Home  ·  Contattaci

Italiano



Daniele 11:36-39 - VI IMPERO - RIVOLUZIONE FRANCESE-COMUNISMO

 

VI° IMPERO   
 ILLUMINISMO-ATEO-COMUNISMO

 Sesto Impero.png

Daniele 11: 36-39 introduce un nuovo potere, l’Illuminismo francese.
In questi pochi versetti è racchiusa la storia dell’Ateismo, Comunismo; della Prima e Seconda Guerra Mondiale, fino allo stabilimento del Comunismo Ebraico Internazionale pseudo-Democratico-Liberale e la finta caduta del Comunismo nel 1989.
LibertyEqualityorDeath.jpg

"Velati gli occhi dello storico e della massa col clamore e il trionfo della Rivoluzione Francese, ubriacato il popolo con l'aver ottenuto l'abbattimento del re, del privilegio, di ogni potere, non si avvertì che un pugno di uomini occulti e cauti si erano impadroniti dell'autentico potere della regalità, un potere magico, quasi divino, che la regalità, senza saperlo, possedeva. Le masse non si resero conto che gli altri avevano preso per sé questo potere che le avrebbe ridotte a una schiavitù più pesante di quella dello stesso re, poiché lui, coi suoi pregiudizi religiosi e morali e

con la sua stupidità, fu incapace di usare un simile potere. Fu così che si impadronirono di un potere maggiore del re uomini la cui qualità morale e intellettuale e il cui carattere cosmopolita permetteva loro di esercitarlo. Naturalmente non erano cristiani di nascita, ma cosmopoliti..."
Fonte: http://xoomer.virgilio.it/controvoce/Stalin,%20Trotckij%20e%20l'alta%20finanza.pdf

Gli Stati Generali della Francia nel 1789 furono convocati per imporre nuove tasse e pagare i debiti di Luigi XVI (?), la borghesia e i commercianti si riunirono in Assemblea Nazionale contro il Clero e la nobiltà, abolirono tutti i loro vecchi diritti e privilegi e condannarono alla ghigliottina il re Luigi XVI che aveva fatto una Legge per fare uscire dall'ombra gli EBREI, permettendo loro di partecipare alle cariche pubbliche della Nazione Francese. Come risposta gli EBREI, che finanzivano la Rivoluzione Francese, Ghigliottinarono il re Luigi XVI, come pure la regina Maria Antonietta. Il popolo guidato da Marat, Danton e Robespierre, tre Massoni (G.Bourgin, La Rivoluzione Francese, 1989, p.14,18) al servizio dell’élite ebrea degli Illuminati, trucidò nobili e sacerdoti. La Massoneria, che ammette le proprie origini Templari (Marco Pizzuti, Rivelazioni non autorizzate, p.73), era nemica della Monarchia francese perché Luigi XVI era l’ultimo discendente di Filippo il Bello che aveva soppresso definitivamente l’Ordine dei
Cavalieri Templari.
Tra il 1797 e il 1798, in risposta alla Rivoluzione Francese, l'Abate Barruel aveva scritto i suoi "Mémoires pour servir à l'histoire du jacobinisme", egli scrive:
Dopo essere stati distrutti da Filippo il Bello, I TEMPLARI SI TRASFORMANO IN UNA SOCIETÀ SEGRETA PER DISTRUGGERE LA MONARCHIA (Luigi XVI) E IL PAPATO (Cristianesimo). Nel diciottesimo secolo essi s'impadroniscono della massoneria e crearono una sorta di accademia i cui diabolici membri sono Voltaire, Turgot, Condorcet, Diderot e d'Alembert – e da questo cenacolo prendono origine i Giacobini. Ma gli stessi Giacobini sono controllati da una società ancor più segreta, quella degli Illuminati di Baviera, regicidi per vocazione.
La rivoluzione francese è stata l'effetto finale di questo complotto’.

Così dopo che Luigi XVI aveva decretato leggi a favore degli ebrei, fu decapitato. La forza occulta che si celava dietro i rivoluzionari, che manovrava le fila del potere che finanziava e controllava, era una élite di mercanti più potenti del mondo, ovvero di usurai di origine ebraica (oggi banchieri e poteri forti del mondo), fondati sull’ideologia della cultura ebraica esoterica (gnosi, Cabala). La posizione giuridica della comunità ebraica in Francia cambiò e contemporaneamente i capitalisti ebrei trovarono accesso alla politica, avendo decapitato la sua classe dirigente.  Questo fu il vero scopo della Rivoluzione Francese.  
Essa è estremamente importante dal punto di vista storico perché ha ispirato tutti gli altri cambiamenti sociali europei che seguono fino ai nostri giorni.

“In molte nazioni europee per secoli le autorità civili ed ecclesiastiche erano state sotto il controllo di Satana il quale, per il conseguimento dei suoi fini, si serviva del papato (Trono di Satana e dei suoi figli: le 12 Tribù d'Israele carnale Giov. 8:44 etc. sin dai primi secoli dopo Cristo). Qui ora (Rivoluzione Francese), si assiste a una nuova manifestazione della potenza satanica…Ecco sopraggiungere un’altra potenza, la bestia che sale dall’abisso , per fare apertamente guerra alla Parola di Dio… Questo è Ateismo (o Satanismo)” E.G. White, Gran Conflitto, (268-269).

“I libri di storia vi diranno che la Rivoluzione Francese ebbe inizio nel 1787 o nel 1789, a seconda di quale libro avete letto. Tuttavia, in realtà fu progettata dall'ebreo Adam Weishaupt e dalla Famiglia [ebrea] Rothschild quasi 20 anni prima che la Rivoluzione avesse luogo. - William Sutton, The New Age Movement and The Illuminati 666, Institute of Religious Knowledge, pp. 172, 73.
“Ogni giorno gli ebrei e la loro banca estendono il loro dominio sull’Europa e sull’illuminismo, su tutta la civiltà, ma soprattutto sul socialismo perché , con il suo aiuto, l’ebreo eliminerà il cristianesimo. Allora non resterà che l’anarchia e l’ebreo governerà l’universo” Dostojevskij – ‘Diario di uno scrittore’
Perché gli Illuminati ebrei complottarono 20 anni prima la Rivoluzione Francese?
“Il nostro fine ultimo (degli ebrei) è quello di Voltaire e della Rivoluzione francese, la distruzione per sempre del cattolicesimo e perfino dell'idea cristiana che, se lasciato in piedi sulle rovine di Roma, sarebbe la rianimazione del cristianesimo in seguito... Il lavoro che abbiamo intrapreso non è il lavoro di un giorno, né di un mese, né di un anno. Può durare molti anni, un secolo forse, ma nelle nostre file il soldato muore e la lotta continua" (Mons. George E. Dillon, DD, Massoneria Grande Oriente Unmasked come il Potere Segreto Dietro il comunismo, [Metairie, LA: Sons of Liberty edizione riveduta 1950; edizione originale New York: Burns e Avena, 1885], p.50).
Alcuni scrittori e giornalisti affermano che il potere occulto degli ebrei sia in realtà manovrato dal potere papale per far ricadere la responsabilità sugli ebrei. Se così fosse, il papato nel 1798 non avrebbe perduto il suo potere temporale e non avrebbe conosciuto la strada dell’esilio.
Allo stesso modo non è pensabile che i Gesuiti e gli Illuminati appartenessero al papato per … darsi un “colpo mortale” e ritirarsi in esilio, quindi la testa dei Gesuiti e degli Illuminati era ed è il Giudaismo.
La realtà è che il Papato ha lottato contro l’Anticristo Giudeo infiltrato nelle corti papali con le sole forze umane, perché ha rinnegato Cristo alleandosi con l'Anticristo Giudeo, e con le sue false dottrine ha calpestando i Comandamenti di Dio che per la sua empietà l’ha “gettata in un letto di sofferenze” (Ap.2:22).
Il potere della bestia “… SPAVENTEVOLE, TERRIBILE E STRAORDINARIAMENTE FORTEdepone il QUINTO IMPERO (il Papato pseudo-Cristiano), e si erge nel SESTO IMPERO, l’ideologia Giudeo-Illuminata, ateo-comunista, così descritta:
 

Dan. 11:36 - "Quindi il re agirà come vuole, si innalzerà, si magnificherà al di sopra di ogni dio e proferirà cose sorprendenti contro il Dio degli dèi; prospererà finché l'indignazione sia completata, perché ciò che è decretato si compirà"


 
Quindi il re  (strong 4428 me-lek מֶ֥לֶך) agirà come vuole =  Domina con il potere di Satana

"Alla fine del loro regno (4 generali Alessandro Magno, Grecia), quando i trasgressori hanno raggiunto il colmo dell'empietà (gli ebrei che uccidono Cristo il Messia per mano romana) sorgerà un re (strong 4428 me-lek מֶ֥לֶך) dal volto feroce (rappresentante ebreo del "piccolo corno") esperto negli intrighi (Cabala, Talmud interpretazioni umane che annullano la volontà Divina espressa nella Bibbia)" Daniele 8:23

