Home  ·  Contattaci

Italiano



La Crociata di Dio


Francia: la nostra è la crociata di Dio

Francia: la nostra è la crociata di Dio

 

“L’attacco alla Libia è una nuova crociataSarkozy sta perseguendo una giusta politica. Tutti in Libia pregano che ci sia lui, tutti ringraziano Dio per questo”.

Sono parole del Ministro dell’Interni della Francia. Il loro delirio di onnipotenza sta diventando molto pericoloso.

L’attacco alla Libia è una nuova crociata. Sarkozy sta perseguendo una giusta politica. Tutti in Libia pregano che ci sia lui, tutti ringraziano Dio per questo, ha detto Claude Guéant, il ministro francese degli Interni.

Se c’erano dubbi sulla mania di protagonismo francese nella campagna di Libia, questi sono stati fugati da Claude Guéant, Ministro degli Interni di Sarkozy, che evidentemente è convinto di dover affiancare la bandiera cristiana accanto a quella transalpina su Bengasi e Tripoli.

Il delirio di onnipotenza sta diventando pericoloso, dal momento che dichiarazioni di questo tipo rischiano di far diventare incandescente una situazione già di per sé calda. Buttarla sulla contrapposizione Islam-Cristianesimo, parlare di crociate moderne, è folle.

Tra l’altro, Parigi non aveva attaccato per difendere i civili inermi ed indifesi? Ricordiamo a Monsieur Guéant che i suoi protetti hanno legami con i Fratelli Musulmani egiziani e, forse, addirittura con frange nordafricane di Al Qaeda. Insomma, parlare di “crociata” e poi riempire di armi la Cirenaica, non pare essere una genialata.

Ma che il Ministro degli Interni francese non fosse proprio il simbolo dell’umana intelligenza, ce n’eravamo accorti qualche settimana fa, quando, commentando il dramma dei continui sbarchi di clandestini sulle coste siciliane, disse chetanto l’Italia è grande, ci stanno tutti. E comunque li trattenga, in modo che non arrivino in Francia”. Insomma, un caso umano che si commenta da solo. http://www.agoravox.it/Francia-la-nostra-e-la-crociata-di.html

La tv di Stato libica: "Vittime della crociata dell'ebreo sionista Sarkozy"

19 marzo 2011 19:33
 
Flickr - europeanpeoplesparty - EPP Summit October 2010 (105).jpg

"Siamo vittime di una nuova crociata da parte dei francesi e del loro presidente, il noto ebreo sionista Sarkozy". E' quanto ha annunciato la tv di stato pubblica. "Stiamo vivendo un nuovo Iraq - spiega un conduttore - come avvenuto nel 2003 Bengasi e' stata bombardata. Il compotto contro di noi e' evidente - ha aggiunto - In questa citta' devono finire le divisioni e dobbiamo ritornare uniti".
"Vivremo un nuovo Iraq e una nuova Somalia. Non e' la prima guerra che la Libia affronta e dobbiamo ringraziare la Francia che ci ha fatto capire chi siamo", ha dichiarato il conduttore della tv di Tripoli, commentando i raid compiuti oggi dai caccia francesi sul territorio libico.
"Per quanto riguarda il nostro leader Muammar Gheddafi - ha concluso - lui e' la guida e come ha vinto negli anni Ottanta li mandera' al diavolo anche oggi i nostri nemici. Alle tribu' di Bengasi chiediamo di ritornare all'unita' e ad andare avanti insieme".

http://www.siciliainformazioni.com/giornale/esteri/119817/stato-libica-vittime-della-crociata-dellebreo-sionista-sarkozy.htm

È figlio di Paul Sarkozy, un aristocratico ungherese naturalizzato francese, e di Andrée Mallah, figlia di un medico ebreo sefardita di Salonicco convertito al cristianesimo. È stato cresciuto dalla madre, lasciata dal padre, il quale si è poi risposato ed è andato a vivere negli Stati Uniti.[2]

 



 






[ Indietro ]

didascalie

Copyright © di Avventismo Profetico - (929 letture)

SALVA LA PAGINA IN PDF

VUOI INVIARE UN MESSAGGIO? SCRIVERE UN COMMENTO O RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI?
CLICCA QUI PER SCRIVERCI

© 2009 Avventismo Profetico - Giuseppa La Mantia- Power By Virtualars