Home  ·  Contattaci  ·  NUOVO SITO WEB

Italiano



OLOCAUSTO PER 50.000 BAMBINI YEMENITA

L'Affare dei Bambini yemeniti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
(Reindirizzamento da bambini yemeniti Affair (Israele))

L' Affare yemenita di bambini (פרשת ילדי תימן) è un termine che si riferisce a un affare che coinvolge la presunta scomparsa di centinaia di neonati e bambini piccoli di nuovi immigrati per lo stato di Israele appena fondato, principalmente dallo Yemen, tra gli anni 1948 al 1954. La vicenda è basata sulle attestazioni di molti genitori che i loro bambini sono state tolti, mentre erano in ospedale, e i genitori non hanno mai ricevuto informazioni affidabili sui loro destini.

Una serie di indagini ha stabilito che funzionari sanitari avevano omesso di informare le famiglie della morte di loro bambini in un momento quando il paese fu travolto da un massiccio afflusso di rifugiati.[citazione stata necessaria]

 

 

Contesto[modifica]

Lo stato di Israele è stato creato nel 1948 e quasi subito cominciò a ricevere i profughi che comprendevano sia diverse centinaia di migliaia sopravvissuti all'Olocausto e gli ebrei che erano diventati rifugiati a seguito dell' esodo ebraico dai paesi arabi e musulmani, che ha provocato circa 700.000 nuovi immigrati dal mondo musulmano.[1] Di conseguenza, la popolazione di Israele è salito da 800.000 a 2 milioni tra il 1948 e il 1958.[2] Durante questo periodo, cibo, vestiti e mobili dovevano essere razionata in quello che divenne noto come il Periodo di austerità. Tra il 1948 – 1970, circa 1.151.029 rifugiati ebrei si trasferirono a Israele.[3] Molti sono arrivati come rifugiati senza un soldo e sono stati alloggiati negli accampamenti temporanei, conosciuti come ma'abarot; dal 1952, oltre 200.000 immigrati vivevano in queste tendopoli.[4] Difficoltà di assorbimento sono stato aggravato dal fatto che i rifugiati ha parlato di una vasta gamma di lingue e, oltre alla sofferenza il trauma dell'Olocausto, guerra, pogrom e pulizia etnica, provenivano da una grande varietà di paesi con abitudini diverse. Alcuni, inoltre, non sono stati alfabetizzati e molti non abituato alla burocrazia di uno stato moderno. Le risorse sono state allungate sottili come Israele ha lottato per far fronte all'afflusso massiccio, la necessità era così grande che David Ben-Gurion sentiti obbligati a finanziare lo sforzo di assorbimento firmando un accordo di reparations con Germania ovest malgrado le ripercussioni politiche da Ebrei adirati all'idea che Israele poteva accettare la compensazione monetaria per l'Olocausto.[5]

Accuse che i bambini scomparsi[modifica]

Molte delle denunce hanno caratteristiche comuni:

  • Quasi tutti i bambini scomparsi erano sotto l'età di tre anni, erano i figli dei nuovi immigrati che erano meno di un anno in Israele e che arrivati al paese appena fondato tra le onde di immigrazione di quegli anni (vedi anche Operazione Magic Carpet) e quasi tutti erano discendenti degli Ebrei Mizrahi soprattutto discendenti degli immigranti dal Yemen.
  • Quasi tutti scomparsi mentre erano negli ospedali o quando sono stati portati presumibilmente agli ospedali.
  • Quasi tutti i genitori hanno ricevuto solo una spiegazione verbale, che erano morti i loro figli. Il messaggio verbale è stato dato solo ai genitori quando si informarono circa la causa della scomparsa dei loro bambini e nella maggior parte dei casi veniva detto loro della morte improvvisa del loro bambino solo dopo il funerale (o il presunto funerale) che è stato tenuto in loro assenza. Inoltre, il record di morte erano incompleti e molti genitori non ha mai ricevuto un certificato di morte attestante la morte dei loro figli.
  • Quasi tutti i genitori dei bambini scomparsi sono stati dati un ordine di assunzione da forze di difesa israeliane alla volta quando loro figli avrebbero dovuto affrontare l'età di reclutamento.