"Al suo posto sorgerà un uomo spregevole (il re feroce), a cui non sarà conferita la dignità reale (usurpa il ruolo di Cristo nel Santuario, è un vile); verrà pacificamente, ma si impadronirà del regno con intrighi (rappresenta il piccolo corno). Davanti a lui (l'Anticristo) le straripanti forze saranno spazzate via (poteri secolari) e distrutte (Daniele 2:39-40) come pure il Capo di un'Alleanza (CRISTO)
"  Daniele 11:21-22

Dopo aver provocato la caduta del papato, inizia la presentazione del ‘re’ o regno, il “re” cioè l’élite giudeo-israelita che dirige le Tribù del ‘Nord’ e quelle del ‘Sud’ (leggi nella prima parte ‘Origini re del nord e re del sud’).
Giovanni dà un nome preciso all’ispiratore di questo ‘re’ in Ap.9:11: <<E avevano come re sopra di loro l’angelo dell’abisso, il cui nome in ebraico è Abaddon, e in greco Apollion
>>. Satana è chiamato Abbadon, che vuol dire “perdizione”, e Apollion, che significa “distruttore” ed è il diretto maestro di questa élite Giudeo-Israelita, chiamata da Gesù "Figli del diavolo" Giov. 8:44.   
“Nel fare il riepilogo delle pretese vantate dal Popolo eletto constatiamo che questa razza si crede chiamata da Dio a governare il mondo”.
E ancora: “L’ebreo è convinto che la sua razza è fatta per dominare il mondo. Israele è il re (Daniele 8:23), il Massone è il suo servitore, e il Bolscevista, il rivoluzionario di sempre fino ad oggi, è il suo boia”. Gianantonio Vali, I complici di Dio.

Secondo i saggi, solo Israele, gli ebrei, sono chiamati “adamo”, “e non le nazioni del mondo”.
kook.jpg
Il rabbino Avraham Yitzhak Hacohen Kook (“Haro’eh”) ha fornito una convincente spiegazione ai suoi fedeli:
“La differenza tra l’anima israeliana, la sua indipendenza, il suo intimo desiderio, la sua aspirazione, le sue caratteristiche e il suo temperamento, e l’anima di tutte le altre nazioni, è più grande e profonda della differenza tra l’anima di un essere umano e l’anima di una bestia”.

 
L’operato di questo regno illuminato è una sicura ascesa per una Monarchia universale (Nuovo Ordine Mondiale).

Gli Illuminati promossero e finanziarono la Rivoluzione Francese utilizzando svariati nomi e forme di aggregazione. Seguendo la loro precisa e condivisa filosofia di azione, era necessario:
 portare le nazioni all’eliminazione di ogni forma di governo e di religione già esistente e armare e sostenere entrambe le fazioni opposte in un conflitto con lo scopo di indebolire gradualmente suddette nazioni per facilitare il crollo di ogni struttura esistente e rendere i paesi più controllabili allo scopo di creare un unico governo mondiale. Una parte della famiglia (ebrea) Rothschild finanziò Napoleone mentre l’altra sostenne la Gran Bretagna , la Germania ed altri stati durante le guerre napoleoniche" http://www.controcorrentedizioni.it/...ypin-p-67.html
“Il nostro fine ultimo è quello di Voltaire e della Rivoluzione francese, la distruzione per sempre del cattolicesimo e perfino dell'idea cristiana che, se lasciata in piedi sulle rovine di Roma, sarebbe la rianimazione del cristianesimo in seguito... Il lavoro che abbiamo intrapreso non è il lavoro di un giorno, né di un mese, né di un anno. Può durare molti anni, un secolo forse, ma nelle nostre file il soldato muore e la lotta continua" (Mons. George E. Dillon, DD, Massoneria Grande Oriente Unmasked come il Potere Segreto Dietro il comunismo, [Metairie, LA: Sons of Liberty edizione riveduta 1950; edizione originale New York: Burns e Avena, 1885], p.50).
si innalzerà
= Il fatto di ‘elevarsi’ indica un potere che ha connotati religiosi, un’elevazione spirituale diabolica; in Daniele 8:11-13, si usa lo stesso termine per segnalare l’ascesa del TRONO DELLA BESTIA, il potere religioso che si eleva non è il Papato Giudaico, pseudo-Cristiano.
L’Illuminismo Giudeo-Massonico sfocia nel Comunismo e dalla Francia lo espatria in Russia ed espande la sua ideologia in Cina, trascina il Sud e Centro America, perseguita e martirizza i cristiani per ottenere il dominio mondiale.
"I comunisti organizzarono quello che essi hanno chiamato ‘la chiesa vivente ' Benjamín Gitlow, fondatore del Partito Comunista negli EE. UU, spiegò la nuova tecnica della seguente maniera: ‘La politica in quei giorni fu incorniciata di tale maniera che i membri del Partito Comunista potevano infiltrarsi in organizzazioni religiose col fine di portare la sua propaganda tra essi, per reclutare il suo appoggio alla Russia Sovietica, e per le diverse campagne in cui i comunisti erano interessati…La ‘chiesa vivente ' non consisteva unicamente dell'infiltrazione dei comunisti dentro le congregazioni, ma anche di comunisti facendosi passare come predicatori, con tutta la sua barba, crocifissi, mitra e paramenti....I comunisti sanno che non possono distruggere la religione, per quello che si sono organizzati per infiltrarla. Il Concilio Mondiale di Chiese è pieno di chierici impostori come Metropolitan Nikodim, un agente sovietico il cui antiamericanismo stridente ed i suoi sforzi determinati in favore di Mosca gli fecero meritevole di la co-presidenza del Concilio in 1975 fonte 
Veda ”Apocalisse 13 e 17: I tre spiriti immondi

In questa opera c’è un’evidente riferimento all’Anticristo, espressione per definire un potere umano ripieno dello spirito di Satana che combatte contro Cristo e dichiara di essere egli stesso Cristo.

Nel 1879 l'ebreo E.A. Astruc in Entretiens sur le judaïsme, son dogme et sa morale, predica: “Il vero Redentore sarà non un discendente di Davide, né un Re-Messia, né una persona-Messia, sarà «non più un individuo, ma Israele trasformato in faro (Illuminazione o Illuminismo) delle nazioni, elevato alla nobile funzione di precettore dell'umanità, che istruirà coi suoi libri come con la sua storia, con la costanza nelle prove non meno che con la fedeltà alla dottrina», conferma Drumont, il Gran Rabbino Michel Weil.
È interessante che nel 1797 il Gesuita Abbé Barruel scrisse un libro intitolato ‘Mémoir pour servire à l'histoire du Jacobinismo’, dove si racconta che
la Rivoluzione Francese (1778-99) fu causata da membri dell'Ordine dei Templari, un' ordine religioso-militare fondato attorno all'anno 1118 D.C., e sciolto nel 1312 dal papa Clemente V (Abanes, American Militias, pp. 133,134).
L’arroganza che questo potere religioso mostra verso Dio causa stupore, sorpresa, meraviglia (Dan. 8:27; Ap.17:5-7).
I farisei si rivolgevano a Gesù dicendo <<… noi abbiamo un solo Padre: Dio». Allora Gesù disse loro (ai Giudei): «Se Dio fosse vostro Padre, mi amereste, perché io sono proceduto e sono venuto da Dio... Voi siete dal diavolo, che è vostro padre, e volete fare i desideri del padre vostro>> Giovanni 8:41-44.
imagesCA6045RW.jpgSebbene il quarto impero secolare fosse Roma Pagana, il potere religioso Giudeo all’interno di questo potere dominava la politica, tant’è Gesù fu ucciso dai Romani per istigazione Giudea.
Dione Cassio storico romano del secondo secolo descrivendo la rivolta selvaggia degli ebrei contro l'impero romano, che è stato riconosciuto come il punto di svolta di decadenza della storia di quel grande Stato, diceva:
"
Gli ebrei stavano distruggendo sia i Greci che i Romani. Mangiavano la carne delle loro vittime, facevano cinghie per se stessi dalle loro viscere, e intonacavano con il loro sangue ... In tutto, 220.000 uomini morirono a Cirene e 240.000 a Cipro, e per questo motivo nessun Ebreo può mettere piede a Cipro oggi "(Storia romana).

 
La vita di questo potere (Giudeo-Ebreo) non è a breve termine, ma presuppone un’ascesa in tempi lunghi e arriva al culmine della sua potenza nell’ultima generazione, quando si manifesterà uscendo dallo "abisso".
finché l'indignazione sia completata, perché ciò che è decretato si compirà =  Daniele presenta così "l’indignazione"
"Ecco, io ti farò sapere quello che accadrà nel periodo finale dell'indignazione, perché riguarda un tempo stabilito della fine" Daniele 8:19 (veda 1 corinzi 10:11 - Daniele 2:28)
Il decreto di Dio non si può cambiare, la distruzione dell’Anticristo sarà realizzata nel tempo designato da Dio, al ritorno di Cristo
<<… e sopra l’ala del tempio uno (l’Anticristo) porrà l’abominazione della desolazione che causa meraviglia (Ap.17:6) finché la totale distruzione decretata, cada sul devastatore>> Daniele 9:27 seconda parte
<<perché i suoi peccati sono giunti fino al cielo, e Dio si è ricordato delle sue iniquità… per questo in uno stesso giorno (un anno letterale) verranno le sue piaghe (Ap.16)…>> Ap. 18:5,8.

