Home  ·  Contattaci

Italiano



Paolo Sesto - Il papa ebreo -

PAPA PAOLO VI°

L’elezione al Soglio pontificio di Papa Paolo VI (Giovanni Battista Montini, nato a Roma il 26.09.1897 e morto il 6.08.1978) avvenne il 21 giugno 1963. Nel suo primo radiomessaggio (22.06.1963), egli parlò della continuazione del Concilio Vaticano II, intrapreso da Giovanni XXIII°, come dell’”opera principale” e della “parte preminente” del suo pontificato, facendo così propria la volontà del suo predecessore. Mons. Marcel Lefebvre definì questo Documento della Chiesa Cattolica (Concilio Vaticano Secondo), “Il colpo da maestro di Satana”.
Papa Paolo VI lo definì invece
E’ la grande ora di Dio nella vita della Chiesa e nella storia del mondo”. 

Non si deve dimenticare l'origine di Paolo VI, Batista Alghisi Montini, la cui madre ebrea di nascita JUDITH ALGHISI si convertì per sposarsi con Giorgio MONTINI. Ciò è stato confermato  da Pedro Rizo nella sua cronaca contro Montini. IL GIORNALISTA PEDRO RIZO CONFERMA L’ASCENDENZA EBREA DI GIOVANNI BATISTA MONTINI (PAOLO SESTO)  NELL’ARTICOLO ‘UMANESIMO DI MARITAIN E PAPA PAOLO VI’:
 "Per trarre le conseguenze dall’amicizia di Paolo VI con Maritain bisognerebbe ritornare indietro a  quando il filosofo e il citato Sturzo militavano nella Democrazia Cristiana, con il supporto e appoggio di tutta la famiglia di Giovanni Battista Montini: IL PADRE, Giorgio Montini, DISCENDENTE DI UN RABBINO, avvocato e giornalista molto attivo in compromessi politici per niente vicini agli interessi della Chiesa del suo tempo, sua madre, Giuditta (Judith) Alghisi, di origine ebraica, che fu battezzata cattolica per sposarsi... In Verolavechia, in un piccolo recinto del cimitero circondato da un muro di cinta di 1m 60 cm, pochi anni fa è aumentato a 2m 50cm, si conserva il tumulare (la salma) di suo padre (Giorgio) e di sua madre (Judith). I simboli sono di identità MASSONICA ED EBRAICA. Nessuno simbolo è distintamente cristiano”

 Paolo VI porta il pettorale dell’efod, un vestimento usato dai massoni e dai sommi sacerdoti Giudei
FU IL TRADITORE DEI SACERDOTI CHE SEGRETAMENTE ANDAVANO IN RUSSIA PER AIUTARE I CRISTIANI CHE SI TROVANO LI' PERSEGUITATI ED OPPRESSI.

"Nell’archivio del card. Tisserant, c’erano anche i “rapporti segreti” che furono consegnati a Pio XII dal Colonnello Arnaud. (...) Il dossier ad hoc è costituito, soprattutto, da “Lettere” di Montini che segnalava al K.G.B. - la polizia segreta sovietica - nomi e movimenti sacerdotali che esercitavano clandestinamente il ministero sacerdotale tra le genti oppresse e perseguitate dei paesi comunisti. Pio XII non sapeva spiegarsi la causa del terribile dramma della sistematica scomparsa dei sacerdoti inviati clandestinamente in Russia, se non con l’esistenza di una “spia” nascosta in Vaticano. Allora, incaricò dei poliziotti segreti, travestiti da Monsignori, che scoprirono, in atto di fotografare “documenti segreti”, il gesuita Alighiero Tondi, uno della cerchia di Montini, anzi il suo consigliere speciale. Interrogato, fu identificato come un agente del K.G.B., istruito da Mosca, e che dal Vaticano trasmetteva al suo Capo, in URSS, i “documenti” che fotografava negli archivi vaticani. Dall’accurata inchiesta risultò che era lui a passare ai suoi superiori sovietici anche la lista dei Vescovi e dei Sacerdoti clandestini colà inviati da Pio XII, i quali, per questa delazione, venivano arrestati, uccisi o fatti morire nei lager sovietici!"Fonte

 

 

 






Copyright © by Avventismo Profetico All Right Reserved.

(2454 letture)

[ Indietro ]
SALVA LA PAGINA IN PDF

VUOI INVIARE UN MESSAGGIO? SCRIVERE UN COMMENTO O RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI?
CLICCA QUI PER SCRIVERCI

© 2009 Avventismo Profetico - Giuseppa La Mantia- Power By Virtualars