Il mistero che circonda la scomparsa di questi bambini ha portato all'affermazione che mentre molti bambini sono stati registrati come essendo morto, in realtà o sono stati rapiti o sono stati adottati da ricchi ebrei Askenazi in Israele o all'estero. L'affare è stato ampiamente coperto dai media israeliani attraverso i decenni, e finora quattro commissioni d'inchiesta ufficiale sono stati istituiti per indagare le attestazioni. I comitati hanno studiato molte centinaia di casi e determinato che la maggior parte dei bambini che in realtà è morti e solo in un caso di minoranza non hanno trovato prove sufficienti per determinare che cosa è realmente accaduto.

Il picco dell'indignazione pubblica sulla questione si è verificato nel 1994 quando  lo yemenita Rabbi Uzi Meshulam condusse un gruppo di ebrei yemeniti, che erano barricati in e resistette violentemente israeliano autorità, mentre hanno chiesto che il governo israeliano istituisca una Commissione d'inchiesta di stato per esaminare la questione.[6]

Commissioni di inchiesta[modifica]

Dal 1960 la vicenda bambini yemenita ha ripetutamente stato oggetto di dibattito pubblico ogni pochi anni. Di conseguenza, attraverso l'indagine formale tre anni comitati e una Commissione di inchiesta pubblica sono stati stabiliti per investigare la questione e di esporre la verità su questa questione.

Il comitato di deborah-Minkowski e il comitato di pubblico[modifica]

Nel 1967 il comitato di deborah-Minkowski fu stabilita[7] e ha esaminato 342 casi di sparizioni. Il comitato ha determinato che nel 316 di questi casi i bambini morirono per alcuni, e che in due casi i bambini sono stati adottati, mentre per gli altri casi il comitato non è riuscito a raggiungere una conclusione definitiva.

Il comitato, che è stato stabilito dai ministri della giustizia e della polizia, ha lavorato con un comitato pubblico chiamato "il pubblico della Commissione a Discover bambini yemeniti Missing" (ועדה ציבורית לגילוי ילדי תימן הנעדרים) che è stato istituito appositamente per questo scopo. La Commissione pubblica incluso psicologi, rabbini e capi dei comuni.

La Commissione pubblica pubblicò le sue conclusioni nel 1986 e in parte si basava sulla ricerca di Dov Levitan dell' Università Bar-Ilan quali sollevate accuse delle mancanze del Comitato Roberto-Minkowski. Queste affermazioni includevano un presunto pregiudizio personale.

Comitato Shalgi[modifica]

In seguito l'interesse pubblico nelle conclusioni delle commissioni ex, il governo israeliano guidato da Yitzhak Shamir , istituito nel 1988 una Commissione di chiarire guidato dal dottor giustizia Moshe Shalgi.[7] Questo comitato ha ricevuto nuove prove su 301 bambini e determinato che in 65 di questi casi il loro destino era sconosciuto. È stabilito che in tutti gli altri casi i bambini ha fatto morire.

Stato Commissione d'inchiesta[modifica]

Nel 1995, subito dopo la pubblicazione delle conclusioni del Comitato Shalgi e seguendo un tumulto pubblico, è stata istituita una Commissione d'inchiesta di stato.[7] Il comitato ha esaminato più di 800 casi, e le conclusioni sono state pubblicate nel 2001: la Commissione non è riuscita a raggiungere conclusioni assolute in 56 di questi casi. Il comitato ha determinato con certezza tuttavia che nel 733 casi i bambini che in realtà è morti.[8]

Link esterni[modifica]

Riferimenti[modifica]