Daniele 11: 37 - "Egli non avrà riguardo al DIO dei suoi padri, né al Desiderato delle donne; non avrà riguardo ad alcun dio, perché si magnificherà al di sopra di tutti"
   
      
Egli non avrà riguardo al DIO dei suoi padri = L’Anticristo ebreo non riconosce Dio Padre, perché non ha riconosciuto il Figlio.
Giovanni dice: <<
Chi è il mendace, se non colui che nega che Gesù è il Cristo? Costui è l'anticristo, che nega il Padre e il Figlio. Chiunque nega il Figlio, non ha neanche il Padre; chi riconosce il Figlio, ha anche il Padre>> 1Giovanni 2:22-23.
Abramo, Isacco e Giacobbe e i profeti ubbidirono in ogni cosa a Dio e desiderarono vedere il giorno del Messia, ma non lo videro, eppure credettero per fede che Egli era il Redentore del mondo (Matteo 13:17)

 
 
né al Desiderato delle donne = the_ten_commandments_GoodSalt_chuas0006.jpgIl "Desiderato delle donne" è Cristo. La nascita del Messia era così profetizzata: <<Perciò il Signore stesso vi darà un segno: Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un Figlio e gli porrà nome Emmanuele>> Isaia 7:14.
Le giovane ebree attendevano con ansia l’adempiersi di questa profezia, sperando ognuna d’esse di essere la prescelta, infatti, quando il tempo fu compiuto Dio scelse Maria una giovane vergine per generare Gesù Uomo, ma i farisei non lo riconobbero.

«Che cosa vogliono gli Ebrei? (gli Ebrei “elitisti”, dallo spirito farisaico). Vogliono l’impero universale della loro razza sui popoli addomesticati, con Gerusalemme come capitale mondiale. (...) Allora il sogno degli Ebrei sarà una realtà. E quando gli Ebrei saranno padroni del mondo, con Gerusalemme come capitale, allora – dicono essi sognando – “allora verrà il (FALSO) Messia, il grande Conquistatore, che renderà tutte le nazioni del mondo schiave degli Ebrei El Judio en el misterio de la historia, p. 92.

"L’Illuminismo francese, il dio della ragione, espatriò il Comunismo in metà mondo, perseguitò il cristianesimo e s’infiltrò nelle chiese cristiane per distruggerle. Malachi Martín, ex-Gesuita, disse che dal 1966 il Concilio Mondiale di Chiese è uno "strumento della politica sovietica", The Keys of This Blood, p. 104.

"Fu il Concilio Mondiale di Chiese che aiutò al Vietnam a cadere completamente nelle mani dei comunisti, usando i suoi membri per fare pressioni agli Stati Uniti affinché non lanciasse le sue bombe contro il Vietnam del Nord.... Lo sforzo Americano per prevenire che il Comunismo schiavizzasse al paese del Vietnam del Sud, è stato attaccato e condannato dai dirigenti delle grandi Chiese e delle organizzazioni" El Movimiento de la Nueva Era y el Illuminati 666, p. 230.
La legge Talmudica Cabale ebraica identifica gli ebrei come Dio prendendo il posto che spetta solo a DIO.
«Il popolo d'Israele, nel suo insieme, è rivestito di una funzione specifica: deve preparare il mondo, riportare tutto al proprio posto, e ha il dovere di riunire, raccogliere le scintille disperse ai quattro angoli del mondo [...] Non si attende più un movimento messianico determinato, legato a un Messia specificamente designato; il Messia diviene il popolo d'Israele tutto intero. È il popolo d'Israele, nel suo insieme, che con l'esempio si prepara a riparare la frattura originaria (peccato)…Certo è però che, con o senza un Messia-Re, gli ebrei costituiranno il centro dell'umanità, intorno al quale si raggrupperanno, dopo la loro conversione, i non-ebrei. I popoli si uniranno per prestare omaggio al Popolo di Dio. Tutte le ricchezze delle nazioni passeranno al popolo ebraico; esse staranno al seguito del popolo ebraico e si getteranno ai suoi piedi», conferma Rabbi Isidore Loeb, La littérature des pauvres dans la Bible, 1892”. Tratto dal libro “I complici di Dio”.

“Accecati dalla superbia e dall'invidia, i capi spirituali del giudaismo, dopo aver rifiutato la messianicità e la divinità di Gesù Cristo… hanno iniziato ad elaborare una nuova religiosità che di fatto è la negazione totale del giudaismo mosaico… sostituendo la legge di Mosè con il Talmud e con la Kabbalah, che altro non è se non un'amalgama blasfema di panteismo pagano, di pratiche superstiziose e di gnosticismo”. Fonte



Daniele 11:38 "Al loro posto (di Dio Padre e Gesù Cristo), onorerà il dio delle fortezze (Guerre), = Dio aveva messo in guardia Israele ad adorare altri dei: "Se tuo fratello, figlio di tua madre, tuo figlio, tua figlia, la moglie che riposa sul tuo seno o l'amico che ti è caro come la tua stessa anima ti incita in segreto, dicendo: "Andiamo a servire altri dèi", che né tu né i tuoi padri avete mai conosciuto, divinità dei popoli che vi circondano, vicini a te o da te lontani, da una estremità della terra all'altra estremità della terra, non cedere a lui e non dargli ascolto; l'occhio tuo non abbia pietà per lui; non risparmiarlo, non nasconderlo" Deuteronomio 13:6-8. 

Ma gli ebrei sono descritti come gli istigatori di tutte le guerre (Apocalisse 18:24 ) .
La sconfitta nella Prima Guerra Mondiale della Germania è imputata agli ebrei. I negoziati di pace (Trattato di Versailles)  fu un duro colpo per la popolazione.
Allo stesso modo, la crudeltà che visse il popolo russo durante gli anni della Prima Guerra Mondiale nella Rivoluzione Bolscevica ebraica del 1917 è paragonabile agli orrori della Rivoluzione Francese e alla strage degli Ugonotti (protestanti).
Se lo zarismo cadde, senza entrare in una fase di monarchia costituzionale come era avvenuto in Francia, fu a causa dell'instancabile opera di propaganda del movimento di gruppi sovversivi e clandestini, finanziati dai banchieri ebrei, opposizione e terrorismo di partiti radicali che seppero trasformare una ribellione, quella della guarnigione militare di Pietroburgo, in una rivoluzione che contagiò tutta la Russia e si rivolse contro la classe dirigente e il clero cristiano.
Chi fomentava le discordie?
La rivoluzione russa è stata firmata soltanto da mani ebree” Il Comunista, aprile 1919.

L’oro ebreo americano forgiò il bolscevismo e consacrò la rivoluzione d’ottobre alla causa egemonica d’Israele” Chicago Tribune del 19/06/1920.
 
"L'origine spirituale della Rivoluzione (bolscevica comunista) risale ai principi del socialismo quali si trovano negli insegnamenti dei profeti ebrei , anche se il comunista rinnega la terra dalla quale sono usciti" Norman Bentwich (ebreo), "B'nai B'rith magazine", marzo 1933.

La rivoluzione dei bolscevichi non sorse spontaneamente, ma fu la conseguenza di un'azione sovversiva attuata da agitatori professionisti, decisi ad ottenere il potere assoluto, benché pienamente coscienti di essere una minoranza.
Chi ha aiutato e finanziato i rivoluzionari russi nella loro acquisizione della Russia? Chi ha appoggiato Lenin, Trotsky e Stalin, come hanno potuto creare la rivoluzione e gli spargimenti di sangue in tutta la Russia?
William Franklin Sands, uno dei direttori della Federal Reserve Bank di New York, aveva appena contribuito con milioni di dollari ai bolscevichi”. - Anthony Sutton, Wall Street and the Bolshevik Revolution, Veritas Publishing, pp. 133, 134.

I sentimenti spirituali religiosi, come la giustizia e la compassione, furono disconosciute, ma venne esaltato il dio del potere attraverso guerre per raggiungere il dio della forza e della ricchezza (Mammona). Dopo la Rivoluzione Americana e la Rivoluzione Francese, il Comunismo-ateo Giudaico Illuminato-Massonico estende il suo dominio sulla Russia,  facendo leva sui finanziamenti delle grandi banche di New York. Nel libro   “La Guerra Occulta, Emmanuel Malinsky, Leon De Poncins, 1979” viene reso noto come i finanziamenti per la Rivoluzione Russa giunsero alla Massoneria dell’Est proprio da alcune grandi banche d’affari di New York. Il Presidente degli Stati Uniti Theodore Roosevelt di origine ebraica e Massone si incontrò alla Casa Bianca in privato nella sua villa di campagna con gli esponenti del B’nai B’rith nel 1903 (loggia ebraica di cui sono esclusi tutti i non ebrei), per cooperare a creare un impero economico in Russia con la fondazione di una rete di Banche (come avvenne dopo, negli Stati Uniti, con l’istituzione della Federal Reserve). Il rifiuto dello Zar che non vedeva di buon occhio le ingerenze delle lobby ebraiche e lo spirito rivoluzionario che li animava, spinse l'alta finanza internazionale ebraica al progetto della Rivoluzione bolscevica, allo stesso modo della Rivoluzione Francese, per destabilizzare la classe dirigente del governo della nazione Russa e condurre la comunità ebraica alla testa del Paese, mentre lo Zar veniva barbaramente trucidato con tutta la sua famiglia. Così la lobby ebraica trascinò la Russia in miseria decapitando la classe dirigente,  rovesciando il potere religioso, sterminando la famiglia zarina e producendo morte, fame e sterminio. In questo progetto la Mafia Massonica ebbe un posto primario. Tuttavia, la Rivoluzione Russa fu solo un importante punto fermo per raggiungere i veri scopi che la élite ebrea si prefiggeva.

