.
 

Nell’amministrazione di Obama nominato un avventista per le relazioni religiose
Notizie Avventiste - Un avventista del 7° giorno avrà il compito di veicolare le preoccupazioni delle comunità religiose presso l’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Barack Obama quando questa dovrà prendere delle decisioni normative, ha annunciato recentemente la Casa Bianca. 
Il governo di Obama ha nominato Paul Monteiro, ex membro dello staff del senatore Obama, all’incarico di mantenere le relazioni religiose per l’Ufficio di relazioni pubbliche.
“Il Presidente vuole veramente conoscere il punto di vista delle comunità religiose quando si discute di questioni sociali, dalla riforma della sanità a quella dell’educazione, dall’immigrazione alla ricerca scientifica, e non chiamarle in causa solo dopo che tutto è stato deciso”, ha spiegato Monteiro, che ha aggiunto: “È un privilegio partecipare a questo impegno di far sedere un maggior numero di persone al tavolo delle discussioni”.
Monteiro, laureatosi nel 2007 presso la Howard University School of Law in Washington, D.C., ha coordinato le attività con le comunità religiose nell’Illinois mentre lavorava nella capitale della nazione per l’allora senatore Obama. All’inizio del 2007, Moteiro ha lavorato per la campagna presidenziale e, ha poi collaborato all’organizzazione del culto di preghiera nazionale per l’insediamento del presidente.
Nel suo nuovo incarico, Monteiro coordinerà gli eventi e gli incontri con i rappresentanti delle diverse organizzazioni e denominazioni religiose. Trasmetterà poi le loro preoccupazioni ai dipartimenti o alle agenzie di competenza.
“Ci definiamo la ‘porta d’ingresso’ della Casa Bianca”, ha affermato Monteiro.
“Coinvolgere le organizzazioni non profit e comunitarie, sia laiche sia religiose, che sono interessate alle decisioni in discussione è una priorità dell’amministrazione Obama”, ha affermato Joshua DuBois, direttore dell’White House Office for Faith-Based and Neighborhood Partnerships. “Il Presidente riconosce che il governo da solo non può compiere il cambiamento di cui ha bisogno l’America. Paul è impegnato a raggiungere questo obiettivo”, ha aggiunto.
Una parte del suo compito è di “riflettere l’amore e il rispetto” che i cristiani sono chiamati a mostrare con ogni persona con la quale interagiscono, ritiene Monteiro che recentemente ha deciso di far parte della Chiesa avventista dopo aver studiato la Bibbia insieme con un suo amico. Monteiro è cresciuto a College Park, nel Maryland, vicino a una comunità di maggioranza avventista dove ha sentito parlare per la prima volta della fede e dei valori della denominazione.
Monteiro curerà anche le relazioni con i giovani sempre nell’Ufficio di relazioni pubbliche.

 

Le Chiese appoggiano l'iniziativa di Michelle Obama contro l'obesità infantile

La Chiesa Avventista del 7° Giorno si è unita ad altre 50 organizzazioni religiose e sociali per sostenere l'iniziativa della first lady statunitense

8 Dec 2010, Washington, D.C., United States
Ansel Oliver and George Johnson Jr.

La Chiesa Avventista del 7° Giorno si è unita ad altre 50 organizzazioni religiose e sociali per sostenere l'iniziativa della first lady statunitense, Michelle Obama, per combattere l'obesità infantile.

[foto: Chuck Kennedy/The White House]
www.letsmove.gov.

michelle-obama-246.jpg

L'iniziativa "Muoviamoci: chiese e comunità" chiede alle organizzazioni l'impegno a promuovere l'esercizio, piantare orti comunitari per avere frutta e verdura fresca, e altre attività che contribuiscono a vivere una vita sana. Circa un terzo di bambini, negli Stati Uniti, sono in sovrappeso od obesi, ha affermato Michelle Obama durante l'incontro svoltosi presso la Casa Bianca il 30 novembre.

"È chiaro che quando si tratta di assicurare la salute e il benessere dei nostri figli, le nostre organizzazioni religiose e sociali hanno un ruolo importante da svolgere", ha dichiarato la first lady e ha aggiunto che questa nuova fase del progetto "Muoviamoci" sarà a sostegno dei programmi già esistenti.