  1. Saltare ^ Shulewitz, Malka Hillel (2001), milioni dimenticati: l'esodo ebraico moderno dalle terre arabe, Continuum, ISBN 978-0-8264-4764-7 
  2. Saltare ^ Popolazione, di religione e gruppo di popolazione, Israel Central Bureau of Statistics, 2006Estratto il 7 agosto 2007 
  3. Saltare ^ Bard, Mitchell (2003). La Fondazione dello stato d'Israele. Greenhaven Press. p. 15. 
  4. Saltare ^ HaKohen, PAM (2003), immigranti in subbuglio: l'immigrazione di massa a Israele e le sue ripercussioni nel 1950 e dopo, Syracuse University Press, ISBN 978-0-8156-2969-6 ; per la popolazione ma'abarot, vedi pag. 269.
  5. Saltare ^ Shindler 2002, pp. 49-50
  6. Saltare ^ Sarah Helm (17 aprile 1994). "Gli ebrei di yemenite descrivono loro Olocausto: Sarah Helm in Yehud riporta affermazioni che gli israeliani hanno rubato 4.500 bambini da immigrati". L'indipendente. Estratto 16 giugno, 2012. 
  7. ^ Saltare fino a: un b c שלוש ועדות חקירה הוקמו ב-25 שנה [tre commissioni sono state stabilite in 25 anni]. Haaretz (in ebraico). 4 novembre 2001. Estratto 16 giugno, 2012. 
  8. Saltare ^ Moshe Reinfeld (4 novembre 2001). "Commissione di stato: manca yemeniti neonati non rapiti". Haaretz. Estratto il 14 giugno, 2012.

FONTE: http://en.wikipedia.org/wiki/Yemenite_Children_Affair

 

Ebrei Yemeniti descrivono il loro Olocausto: Sarah Helm in Yehud riporta alcune affermazioni che gli israeliani hanno rubato 4.500 bambini dagli immigrati 

di SARAH HELM in Yehud   

Domenica 17 aprile 1994 

AL fine di una strada nella città israeliana di Yehud siede una casa bianca circondata da una siepe alta. Al cancello basamento pesanti uomini con barbe corvini. Pistole sono legati sotto loro stomaci strapiombante. 

Questa è la casa di Uzi Meshulam, il cosiddetto rabbino che ha portato 'il massacro dei bambini yemeniti' a prime pagine di Israele con la creazione una setta armata nel suo giardino - il sito su 23 marzo, poche settimane dopo il massacro di Hebron, di una sparatoria con la polizia che ha condotto ad un assedio di Waco-stile.

[L'ebreo] Meshulam, chi, si è detto, proviene da una lunga fila di mistici Yemenite, sostiene di avere prove di 4.500 bambini sottratto nuovi immigrati yemeniti dalle autorità israeliane negli anni immediatamente dopo la Fondazione dello stato. Le famiglie avevano detto che i bambini erano morti dalla malattia o malnutrizione. Quindi, dice Meshulam, essi sono stati venduti per adozione a ricchi ebrei Ashkenazi, all'interno di Israele e all'estero.

Nel giardino ci sono folle di adulti, così come gruppi di neonati e bambini, con la pelle olivastra, capelli neri folti e perlaceo denti bianchi di yemeniti. Tutti i giovani indossano stelle gialle sui loro vestiti inamidati e camicie. 'I yemeniti sentono questo è il loro olocausto,' spiega un giovane tifoso.

Sotto una grande tenda appesa tra due alberi di limoni, madri parlare di bambini scomparsi, rubati i neonati, i bambini rapiti e venduti molti anni fa. Gemelli Yoessef e Shalom, rubato a nove mesi. Un altro Yoessef rubato a cinque mesi. Leah, che era di 11 mesi. Davide, strappato a quattro mesi. E centinaia più.

Il 'massacro', dicono i sostenitori di Meshulam, faceva parte di un complotto nello stabilimento di Ashkenazi, che usati di tutte le istituzioni dello stato per soggiogare gli ebrei sefarditi portato in Israele da paesi del medio orientali e nord africani a ingrossare la popolazione. Quasi tutti i 50.000 ebrei dello Yemen, furono inviato in Israele tra il 1949 e il 1952, durante i quali la popolazione dello stato raddoppiato. I yemeniti erano i più poveri tra i nuovi immigrati e subirono il 50 per cento il tasso di mortalità infantile, secondo alcuni rapporti.