Dalle parole dell'ebreo Lenin si può capire il fine ultimo del comunismo:"Non si tratta della sola Russia, io sulla Russia ci sputo; questa non è che una fase transitoria per giungere alla Rivoluzione Mondiale, al dominio del mondo. Ricordatelo, ora saremo spietati con tutti, distruggeremo ogni cosa e sulle rovine innalzeremo il nostro tempio"Bertrand  D. Wolfe, I tre artefici della Rivoluzione d'ottobre, La Nuova Italia, Firenze 1953, p. 213.
La Russia, comunista e atea a sua volta trasmise quest'ideologia a metà pianeta, perseguendo i cristiani ovunque si trovassero, guerreggiò contro la Cristianità e milioni di loro soffrirono il martirio.

un dio che i suoi padri non conoscevano, lui (l'Anticristo) lo onorerà con oro e argento, con pietre preziosi e regali costosi ="L'Eterno [a Israele] lo guidò da solo, e non c'era con Lui alcun dio straniero" Deuteronomio 32:12,16.

“Così parla il Signore Dio: Nessuno (dio) straniero dimori fra i figli di Israele”  Ez. 44: 9.

“Se tuo fratello, figlio di tua madre, o tuo figlio o tua figlia , o la donna che stringi al petto, o il tuo prossimo, che è come te stesso, ti fa questa proposta: Viene e serviamo altri Dei, quelli che ne tu né tuo padre conoscete, in messo ai popoli vicini o lontani che vi attorniano da un lato e dall’altro del paese, tu non accetterai, tu non l’ascolterai, tu non ti soffermerai su di lui, tu non avrai pietà, tu non lo difenderai; al contrario, tu devi assolutamente ucciderlo. La tua mano sarà la prima a metterlo a morte, e la mano di tutto il popolo la seguirà; tu lo lapiderai, ed egli morirà per aver cercato di portarti lontano dal Signore, Tuo Dio ( Deut.13:7-11)

Il Comunismo Giudaico-Israelita non riconobbe né Dio, né Cristo.
Il comunismo è solo uno tra i tanti e potenti strumenti che sono utilizzati nel programma Ebraico per assumere il controllo del mondo.
Gli Ebrei Americani sono stati il Centro di Potere del Comunismo e gli Stati Uniti dominati da essi, non ha combattuto il Comunismo ma è stato il principale finanziatore, ideatore, e promotore, del comunismo, non solo in Russia, ma in tutto il mondo. La guerra fredda tra Stati Uniti e URSS è stata solo una finzione.
Il dio del danaro e del potere, il dio Luciferino, che i patriarchi non conobbero perché furono fedeli all’Eterno che dice
“Io sono il Dio di Abramo, il Dio di Isacco e il Dio di Giacobbe” Matteo 22:32.
Voi non potete servire a Dio e Mammona” Matteo 6:24.
<<Quando stendete le mani, distolgo gli occhi da voi; anche quando moltiplicate le preghiere, Io non ascolto; le vostre mani sono piene di sangue>> Isaia 1:15.
L’élite ebrea, il ‘re’, investì il suo potere economico per le guerre di conquista finanziando le società segrete di cui essa si serviva per i suoi scopi.
“La rivoluzione bolscevica fu… opera del pensiero ebreo, del malcontento ebreo, dei piani ebrei, lo scopo dei quali era di creare un nuovo ordine nel mondo” The American Hebrew, 10/09/1920.
L’ebreo François Fejtö scrive: “…tumultuose simpatie filoisraeliane della popolazione ebraica dell'Unione Sovietica, quella passione per Israele che si espresse in maniera così significativa nell'accoglienza trionfale tributata al primo inviato del nuovo stato, la signora Golda Meir. Questo stato d'Israele, non era forse il coronamento dei lunghi e pazienti sforzi dei pionieri di Sion, tra i quali gli ebrei russi avevano avuto un ruolo di primo piano? Il giudaismo russo poteva giustamente considerare Israele come la realizzazione dei propri sogni, come una creatura del suo spirito e della sua carne.…" (François Fejtö, Gli ebrei e l'antisemitismo ne paesi comunisti, Sugar, Milano 1962, pp. 33-34).
Nel 1938, l’ebreo Rakovskij sedette sul banco degli imputati, la sua attività spionistica, i suoi contatti con la plutocrazia cosmopolita vennero alla luce. Ecco alcuni stralci dell'interrogatorio di Rakovskij, avvenuto il 26 febbraio 1938 (Rapporto Kusmin -così si chiamava il giudice che portò a termine l'istruttoria contro Rakovskij).
STRALCI DALL'INTERROGATORIO DELL’EBREO RAKOVSKIJ: Fonte 

Daniele 11:39 - << Con l’aiuto di quel dio straniero attaccherà le fortezze e colmerà di onori coloro che lo riconosceranno: darà loro il potere su molti e distribuirà loro terre in ricompensa>>.

Con l’aiuto di quel dio straniero  
Questo versetto è il continuo del precedente. “Il dio straniero” è riferito al ‘dio sconosciuto dei suoi padri’ del verso 38, il dio dell’Anticristo della bestia “spaventevole, terribile e straordinariamente forte; essa aveva grandi denti di ferro; divorava, stritolava e calpestava il resto con i piedi” Dan 7:7. Le dieci corna (10 tribù d’Israele) e del piccolo corno (la bestia spirituale o Tribù di Giuda) o sette teste (il domio dell'Anticristo Ebreo per mezzo del papato). Questo dio sconosciuto è SATANA.

Le ‘fortezze’ si potrebbe tradurre ‘gli abitanti delle città fortificate’ o guerre di conquiste.
Dopo aver decapitato la classe dirigente russa il sogno degli ebrei sionisti di ottenere uno Stato d’Israele e tornare a Gerusalemme divenne più reale con la Seconda Guerra Mondiale.    
La “bestia spaventevole” dalla Rivoluzione Bolscevica rivolgeva il suo interesse alla conquista della Palestina, i poteri forti pianificarono questo progetto nella Seconda Guerra Mondiale.

La Seconda Guerra Mondiale fu l’evento bellico più distruttivo della storia. La guerra ha coinvolto ogni continente: alla fine le vittime civili supereranno quelle militari. Ebbe inizio nel 1939 con l’invasione della Polonia da parte della Germania nazista e terminò nel 1945 con lo sgancio di due bombe atomiche sul Giappone.

 HITLER ERA ANTI-CRISTIANO

Con Adolf Hitler, la Germania era in uno stato di polizia
,
un Grande Fratello totalitario, la libertà fu spietatamente repressa come pure la libertà individuale.
Con Adolf Hitler, la Germania adottò il socialismo
, la spesa pubblica fu drammaticamente aumentata e furono aumentate le tasse a livelli astronomici.
Con Adolf Hitler, l'aborto divenne legale in Germania, il governo assunse l'assistenza sanitaria e il Cristianesimo fu spinto fuori dalle scuole pubbliche e fuori dalla vita pubblica.

Hitler diceva:
«Una Chiesa tedesca è solo una battuta: si può essere cristiani e tedeschi, ma non tutte e due le cose al tempo stesso»

(ANSA) - BERLINO, 7 LUG - Adolf Hitler, fuhrer della Germania nazista e spietato artefice della morte di milioni di ebrei (?), accordo' la sua personale anche se provvisoria protezione ad un giudice ebreo, Ernst Hess, che aveva servito nella sua stessa unita' durante la Prima guerra mondiale: la sorprendente rivelazione e' contenuta in un documento d'archivio della Gestapo di Dusseldorf che porta la firma del capo delle Ss, Heinrich Himmler, ritrovato dalla storica e giornalista Susanne Mauss.

Adolf Hitler era ebreo
Adolf Hitler era uno Rothschild

La Seconda Guerra Mondiale fu finanziata da Banchieri Ebrei.
 

“I banchieri ebrei della famiglia Warburg , i Kuhn e Loeb dell’omologa banca, gli Schiff, il ramo americano dei Rothschild, le famiglie Lazare,Aldrich, Cohen, Altschul, Benjamin, Guggenheim, Nachod, Read, Goldmann, Schareder furono così le sole detentrici di immensi capitali finanziari che verranno messi a disposizione dei più efferati crimini ammantati di principi umanitari e belle parole prive di senso” http://vho.org/aaargh/fran/livres10/BELLUgoverno.pdf
“Immense somme che appartengono ai depositanti delle nostre banche nazionali sono state date in Germania... Miliardi e miliardi dei nostri soldi (USA) è stata pompata in Germania da parte della Federal Reserve e la Federal Reserve Banks... Il 27 aprile 1932, la squadra Federal Reserve ha inviato 750 mila dollari in oro in Germania, appartenenti ai depositanti della banca americana. Una settimana dopo, altri 300 mila dollari in oro sono stati spediti in Germania nello stesso modo. Verso la metà di maggio 12 milioni dollari in oro sono stati spediti in Germania da parte delle banche della Federal Reserve. Quasi ogni settimana c'è un carico di oro in Germania”. - HS Kenan, The Federal Reserve Bank, The Noontide Press, 1966, p. 158.