"Molti di voi sono stati precursori di questo argomento per molto tempo...", ha ricordato la Obama riferendosi ai ministeri sulla salute delle organizzazioni religiose, alle associazioni che promuovono l'esercizio fisico, e all'educazione nelle scuole del sabato e domenicali delle chiese.

Non è la prima volta. Spesso nelle amministrazioni del governo USA vi sono stati esponenti della Chiesa Avventista, anche solo come "semplici" Cappellani.
Ma anche nelle amministrazioni di altre Nazioni.

 
Molto "strano" per una piccola "setta protestante" così spesso criticata!... La Chiesa Avventista fa grandi cose quando si tratta di essere sotto i riflettori del mondo, ma non riesce a pronunciare parola per ciò che riguarda la proclamazione del Messaggio del Terzo Angelo!

 

“Il Testimone Fedele dichiara: "Io conosco le tue opere". "Pentiti, e fa' le prime opere". Questa è la vera prova, l'evidenza che lo Spirito di Dio sta operando nel cuore per riempirlo del Suo amore. "Verrò presto, e ti toglierò il tuo candeliere dal suo posto, se tu non ti penti". La chiesa si assomiglia ad un albero infruttuoso che, avendo ricevuto la rugiada, la pioggia ed il sole, avrebbe dovuto produrre frutti in abbondanza, ma l'investigazione divina trova in lei solo foglie. Questo è un pensiero solenne per le nostre chiese! e molto solenne per ogni individuo! La pazienza e tolleranza di Dio sono meravigliose; ma "se non  ti penti", si esaurirà. Le chiese e le nostre istituzioni andranno di debolezza in debolezza, dalla formalità fredda alla morte mentre dicono: "Io sono ricco, e mi sono arricchito, e non ho bisogno di nulla". Dice il Testimone Fedele: "E non sai che tu sei un sventurato, miserabile, povero, cieco e nudo". Vedrà la sua vera condizione alcuna volta?” The Review and Herald, 23 dicembre, 1890

 "Esiste una gran necessità di dirigenti fermi e pastori della chiesa che non si comprino né si vendano "che siano sinceri ed onesti nell'intima delle loro anime; uomini che non temano dare al peccato il nome che gli corrisponde; uomini la cui coscienza sia tanto leale al dovere come la bussola al polo; uomini che si mantengano da parte della giustizia benché crollino i cieli", La Educacion, p. 57

"Satana è costantemente all'opera per richiamare l'attenzione sull'uomo invece che su Dio. Egli spinge la gente a scegliere, come guida, vescovi, pastori e teologi, anziché studiare direttamente la Parola di Dio, per capire da soli quale sia il loro dovere. Poi, soggiogando le menti di questi capi, egli riesce a influenzare le moltitudini secondo la sua volontà" Gran Conflitto (594-595). 






Quelli che si dissociano dalle direttive della chiesa Avventista mondiale perchè credono che la chiesa agisca contro la volontà di Dio, vanno incontro a denunce se osano usare la denominazione ufficiale, perchè il marchio della Denominazione Avventista è stato depositato e registrato. Per condurre le cause civili contro i fratelli "dissidenti" si usano i soldi della decima dei membri di chiesa.


L'uso della decima per pagare le cause della chiesa 

Nel Capitolo 1, si fece riferimento a che la chiesa ha usato il denaro della decima per pagare le sue cause. Più sotto a questo Annesso appare una copia di una lettera dell'Associazione Generale, scritta in 1989 che prova che è verità.  

  

10 aprile di 1989   

  

Stimato fratello: 

  

Grazie per le sue lettere recenti in quanto a marchi registrati. L'ufficio del pastore Wilson mi chiese che gli rispondessi.  

Innanzitutto, gli alleghiamo una copia delle domande e risposte che abbiamo presentato al pubblico su quel tema. Lei vide già questo materiale nell'edizione del 12 di gennaio della Rivista Avventista.   

In secondo luogo, lei chiede se si usa il denaro delle decime per pagare le azioni legali  della chiesa. La tesoreria mi informa che tutte le spese processuali si pagano delle assegnazioni fatte durante il Concilio Annuale, e quelle assegnazioni provengono dalla decima.    

Se avete altre domande, abbiate la bontà di scriverci.  