L'istituzione israeliana sostiene che la storia è in gran parte, anche se non interamente, un mito. È vero che a seguito dell'Olocausto in Europa c'era una massiccia domanda per bambini ebrei per adozione, e yemeniti erano famosi per la loro bellezza. Ma il parlare di un tale commercio di massa si crede per avere stata filata fuori risentimento yemeniti di elite ashkenazita di Israele. I yemeniti sono stati volati 'dritto dalla Bibbia', come Tom Segev, lo scrittore israeliano mette, al nuovo stato ebraico, dove si sentivano abbandonati e lesa, come la loro cultura è stata distrutta.

Questa non è la prima volta la storia dei bambini yemeniti perseguitati da Israele. La vicenda in primo luogo è venuto alla luce verso la fine degli anni sessanta, quando centinaia di famiglie Yemenite ha ricevuto documenti di richiamo per i loro bambini 'morto', ordinando loro di firmare in per il servizio militare nell'esercito israeliano. I bambini tutti sarebbero 18 quando arrivarono sui giornali. E ' emerso che pochi delle famiglie aveva mai ricevuti i certificati di morte.

Questa volta, Yemenite Hall è stato potente in Israele e il clamore che ne derivano è stato temporaneamente calmato da un'indagine superficiale, che guardò 342 denunce. Ha trovato la causa di preoccupazione nel caso di 35 bambini. Un ulteriore 600 denunce negli anni ottanta ha portato nuove attestazioni di un massiccio insabbiamento, e un'altra inchiesta è stata lanciata nel 1988 dal Comitato Shalgi. Non è ancora segnalato.

Nel frattempo, le famiglie versare Yehud a raccontare le loro storie. Il governo, i media, la polizia e la temuta Beit Shin, servizio di sicurezza interna di Israele, sono coinvolti nella cospirazione per nascondere la verità, dice Meshulam. Egli afferma di aver visto un elenco di nomi di bambini adottati illegalmente in una cassaforte del Ministero degli interni israeliano.

Armato con il suo Uzi e Molotov cocktail, Meshulam ha l'aria di un fanatico. Le donne nel suo giardino, tuttavia, hanno storie interessanti da raccontare.

Il racconto di Rachel Darshan è tipico. Seduto accanto a un bunker improvvisate sul retro della casa, parla con la calma di chi ha imparato a sopportare il peso di perdita.

Quando è arrivata in Israele nel 1952, la famiglia è stata inviata a un campo e i bambini portati via a vivai. Un giorno, quando Rachel è andata ad per dar da mangiare a Yoessef di cinque mesi, egli era sparito. L'infermiera ha detto che egli era stato portato in ospedale con un mal di gola. 'Pochi giorni dopo hanno detto che è morto.'

La famiglia non è stata mostrata il corpo o data un certificato di morte, anche se è stato rilasciato un certificato falso otto anni più tardi che, dice, conteneva informazioni inesatte. Non ha nulla da ricordare suo figlio di Rachel, ma dice: ' tutti so ' lui era bello.'

Sarah Gehassy parla dei suoi cugini, Yoessef e Shalom, che è venuto con lei in Israele nel 1949. Loro madre, lei dice, ora è troppo vecchia per viaggiare e 90.

La famiglia era venuto dal villaggio di Rejam, vicino a Sanaa, capitale dello Yemen. Lei era 10 e i gemelli sono stati nove mesi quando si stabilirono nell'accampamento degli immigrati. La madre del bambino, Margolit Ihyra Gehassy, usato per andare a scuola materna campo ogni giorno per allattare al seno i bambini. Un giorno la madre uno dei bambini ha preso indietro la tenda familiare e venne rimproverata per farlo. La prossima volta che andò al vivaio, il bambino era sparito; due giorni dopo, il secondo gemello era sparito. La famiglia è stata data alcuna spiegazione e mai visto i corpi.