La Federal Reserve Bank è una creazione dei gesuiti ebrei. La usano per finanziare le loro pedine come Adolf Hitler.

<< [...] Nel mondo reale, per spingere i poteri ebraici ad un simile passo occorrevano motivazioni concrete, sia di carattere economico che geostrategico, che sono per me abbastanza evidenti. Economicamente, vi era la paura che la Germania potesse rifiutare il pagamento ulteriore dei debiti di guerra, sottraendosi così al cappio delle banche ebreo-americane; e vi era il miraggio del profitto che sarebbe potuto scaturire da una rimilitarizzazione tedesca, che avrebbe portato a sua volta ad un’escalation dell’industria bellica mondiale, fonte di lucrosi appalti e finanziamenti. Sul piano geostrategico vi era l’obiettivo della creazione (all’epoca già in stadio avanzato) dello Stato d’Israele, che sarebbe diventato il fulcro degli affari ebraici nonché della politica mondiale, come oggi chiunque può vedere. Non è un caso che mentre maledicevano Hitler, i leader sionisti stringessero con lui rapporti di stretta collaborazione per realizzare il loro progetto, al quale le autorità naziste si prestarono di buon grado: il trasferimento coatto degli ebrei tedeschi, e poi d’Europa, nei territori di Palestina, dove sarebbe nato il nuovo Stato. La cosiddetta “soluzione finale” (termine coniato dai sionisti, non dai nazisti) era appunto l’espulsione degli ebrei dall’Europa verso altri territori e non lo “sterminio” voluto alla propaganda postbellica. Vi erano divergenze tra il regime nazista, che aveva scelto il Madagascar come territorio di destinazione, e i sionisti, che pretendevano il trasferimento in Palestina. Ma alla “soluzione finale” i sionisti collaborarono attivamente con le autorità tedesche.>> tratto da: http://blogghete.blog.dada.net/archivi/2007-10

Hitler adotta la teoria Evoluzionistica dell’ebreo Darwin

A un raduno del partito nazista a Norimberga nel 1933, Hitler
dichiarò: "la razza superiore assoggetta a sé una razza inferiore ... un diritto che vediamo in natura e che può essere considerato come l'unico diritto concepibile".
 ind__.pngCLICCA SULLA SVASTICA EBREO-NAZISTA

Il simbolo della svastica è stato usato per migliaia di anni, praticamente in ogni gruppo di umani sul pianeta. Era noto alle tribù germaniche come "Croce di Thor", ed è interessante che il Nazismo non abbia usato quel termine che appartiene alla storia della Germania, ma abbia invece preferito "rubare" il termine indiano "svastica". Come "Croce di Thor", il simbolo fu anche introdotto in Gran Bretagna, nel Lincolnshire e nello Yorkshire, dai colonizzatori scandinavi, molto prima di Hitler. Ancor più interessante, il segno è stato scoperto in un tempio ebraico di duemila anni fa in Palestina, per cui Hitler (inavvertitamente) ha "rubato" un simbolo ebraico. Ebbe anche la funzione di rappresentare in via stilizzata il Sole. Fu poi in uso presso popolazioni delle più diverse, come ad esempio fra gli Indiani d'America, che cancellarono dalla loro tradizione questo simbolo durante la Seconda Guerra mondiale. La sua odierna notorietà è infatti legata alla sua adozione da parte del partito nazionalsocialista tedesco prima e del Terzo Reich dopo.

Hitler era ossessionato con la "sopravvivenza del più adatto" e ha preso questa teoria alle sue estreme conseguenze. Il seguente è come un autore ha scritto.... "Hitler è stato influenzato soprattutto dalle teorie del XIX secolo, scuola darwinista sociale (teoria promossa dall’ebreo Darwin), la cui concezione dell'uomo come materiale biologico è stato legato a impulsi verso una società pianificata. Era convinto che il deterioramento attraverso l'allevamento difettoso come risultato di una libera promiscuità è stato viziato il sangue della nazione e questo ha portato alla creazione di un catalogo di 'positivi' misure curative:. igiene razziale, la scelta eugenetica di coniugi, l'allevamento degli esseri umani con i metodi di selezione"

Un altro punto che non viene trascritto nella storia ufficiale è il rapporto di Hitler con la religione.
  

Quando il primo febbraio 1933 Hitler, che era di origine ebrea, assunse il potere a “proteggere fermamente il cristianesimo”. Ma ben presto rivelò le sue vere intenzioni. Una serie di soprusi e violenze ai danni del Cristianesimo segnò l’inizio di un’autentica persecuzione.
Nella Germania nazista, era diventato di moda essere finti cristiani e professare la fede cristiana.Un articolo di Bruce Walker ci rivela il vero sentimento del nazismo Hitleriano:

“[…] Nel 1935, il capo, violentemente anti-cristiano della Gioventù Hitleriana, Baldur von Shirach aveva emanato un regolamento che proibiva qualsiasi giovane che apparteneva simultaneamente a un gruppo di giovani nella chiesa e la Gioventù Hitleriana, e gradualmente l'appartenenza alla Gioventù di Hitler è diventata quasi obbligatoria – ai genitori era stato detto che i loro figli non avrebbero trovato posto di lavoro nel servizio civile a meno che non appartenevano alla Gioventù Hitleriana e i datori di lavoro hanno detto di non assumere i giovani che non appartenevano alla Gioventù Hitleriana. Studenti cristiani che non appartengono alla Gioventù hitleriana o la sua controparte femminile venivano regolarmente picchiati da giovani teppisti nazisti.
I ragazzi inseriti nella Gioventù hitleriana erano tenuti a rifiutare in modo esplicito il cristianesimo con giuramenti di questo tipo: "il sangue tedesco e l'acqua battesimale del cristiano sono del tutto incompatibili." Al Hitler Youth centro a Halle, è stata fatta la seguente dichiarazione importante: "I fanatici della fede, che ancora oggi scivolano in ginocchio con le faccia alzate al cielo, sprecano il loro tempo in preghiera e nella frequentazione delle chiese, e non hanno ancora capito che stanno vivendo sulla terra e che quindi il loro compito è di un genere completamente terreno. Tutti noi, le persone di Hitler possiamo guardare ancora solo con il massimo disprezzo quei giovani che ancora corrono alle loro stupide Chiese evangeliche o Cattolica, al fine di sfogare i loro sentimenti piuttosto di superstizioni religiose…". Bruce Walker , “La guerra nazista sul cristianesimo nelle scuole pubbliche” , 8 luglio 2008. Fonte
La promiscuità sessuale è stata effettivamente incoraggiata. Di seguito è riportata una testimonianza da Kitty Werthmann ....
“Mia madre era molto infelice. Quando ricominciò la scuola, lei mi prese dalla scuola pubblica e mi mise in un convento. Le ho detto che non poteva farlo e lei mi ha detto che un giorno, quando sarei cresciuto, le sarei stato grato. C'era un curriculum molto buono, ma quasi nessun divertimento e senza sport, e nessun indottrinamento politico. L'ho odiato dal primo momento, ma sentivo che lo potevo tollerare. Di tanto in tanto, in vacanza, sono andato a casa. Avrei voluto tornare dai miei vecchi amici e chiedere cosa stava succedendo e quello che stavano facendo. Il loro stile di vita era molto preoccupante per me. Vivevano senza religione. In quel tempo le madri non sposate si abbellivano per avere un bambino da Hitler. Mi sembrava strano che la nostra società fosse cambiata così all'improvviso. Con il passare del tempo, ho capito che mia madre ha fatto un grande gesto in modo che non fossi stato esposto a quel tipo di filosofia umanistica”.

Per limitare la capacità di interferenza dei cattolici Hitler chiese al vice-cancelliere Franz Von Papen (ex membro del Partito cattolico del Centro) di avvicinare il Vaticano per una sorta di "compromesso": tolleranza in cambio di desistenza dall'opposizione. L'uomo di Roma deputato a rispondere all'approccio fu il cardinale Eugenio Pacelli che di lì a poco sarebbe diventato Papa Pio XII. Il Vaticano, timoroso per possibili persecuzioni nei confronti dei cattolici e, allo stesso tempo, che il nuovo regime considerasse il protestantesimo religione di stato, non tardò ad accettare. Nelle chiese cattoliche entrarono così vessilli nazisti, nelle prediche non erano inusuali riferimenti e lodi a Hitler e venivano cantate canzoni naziste durante il rito.
Il Sindacato Cattolico e la Lega Cattolica si auto-sciolsero. Il "concordato", poi, valse la parola di Hitler, cioè nulla: nel 1934 i Giovani Hitleriani cominciarono ad assaltare le sedi delle associazioni cattoliche, le SS e la Gestapo perseguitarono le figure dell'associazionismo cattolico più rappresentative e le proprietà della Chiesa cattolica vennero in parte confiscate. La Chiesa luterana, intanto, veniva fagocitata inesorabilmente dai nazisti: la riorganizzazione in 28 chiese provinciali all'interno della cosiddetta Chiesa del Reich, sotto un unico vescovo, permetteva ai nazisti un controllo pressoché assoluto.