Distintamente,   

Robert W. Nixon 

Avvocato Generale Associato



appendix c





 



Primo dialogo tra avventisti e mennoniti si concentra sulla vita cristiana



Entrambe le denominazioni condividere i loro punti di vista sulla loro storia e le credenze nel primo turno di incontri

13 luglio 2011, Silver Spring, Maryland, Stati Uniti d'America

Bettina Krause e Ansel Oliver / ANN

Il dialogo ufficiale tra i leader della Conferenza Mondiale Mennonita e Conferenza Generale della Chiesa Cristiana Avventista ha offerto l'opportunità per entrambi i gruppi a condividere le loro credenze e dissipare le incomprensioni in un forum ricettivo, ha detto che i leader di entrambi i gruppi.















Responsabili della Conferenza Generale della Chiesa Cristiana Avventista e la Conferenza Mondiale Mennonita incontrato il mese scorso per quattro giorni di trattative formali quartier generale della chiesa. Le delegazioni piano di incontrarsi nuovamente il prossimo anno. [Foto: Ansel Oliver]



Mennonita-480.jpg



 

"Per sedersi e parlare con persone di altre confessioni, comprendiamo meglio chi siamo", ha dichiarato John Graz, direttore degli affari pubblici e libertà religiosa della Chiesa avventista, il cui dipartimento ha organizzato l'evento dal 28 giugno-1 Luglio presso la sede della chiesa. In una dichiarazione congiunta, i leader di entrambe le confessioni dicono di condividere "il desiderio di ritrovare l'autenticità e la passione della chiesa del Nuovo Testamento, una simile comprensione della storia cristiana e un forte impegno per essere seguaci di Gesù nella loro vita e la testimonianza personale al mondo come un corpo ". La Conferenza Mondiale Mennonita rappresenta circa 99 chiese nazionali e mennonita fratelli in Cristo nel mondo con una partecipazione complessiva di circa 1,6 milioni di persone. Mennoniti, risalente al ramo anabattista della Riforma del XVI secolo, oggi sono riconosciuti per la loro enfasi sulla pace, la sua posizione di obiettori di coscienza e la loro partecipazione risoluzione delle controversie, sia a livello locale e internazionale.Il nome, che ha già quasi 500 anni, di fronte alcuni tra i più gravi persecuzioni, e lo scorso anno, la Federazione Luterana Mondiale è venuto a scusarsi per la sua persecuzione degli anabattisti, la radice dei mennoniti. La Chiesa avventista è emerso dopo il Secondo Grande Risveglio negli Stati Uniti nel diciannovesimo secolo e vanta ora una adesione di circa 17 milioni. Danisa Ndlovu, presidente della Conferenza mennonita mondiale, ha ringraziato la Chiesa avventista per aver ospitato la riunione. "Quando vediamo la gente ad una distanza non si può dire che sappiamo", ha detto Ndlovu, che è anche obipso della Chiesa dei Fratelli in Cristo, nello Zimbabwe. "Ma è diverso quando ci sediamo con qualcuno e scambiare idee," ha detto. "Ora possiamo dire che conosciamo." Anche così, il prossimo dialogo continuerà da dove si è interrotta in questo incontro. Parla che nel futuro sarà discusso il Sabato, la teologia e la seconda venuta di Cristo, ha detto William Johnsson, interiglesias direttore relazioni della Chiesa avventista. "Credono nella Seconda Venuta ma non mettono molta enfasi su di esso", ha affermato Johnsson. Gli Avventisti osservano il Sabato come giorno di riposo, da Venerdì al tramonto al tramonto di Sabato, a differenza dei Mennoniti e gli altri cristiani che continuano a osservare la Domenica. La delegazione mennonita richiesto la possibilità di vivere come gli avventisti osserva il sabato, per cui sono rimasti un giorno in più per partecipare a una cena di Venerdì sera e il culto del sabato, ha affermato Johnsson. I leader mennonita detto che erano interessati a conoscere l'impegno avventista attenzione e le risorse per la salute e la libertà religiosa. I leader mennonita anche identificato la struttura della sua designazione come invertita rispetto alla Chiesa avventista. Anche se con sede a Strasburgo, in Francia, le congregazioni mennonita sono autonomi, portando ad una maggiore diversità, ha dichiarato Robert Suderman, ex segretario generale della Chiesa mennonita Canada. Suderman detto le strutture delle due comunioni "hanno i loro pro e contro." Nella Chiesa avventista, la teologia e l'indirizzo è dato presso la sede e poi va giù il resto dei cinque livelli di amministrazione: le divisioni, sindacati, associazioni e congregazioni locali. Struttura amministrativa potrebbe essere stato responsabile di una parte del successo della Chiesa avventista, ha detto Suderman. "Gli avventisti sono cresciuti rapidamente in 150 anni, cosa che noi non abbiamo fatto", ha detto. "Probabilmente è un problema che dobbiamo indagare nel prossimo round di colloqui". Le due denominazioni sono progettando un altro dialogo simile il prossimo anno in Svizzera.