Nel 1968 la famiglia ricevette l'ordine di chiamata alle armi per Yoessef e Shalom. Loro padre, Davide Ihyra Gehassy, è andato all'ufficio di richiamo e mi è stato detto da ufficiali di aspettare - Yoessef e Shalom potrebbe alzare. Hanno mai fatto. ' Sono stati venduti per denaro. Forse il tuo articolo aiuterà a trovarli,' dice Sarah. 'Forse da qualche parte qualcuno ricorderà.'

Che qualche ingiustizia è stato perpetrato contro molte famiglie Yemenite sembra chiaro. Ma su quale scala e a quale livello rimane un mistero.

Avishai Margalit, un professore di filosofia che ha insegnato ebraico in immigrato accampamenti, ricorda il caos. Famiglie arrivarono con nessuna documentazione e con innumerevoli bambini; molti molto malato.

È possibile che gli operatori sociali di bene-significato tolse alcuni bambini per adozione, credendo che sarebbe stato più gentile,' dice. ' Ma non credo ci fosse una politica di rubare i bambini per l'adozione. C'è un senso di geuine tra yemeniti che qualcosa di terribile è successo a loro (offerte sacrifici?), e questo ora è diventato un punto focale per tutti i loro rancori contro lo stato.

' Esso dovrebbe essere studiata, ma non credo la cospirazione. Se e ' successo su vasta scala, si sarebbe sempre essere spuntando. Sapremmo di yemeniti nelle famiglie del Ashkenazi.'

URI Avinieri, un radicale di sinistra che prima ha scritto circa i bambini rubati nel 1967, crede che c'è di più per la vicenda di questo. Nel 1967 ha citato casi di bambini yemeniti, essendo cresciuti da ricche famiglie del Ashkenazi negli Stati Uniti e presunto che i bambini sono stati venduti per dollari 5.000 agenti in Israele. Mai gli è stato chiesto di consegnare le sue prove, e nel 1971 gli archivi della sua rivista sono stati distrutti in un incendio.

Anche nei primi anni, Israele era una società altamente ordinata, dice Avinieri. Parlare di documenti persi, o bambini andando fuori strada è una sciocchezza.

' Perché sono quasi tutti yemeniti? Non è una coincidenza. Erano molto belle e docili con forti tradizioni ebraiche. Essi sono stati pensati per essere meno probabilità di lamentarsi o mettere in discussione.»

La polizia israeliana sembra intimidita dall'assedio. La setta è alleata con i coloni ebrei più militanti. Non è probabilmente un caso che l'assedio iniziò solo dopo il massacro di Hebron, quando i coloni guardato per qualsiasi causa visualizzare la loro forza.

La setta Yehud è guardandi nervosamente da Yitzhak Rabin, primo ministro, che non può permettersi in questo delicato momento di alienare il voto sefardita. Il rabbino' pazzo' è esigente un'indagine completa indipendente, ma il signor Rabin è restio ad aderire. Per le famiglie Yemenite, tuttavia, un'inchiesta potrebbe finalmente esorcizzare questo fantasma.

Fonte: http://www.independent.co.uk/news/world/yemeni-jews-describe-their-holocaust-sarah-helm-in-yehud-reports-on-claims-that-israelis-stole-4500-children-from-immigrants-1370515.html

 


Elementi corrotti negli ufficidel governo israeliano continuano a perseguitare il rabbino UziMeshulam(che ha portato la questione dei bambini rapiti yemenitiper sensibilizzare l’opinione pubblica).

Questi elementi hanno fatto di lui unassassinio, personaggio ben pianificato (Stile Dreyfus - http://it.wikipedia.org/wiki/Alfred_Dreyfus) dai media e, infine lo hanno arrestato. Pur essendo in carcere, hanno iniettato materiale misterioso (chericorda... l’affare "Haaled Mashal") che danneggiava i sistemi essenziali del suo corpo come pancreas... Il risultato è stato un crollo totale del suo corpo. Grazie a Dio non hanno potuto danneggiare il suo cervello, la sua anima e lo spirito. Oggi continuano a perseguitare il figlio maggiore Emanuel Yedida. Lo hanno costretto a lasciare Israele, minacciandolo che se non lo farà, farà da cornice a suo padre, e per renderlo reale, alcuni studenti del rabbino per caso sono stati assassinati!). Ha chiesto asilo in Canada e ora il ministero degli esteri (israeliano) sta chiedendo al Canada di declinare la richiesta umanitaria di Emanuel.