Tornando a tempi più recenti, sembra che Papa Pio XII (1876-1958) avesse scritto un documento segreto dove affermava che doveva essere considerato dimissionario nel caso in cui fosse stato rapito dai nazisti su ordine di Hitler.

Di seguito è riportato testimonianze oculari di più da Kitty Werthmann .... “La nostra educazione è stata nazionalizzata. Ho frequentato una scuola pubblica molto buona. La popolazione era prevalentemente cattolica, così abbiamo avuto la religione nelle nostre scuole. Il giorno che abbiamo eletto Hitler (13 marzo 1938), ho camminato nella mia aula scolastica per trovare il crocifisso sostituito da un'immagine di Hitler appeso accanto a una bandiera nazista. Il nostro insegnante, una donna molto devota, si alzò e disse alla classe che non si poteva più pregare o avere una religione”.

“Gli Ebrei che si convertono al Cristianesimo sono considerati dei traditori, e vengono banditi da tutta la società ebraica. Essi rischiano di farsi uccidere dai loro vecchi correligionari ebrei come qualsiasi altro ‘Goym’.”Bernard Lazare LAntisémitisme: son histoire, ses causes, p. 290.

Mentre Hitler costruiva la sua macchina da guerra, nel 1930, i Gesuiti erano occupati ad istituire Quinte Colonnenei Paesi in cui erano in programma le invasioni naziste. Unaquinta colonna è un esercito segreto all'interno di un Paese, che è pronto ad arrendersi e aiutare un paese invasore per catturare la sua nazione. Hitler iniziò i suoi attacchi in Europa ed ebbe inizio la Seconda Guerra Mondiale. Germania, Italia e Giappone combatterono contro il resto del mondo, e milioni di persone persero la vita.
Una figura importante per i luterani che avevano inizialmente sostenuto il regime hitleriano, ma che non volevano esserne fagocitati, fu quella di Martin Niemöller, pastore berlinese che, quando avvertì le intenzioni reali di Hitler, diede vita alla Lega di Emergenza dei Pastori. Essa nel 1934 arrivò a raccogliere 7000 sostenitori, spaventati dalle operazioni dei nazisti. La repressione attuata dalla Gestapo non tardò a farsi sentire: delazioni, intimidazioni e boicottaggi portarono allo smembramento della Lega e all'accusa di tradimento dello stato nei confronti di Niemöller. Il pastore, e tutti i suoi più stretti collaboratori, finirono in campo di concentramento: i fedeli e gli attivisti si divisero terrorizzati. L'ultimo sermone di Niemöller intimò ai tedeschi queste parole: "Non siamo più disposti a tacere per ordine di un uomo, quando è Dio che ci ordina di parlare". Una volta ottenuto il potere assoluto, Hitler non avrebbe esitato a sostenere lo "sradicamento del cristianesimo dalla Germania. Perché non si può essere tedeschi e al tempo stesso cristiani!"






Basta controllare le seguenti informazioni scoperte da autore Bruce WalkerI nazisti persino proibivano ai genitori di dare ai loro figli nomi cristiani e avevano ordinato, invece di essere dati nomi ai bambini come Dietrich, Otto e Siegfried. L'insegnamento del cristianesimo a casa dai genitori in casa era proibito. Non contento della guida del Cristianesimo nelle scuole pubbliche, Himmler vietava tutti i seminari della Chiesa confessante e l'istruzione nel 1937 e chiudeva tutte le scuole private religiose…Il tratto nazista Gott und Volk (Dio e il popolo) è stato distribuito nel 1941, e descrive il ciclo di vita della gioventù tedesca del futuro, che sarebbe: "Con feste e regali i giovani saranno condotti in modo indolore da una fede all'altra e crescerà senza mai aver sentito parlare del Sermone del Monte o la Regola d'Oro, per non parlare dei Dieci Comandamenti ... L'educazione dei giovani deve essere confinata in primo luogo dal docente, all'ufficiale, ed ai capi del partito. I sacerdoti si estingueranno. Essi hanno condotto ad un allontanamento dei giovani dalla Volk. Al loro posto faranno un passo verso i leader. Non ai rappresentanti di Dio. Ma comunque ai migliori tedeschi (i leader nazisti). E come insegneremo i nostri figli? Così, come se non avessero mai sentito parlare del Cristianesimo!"
I TEDESCHI DOVEVANO “ESSERE ANNIENTATI”


73671709.jpgIl principale ideatore mirante alla distruzione o all’esproprio della Germania fu il Segretario del Tesoro degli Stati Uniti d’America Henry Morgenthau, Jr., uno dei più importanti ebrei americani Il ruolo svolto da Morghentau risulterà decisivo al fine di convincere Roosevelt a finanziare la Guerra Ebraica contro la Germania e il Giappone. Una guerra dichiarata palesemente dall’intera nazione ebraica attraverso le colonne dei principali organi d’informazione sionisti.

Nel 1940, dieci mesi prima dell’entrata ufficiale in guerra degli Stati Uniti, Kaufman pubblicò un libro dal titolo Germany Must Perish (la Germania deve perire), a pag. 24 è scritto: La guerra di oggi non è una guerra contro Adolf Hitler. E non è nemmeno una guerra contro i Nazisti. E’ una lotta fra la nazione Tedesca e l’umanità. La Germania deve perire per sempre! Materialmente e non teoricamente! La popolazione della Germania, esclusi i territori annessi e conquistati, è di circa 70 milioni, più o meno equamente distribuiti fra maschi e femmine. Per raggiungere lo scopo prefissato dell’estinzione tedesca sarebbe necessario castrarne 48 milioni… Ad un tasso normale di mortalità del 2% annuo, la popolazione in Germania diminuirà al ritmo di 1.500.000 unità all’anno. Pertanto nel giro di due generazioni, a costo di milioni di vite, l’eliminazione del Germanesimo e dei suoi portatori, sarà diventato un fatto compiuto“.

Alla 4a. sessione della Conferenza di Yalta, il 7 Febbraio 1945, Churchill rafforzò il suo concento anti-umanitario dichiarando “ che non rientrava nei propositi di CESSARE la distruzione dei Tedeschi “The Tehran, Yalta & Potsdam Conferences, Documents (Le conferenze di Tehran, Yalta e Potsdam. Documenti), Progress Publishers, Mosca 1969 pag. 104
“ L’intera industria dell’acciaio, le industrie chimiche e gli stabilimenti per la produzione di benzina sintetica verranno tolti ai Tedeschi e trasferiti in altri paesi.
L’educazione dei bambini verrà messa sotto il controllo delle Nazioni Unite e le scuole dovranno rimanere chiuse fintanto che non verranno reperiti sufficienti insegnanti ebrei. Dovranno essere scritti subito nuovi testi scolastici i cui contenuti dovranno essere concordati da Washington, Londra  e Mosca. Secondo il Piano Morgenthau verranno proibiti gli studi universitari ai giovani tedeschi, gli edifici dei licei  tecnici  tedesche verranno chiusi e le loro librerie e gli strumenti di ricerca verranno distribuiti fra America, Inghilterra e Unione Sovietica “.

Il Presidente americano Roosevelt poco dopo la Conferenza di Casablanca, 14 – 25 Gennaio 1943 disse:La pace potrà tornare nel mondo solo con la totale eliminazione del potenziale bellico tedesco e giapponese. L’eliminazione del potenziale bellico tedesco, giapponese e italiano significa la resa incondizionata da parte della Germania, del Giappone e dell’Italia.  Ciò darà al mondo una ragionevole assicurazione  di pace futura “.

STALIN FINANZIO HITLER


Da un’intervista di Eric Thomson (1988) a JOSEF GINSBURG, ebreo antisionista, è rivelato il ruolo degli ebrei nella seconda Guerra Mondiale:
 

joseph_g_burg.gif[…] Quale fu la ragione per la dichiarazione di guerra alla Germania da parte dei sionisti?”,chiesi.


 - “Per nascondere la loro collaborazione con i nazisti”, disse.

 - “Quali furono alcuni punti fondamentali della collaborazione tra i nazisti e i nazi-sionisti?”, chiesi.

 - “Primo, fu la creazione di uno stato sionista nei territori controllati dai tedeschi. Secondo, fu l’assistenza del governo tedesco per gli ebrei che lasciavano la Germania, preferibilmente per entrare in Palestina illegalmente. Terzo, fu l’assistenza dei sionisti per fornire la Germania di valute e merci estere, anche durante la seconda guerra mondiale”, disse.

 - “Ma perché i sionisti sostennero la Germania, quando volevano che fossero gli Alleati a vincere?”, chiesi.

 - “I sionisti non aiutarono la Germania in modo tale da vincere la guerra, ma solo per realizzare un profitto e per mantenere la loro influenza sui tedeschi”, disse.
- “Il nazi-sionista Ben Gurion si vantava di combattere sia Londra che Berlino”.