 

 


 


 


http://luciadelchiaro.blog.kataweb.it/?id=5267&ref=HROBL-1

mercoledì, 5 gennaio 2011



domande domande domande



Mi perdonerete, ho un sacco di domande e poche risposte, conto su di voi.

Ho provato a seguire le notizia tragiche dell’attentato ad alessandria d’egitto e tra i commenti a un articolo ho trovato, qualche giorno fa, la seguente frase: “chi sganciò la bomba su hiroshima era cattolico, spero si sia confessato bene bene dopo”.

E ci rimugino da allora.

Ci sono due aspetti diversi che vorrei prendere in considerazione.


Il primo aspetto riguarda in senso più stretto l’attentato di alessandria d’egitto.


L’idea che delle persone debbano morire “perché cristiane” o “perché musulmane” o “perché gay” o “perché donne” o “perché ebree” o “perché ics”  mi repelle. Cominciando da “perché colpevoli”.

Non esiste un motivo valido per morire, mai. Non esistono idee per le quali si meriti la morte, non esistono fedi, non esistono gusti, non esistono cromosomi, non esistono colpe.


Il secondo aspetto invece riguarda più in senso stretto il rapporto fra la religione e la violenza.


Partiamo dal tizio che sganciò la bomba su Hiroshima. Era cattolico, ho letto (ma non ho controllato). come cattolico era Kennedy, quando invase Cuba.


I nazisti erano luterani per la maggior parte, gli americani sono evangelici di ogni tipo, Bush era un “reborn christian” e la maggior parte dei soldati di ogni stato e di ogni continente è religioso, di una religione qualunque, semplicemente per il motivo che gli eserciti sono un sottogruppo di una popolazione, quindi se in italia si dichiara cattolico il novanta per cento delle persone mi immagino, così a braccio, che sia più o meno cattolico il 90% dei soldati italiani. Ma potrei sbagliarmi.


Conosco anche tante persone cattoliche che proprio in virtù della loro fede religiosa hanno scelto di fare gli obiettori di coscienza al servizio militare, ma questo non è argomento di questo post.


La prima domanda che mi viene in mente è la seguente:

come è possibile che chi crede in un Dio di bontà e di giustizia imbracci un fucile? Di qualsiasi dio si tratti, si badi bene.


Ma poi mi chiedo anche: dobbiamo chiedere solo a chi è religioso di fare “l’eroe”? Provo a spiegarmi.


Immaginiamo il seguente scenario: io sono un uomo molto pio e religioso. Il mio paese è in guerra e mi arriva la cartolina. Ho davanti a me la scelta se partire o rifiutare, con le conseguenze che ne derivano. Come mi devo comportare? Parto e uccido o resto e rischio? E fino a che punto la coerenza con le mie scelte religiose deve avere il sopravvento?


E arriviamo alla terza domanda.

Come mai, proprio le religioni, che dovrebbero avere a che fare con l’amore inteso in un senso altissimo e totalizzante sono poi invece la causa di violenze terribili?

Come mai nell’uomo il desiderio di possedere la Verità porta all’intolleranza?

Praticamente non esistono religioni esenti da questo problema. Anche sforzandomi non riesco a trovarne nemmeno una.


Non è vero che “senza Dio tutto diventa possibile” come dice il mio amatissimo ivan karamazov. “Gott mit uns” lo ha smentito.


Senza un Dio per il quale uccidere io mi sento molto più libera di amare il prossimo.


Copyright © by Avventismo Profetico All Right Reserved.

(2411 letture)

[ Indietro ]
SALVA LA PAGINA IN PDF

VUOI INVIARE UN MESSAGGIO? SCRIVERE UN COMMENTO O RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI?
CLICCA QUI PER SCRIVERCI

© 2009 Avventismo Profetico - Giuseppa La Mantia