 

 

In 25 anni sono stati istituiti tre comitati di inchiesta.

Le radici della vicenda bambini yemeniti nei primi anni dello stato, dove centinaia di immigrati dallo Yemen è andato ai genitori i cui bambini sono stati consegnati e furono sepolti in modo anonimo e sepoltura luogo sconosciute. I genitori, immigrati, mai visto un corpo o un certificato di morte, né partecipato a loro funerale.

Secondo le prove accumulate nel corso degli anni, la maggior parte delle sparizioni si è verificato nei primi due anni della creazione dello stato, in termini di ricevimento le tende e accampamenti, campi di transito. Quando molti immigrati di consegnare i bambini nati in dormitori impostare nei campi. I bambini che sono stati inviati agli ospedali all'insaputa dei loro genitori e sempre tenuta una registrazione. Per anni, ha accumulato decine di testimonianze di genitori, che erano venuti alla ricerca per i loro figli in ospedale. Nella maggior parte dei casi, i genitori erano duri e rabbia parete impermeabile è cresciuto solo un uomo. Nel corso degli anni si sono sviluppati troppo che i loro figli vennero presi e rinunciati per adozione.

In lhatzm i genitori sono stati stabiliti durante i tre anni e le indagini. In primo luogo, la Commissione ha risposto-inikovsky, che operava nei mid-1970s. La Commissione, presieduta dal giudice belga Moshe shalgi, la conclusione nel ' 95, dopo sei anni di lavoro. Dopo il suo lavoro non viene risolto il mistero della scomparsa di circa 90 bambini nello Yemen, fuori circa 500 denunce di sparizioni ricevuti ed esaminati dal comitato. Anche se il mandato della Commissione è quello di indagare gli aspetti penali del caso, lei ha affermato che "non trovato in qualsiasi applicatore piombo correzionale per sospetta attività criminali". Un conclusioni Commissione belga sono stati respinti dai rappresentanti dello Yemen e il comitato pubblico per indagare sulla scomparsa dei bambini.

Nel gennaio ' 95, dopo le pressioni pubbliche montaggio dalle famiglie e membri della Knesset, il governo ha deciso l'istituzione di una Commissione di stato della tua richiesta nella vicenda. Il comitato aveva ricevuto procura dal procuratore generale adozione di open records e tombe e test genetici.

Tra i testimoni che sono stati convocati al comitato era Isaac Bucy, un autista di ambulanza, che ha detto che ha guidato a decine di notte di bambini amabera in Ein Shemer all'Ospedale Rambam, senza registrazione, senza documenti e senza lasciare traccia. Mentre il comitato ha scoperto decine di storie di sparizioni di bambini e genitori alla ricerca per i propri figli.

Uzi meshulam e i suoi seguaci, ha accusato le autorità per complotto per rapire ed essere depositato per l'adozione di bambini yemenita, si scontrò con le forze di polizia e le dure accuse.

http://www.haaretz.co.il/misc/1.1537277

Ebrei yemenite descrivono il loro Olocausto: Sarah Helm in Yehud riporta affermizioni che gli israeliani hanno rubato 4.500 bambini dagli immigrati

LEGGI: http://www.independent.co.uk/news/world/yemeni-jews-describe-their-holocaust-sarah-helm-in-yehud-reports-on-claims-that-israelis-stole-4500-children-from-immigrants-1370515.html






Copyright © by Avventismo Profetico All Right Reserved.

(872 letture)

[ Indietro ]
SALVA LA PAGINA IN PDF

VUOI INVIARE UN MESSAGGIO? SCRIVERE UN COMMENTO O RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI?
CLICCA QUI PER SCRIVERCI

© 2009 Avventismo Profetico - Giuseppa La Mantia