- “Lei ha detto che i tedeschi aiutarono i sionisti a costruire uno stato all’interno dei territori controllati dalla Germania”, dissi.

 - “Sì”, disse Ginsburg. “Ai sionisti venne concessa tale giurisdizione in campi di transito e di istruzione come Theresienstadt, ed essi costituirono anche zone autonome in certe parti della Russia e della Polonia occupate, ed ebbero anche autorità sui ghetti di città polacche come Varsavia, Lublino e Cracovia”.

 - “È vero”, chiesi, “che i tedeschi insegnavano agli ebrei mestieri quali la carpenteria, la muratura, l’uso delle macchine utensili, il mestiere dell’idraulico, la coltivazione del suolo, la zootecnia, la meccanica delle automobili, ecc.?”.

- “Sì”, disse, “lo fecero. I tedeschi aiutarono i sionisti anche ad avere il loro denaro, le loro banche, i loro francobolli, i loro uffici postali, tutte cose che vennero riconosciute dalle autorità tedesche”.

- “Tutto ciò è molto differente dalla versione hollywoodiana dei rapporti germano-ebraici che i sionisti ci vogliono far credere”, dissi. “Secondo la sua esperienza, le sofferenze degli ebrei durante la seconda guerra mondiale furono tali da poterle definire un ‘olocausto’?”, chiesi.

- “Oh, vi furono sofferenze degli ebrei”, disse, “ma nulla di paragonabile alle sofferenze dei tedeschi!”.

- “Le sofferenze degli ebrei furono dovute alla politica dei tedeschi?”, chiesi.

$$$_ PATTO EMIGRAZIONE EBREI TERZO REICH,25agosto1933.jpg

Nella foto il documento che certifica la COLLABORAZIONE ATTIVA EBREI  E TEDESCHI III° REICH!


Quello di Kolitz - all’interno del mondo sionista-revisionista - era un caso eccezionale? Non pare proprio. Si pensi ad esempio ad Abba Achimeir, esponente Ha'avara


,(הסכם העברה, heskem haavara, transfer agreement,accordo di collaborazione all'EMIGRAZIONE EBRAICA dalla Germania, tra ebrei sionisti tedeschi e Governo Tedesco, firmato il25 Agosto,August, 1933) ,in foto. waa


- “Indirettamente”, disse. “Gli ebrei soffrirono soprattutto sotto i sionisti, in particolare nei ghetti e nelle zone autonome. Un ebreo poteva essere contento di stare in un campo come Auschwitz, perché almeno sarebbe stato nutrito fino a che le scorte sarebbero durate e avrebbe ricevuto cure mediche”.

 - “Cosa accadde nei distretti governati dai sionisti che provocò le sofferenze degli ebrei?”, chiesi.

- “Fu una catastrofe!”, disse. L’amministrazione dei sionisti era così criminale e corrotta che le scorte essenziali, come il cibo, i vestiti e le medicine caddero nelle mani dei contrabbandieri e degli speculatori. Vi furono scene spaventose di bambini ebrei che supplicavano e che morivano di fame fuori dei ristoranti ebraici, mentre i grassi avventori ebrei li osservavano con indifferenza e i poliziotti ebrei passeggiavano indifferenti!”.

- “Cosa possiamo dire delle zone autonome, c’erano lì delle terre libere?”, chiesi.

- “Lì andò anche peggio!”, dichiarò. “Certo, c’erano terre agricole e boschive, utensili, attrezzi, alloggi, pozzi e corsi d’acqua, ma gli ebrei ricchi che in precedenza si erano avvalsi di lavoratori e servitori gentili, non riuscirono a cavarsela. Anche lì, dei criminali ebrei rubarono le scorte di cibo fornite dai tedeschi, così anche gli ebrei ricchi soffrirono e morirono sotto il malgoverno dei sionisti”.

 - “Per quanto riguarda i fenomeni dell’accaparramento, delle speculazioni e del mercato nero, lei aveva menzionato Simon Wiesenthal”, dissi.

 - “Sì”, disse. “La Gestapo aveva un ufficio chiamato die Stachel (la punta, del filo spinato), formato da agenti ebrei che spiavano i loro correligionari
implicati negli accaparramenti e nel mercato nero
. L’agente riceveva un premio sotto forma di percentuale del valore di ogni contrabbando scoperto. Wiesenthal era uno di questi agenti”.

- “Lei solleva in modo ricorrente questo concetto della collaborazione tra nazisti tedeschi e nazi-sionisti”, dissi. “Questo concetto mi è piuttosto nuovo”.

 - “È normale che sia così”, disse, “perché questo è esattamente il modo in cui i nazi-sionisti che controllano i media vogliono che la loro collaborazione resti: segreta. Eichmann era uno dei loro anelli deboli. Ecco perché essi dovettero rapirlo dall’Argentina e ucciderlo in Israele.Lo chiusero in una gabbia di vetro in tribunale, apparentemente per la sua protezione, ma in realtà per impedirgli di ascoltare le vere domande e di dare le vere risposte. Eichmann era uno sciocco. Non era nemmeno consapevole, non avendo fatto niente di male, di conoscere un segreto pericoloso. Avrebbe dovuto tenere la bocca chiusa e nascondersi, quando seppe dell’uccisione in Israele, da parte dei nazi-sionisti, di Joel Brandt, la sua controparte ebraica”.

- “Così, l’innocenza può essere mortale”, dissi.

- “Sì”, concordò, “i colpevoli conoscono il motivo per cui devono nascondere le proprie tracce, e sanno come farlo”.

 E allora, quale fu il ruolo di Eichmann nella collaborazione fra nazisti e nazi-sionisti?”, domandai.

- “Egli operò con Joel Brandt e altri per far uscire di nascosto gli ebrei dall’Europa in Palestina, contro la volontà degli inglesi che governavano quel territorio in base a un mandato”.

- “Eichmann aveva saputo dell’Haavara Agreement, o Accordo di Trasferimento[9], che permetteva agli ebrei che emigravano dalla Germania di portare con sé le proprie ricchezze sotto forma di merci prodotte in Germania?” domandai.

- “Un’altra ragione per il suo omicidio giudiziario”, disse Ginsburg.

- “Lei ha detto prima che i sionisti e i nazisti collaborarono alla stesura delle cosiddette leggi razziali di Norimberga”, dissi.

- “Sì”, disse, “uno dei collaboratori sionisti fu il rabbino Leo Baeck, che ora vive a Londra, in Inghilterra”.

- “Cosa fece Leo Baeck?”, gli chiesi.

- “Aiutò i nazisti a definire chi era un ebreo e chi era un tedesco e suggerì l’adozione della stella gialla a sei punte come simbolo della nazione ebraica”.

- “Lei intende dire che questo simbolo in precedenza non era usato per rappresentare il giudaismo?”, domandai?
- “Oh, era un simbolo ebraico, allo stesso modo in cui era un simbolo babilonese. La stella a sei punte venne usata da molti popoli differenti. La legione tedesca Condor
[10] la usava come insegna di grado in Spagna durante la guerra fascista dal 1936 al 1939. La vostra polizia americana usa spesso la stella a sei punte. Ma ancora negli anni ’30, per simboleggiare la nazionalità ebraica veniva usato il “Leone di Giuda” Fonte

Anche la storica ebrea Idith Zertal testimonia del collaborazionismo sionista con la Germania nel libro: Israele e la shoah, la nazione e il culto della tragedia. Nel suo racconto, riporta gran parte dei processi ai collaboratori, emigrati in Israele dopo la guerra e riconosciuti come torturatori e assassini di altri ebrei.Nei primi anni ’50, lo stato ebraico fu costretto ad emanare una legge che permettesse, senza suscitare troppo clamore, di giudicare questi criminali.
“Tutti i processati in base a questa legge, — afferma la Zertal – sino al processo di Adolf Eichmann celebrato nel 1961, furono cittadini ebrei di recente immigrazione, individui miserabili e meschini, sopravvissuti alla Shoah, che, al loro arrivo in Israele, furono riconosciuti, talvolta casualmente, da altri sopravvissuti e denunciati alle autorità di polizia.Il sistema giuridico israeliano li processò in base alla stessa legge che, circa dieci anni dopo, sarebbe servita per perseguire l’alto ufficiale delle SS Adolf Eichmann”.

Se i nazisti avevano per davvero in mente solo e sempre lo “sterminio” di ogni ebreo in cui si imbattevano perché mai avrebbero intrattenuto così duraturi e sistematici rapporti con i “sionisti”, che si ritengono essi stessi ebrei al mille per cento?
Golda Meir, allora ministro degli Esteri, il futuro primo ministro d’Israele, scriveva a Katriel Katz:
..."Il comitato vuole informare il governo polacco che vogliamo istituire una selezione nell'alyha (l'immigrazione ebraica in Terra d'Israele) poiché non possiamo continuare ad accettare malati e gente handicappata"...
L'Arianesimo di Ario non si deve confondere con i popoli che venivano dall'Est, la razza indoeuropea detta Arii.  La religione “ariana” veniva da Sud, ed inizia intorno al 300 d.C. Mentre la razza ariana indoeuropea è un termine etnico che si riconduce alle 10 tribù disperse d’Israele, l'arianesimo di Ario indica una religione nata in una regione semitica. I seguaci della religione ariana erano proprio di origine  semitica (Giudea) e nulla avevano a che vedere con la razza degli Arii o Ariani di origine indoeuropea Israelita. Fu quindi un fenomeno di assimilazione che la razza indoeuropea Israelita detta "Arii" si convertisse alla dottrina di Ario detta Arianesimo. Così mentre avveniva la disputa teologica fra cattolici e ariani avvennero sui territori germanici le prime invasioni dalle tribù barbare. Gli ariani indoeuropei (di Hitler), per merito di un monaco, Ulfila, vescovo ariano che evangelizzò le popolazioni germaniche (Goti, Burgundi…) diventarono in buona parte (Eruli, Vandali e Visigoti) seguaci dell’Arianesimo di Ario. Quando Hitler voleva purificare la Germania dagli ebrei, voleva in definitiva eliminare gli ariani della religione di Ario che discendeva inizialmente dalla razza Giudea, mirava a fare diventare "pura" la razza ariana tedesca che nella grande maggioranza non era un popolo nato e residente nel luogo, ma era formato da un insieme di insediamenti di numerose tribù, gruppi, clan che provenivano da varie zone, ossia dalle “dieci tribù disperse di Israele”. 

Ciò dimostra che i sionisti (discendenti dalle dieci tribù d’Israele) non erano preoccupati per lo sterminio di altri ebrei; che i banchieri ebrei americani, tedeschi e di altre nazionalità finanziarono la guerra; che furono rifiutati molte richieste di espatrio di ebrei verso altri paesi (per es. Tra i più ricordati ebrei c’è la famiglia di Anna Frank, il padre di essa Otto Frank mandò ben 80 lettere di richiesta asilo per fuggire dalla Germania (http://www.lager.it/annafrank.html), tutte rifiutate mentre i banchieri ebrei finanziavano lo sterminio della Seconda Guerra Mondiale. 
Il ‘re concederà l'onore, il potere e beni solo a coloro che lo riconoscono’ e si comportano secondo la sua volontà, ciò si accorda con il carattere dell'Anticristo.
Il presidente americano ebreo Roosvelet aveva detto:”La pace potrà tornare nel mondo solo con la totale eliminazione del potenziale bellico tedesco e giapponese. L’eliminazione del potenziale bellico tedesco, giapponese e italiano significa la resa incondizionata da parte della Germania, del Giappone e dell’Italia.Ciò darà al mondo una ragionevole assicurazione  di pace futura “.

Hitler con la sua pseudo-alleanza con Mussolini trascinò l’Italia allo sfacelo, i partigiani (per lo più istigati dagli ebrei italiani) insorsero contro Mussolini tacciandolo di essere dittatore, mentre "I soldati ebrei di Hitler" trucidavano i nostri soldati senza una ragione apparente.

Tuttavia una ragione c’era.
 Mussolini e i Giudei-Sionisti
Mussolini, incaricato dal re Vittorio Emanuele col mandato di Primo Ministro, nel suo discorso d’insediamento al governo, il 16 novembre 1922, tra le altre cose dice:

“… Tutte le fedi religiose saranno rispettate, con particolare riguardo a quella dominante, che è il Cattolicesimo
 
Dopo avere accettato l’appoggio della Massoneria, Mussolini si dissocia perché comprende che con il Sionismo-Giudaico, che per mezzo della Massoneria destabilizza le nazioni, l’Italia correva pericolo.


“I veri nemici del Fascismo, i più pericolosi, erano nelle stesse fila del partito; erano irriducibili Massoni, erano liberali, erano ex-sindacalisti e socialisti, erano avventurieri e profittatori che, per interesse proprio o per interesse delle proprie cricche, volevano far deviare il fascismo o asservirlo o scompaginarlo… volevano far sorgere un Mussolini che scavasse la propria fossaFonte 
 Dopo i Patti Lateranensi il Papato si riaffacciava sulla scena politica mondiale invadendo il campo che per quasi due secoli erano prerogativa del Giudaismo-Ebraico Illuminato-Massone-Ateo.
Questo atto, aggiunto alla Dichiarazione della Razza di Mussolini nei confronti degli ebrei fu ritenuto pericoloso per il potere Ebreo-Giudaico e decretò la condanna a morte di Mussolini.

 Che cos’è la Massoneria?E’ l’organo della conquista del mondo da parte degli Ebrei a danno ed a spese dei Goim (plurale di Goj) che in ebraico sono tutti i non ebrei ed in particolar modo gli occidentali sotto il convenuto titolo di ‘cristiani’ considerandosi Cristo formalmente come il capo-stipite delle religioni d’ Occidente, ma sostanzialmente come il simbolo di tutti i popoli non-ebrei da assoggettare’ Francesco Gaeta – ‘La Massoneria’ (1944)
“La Massoneria è un’istituzione ebraica, le cui parole di passo, le interpretazioni sono ebraiche dall’inizio alla fine.’ Isaac Wise, Gran Rabbino in ‘The Israelite in America’ 1860
Nel 1875 la Massoneria celebrò definitivamente la conquista dell’Italia traslando la sua sede nazionale a Roma e fondendosi in un'unica Grande Loggia. La conquista giudaico-massonica della capitale divenne palese quando a sindaco della città che fu dei Cesari, delle Aquile Imperiali e del Vaticano Chiesa di Cristo , salì l’ebreo Ernesto NathanDal 1917 al 1924 divenne Gran Maestro l’ebreo Ernesto Nathan (riprendendo una carica che aveva mantenuto ininterrottamente dal 1896 al 1904) fin quando su ordine del Governo Mussolini la Massoneria venne sciolta e le Logge chiuse… la Massoneria si riorganizzò e meditò vendetta ingrossando le fila del fuoriuscitismo anti-fascista all’estero. Avrebbe sferrato il suo colpo di grazia durante la tumultuosa seduta del Gran Consiglio del Fascismo del 25 Luglio 1943.” Fonte http://vho.org/aaargh/fran/livres10/BELLUgoverno.pdf
Anche negli USA l’ebraismo si agitava per influenzare in senso antifascista gli ambienti italo-americani.
Un articolo inglese del British Guardian scrive:
«Gli urli e le imprecazioni della stampa contro il governo di Mussolini sono addirittura nauseabondi, e avranno attirato su di noi inglesi le derisioni dell'Italia, dove s'ignora che la stampa britannica è nelle mani del giudaismo. Dal giorno in cui Mussolini prese le redini del potere, e salvò la sua patria dal caos in cui l'avevano immersa i politicanti ebraizzati che governavano il paese, la stampa colse tutte le opportunità per diffamare la sua personalità e la sua opera.Periodicamente si è alzato il grido che i giorni di Mussolini erano contati e che di ora in ora bisognava aspettarsi il ritorno alle condizioni normali in Italia. È inutile dimostrare che quest'ora non è giunta, ed è irritante spiegare per le lunghe perché queste normali condizioni non sono state riprese. Non sappiamo che cosa significhi condizioni normali, a meno che non s'intenda il governo dei politicanti dell'ebraismo contro il quale Mussolini ha le sue obbiezioni da far valere.Anche il Punch è stato invitato a prestare l'aiuto della sua satira ignominiosa. Che cosa ha fatto Mussolini per seminare tanti torbidi nel mondo giornalistico?... EGLI PREPARA DELLE LEGGI PER SOPPRIMERE LA POTENZA DEL GIUDAISMO E DELLA MASSONERIA GIUDAICA IN ITALIA, UNA POTENZA CHE E’ UN GRAVISSIMO PERICOLO PER GLI ITALIANI. Nella sua azione egli ha dovuto sopprimere certi giornali ebraici o ispirati dal giudaismo. Ecco l'abominevole oltraggio perpetrato da Mussolini contro il costituzionalismo. È un disastro che noi non abbiamo avuto in Inghilterra, un Mussolini capace di schiacciare la potenza dell'ebraismo, e di sopprimere quella propaganda giudaica di cui sono piene le colonne dei nostri giornali quotidiani» British Guardian, 23 gennaio 1925 (PREZIOSI : Giudaismo Bolscevismo Plutocrazia Massoneria)

Nell'agosto del 1923 il giornale quotidiano di Napoli ‘Il Mezzogiorno’ passò al Fascismo, il giornale additò il pericolo ebraico-plutocratico-bolscevico-massonico. E quando nel 1924, tutto il mondo si schierò contro Mussolini, il giornale pubblicò documenti gravissimi e segreti della Massoneria Italiana collaborante col Grande Oriente di Francia.
Le rivelazioni culminarono nella pubblicazione di un documento « segretissimo » del
« Comitato internazionale di azione antifascista »
residente a Parigi ed operante nel mondo. A quel Comitato, che aveva tra l'altro progettato « la scomparsa accidentale di Mussolini», facevano capo varie potenze massoni di Francia governate dall'ebraismo:
a) la Gran Loggia di Francia ;
b) la massoneria detta « Il diritto dell'uomo »;
c) la « Confederazione generale del lavoro » capitanata da Jouhaux ;
d) la «Lega dei diritti dell'uomo ».

Il documento conteneva tra l'altro le istruzioni che erano state impartite per la « costituzione dell'Aventino » e il piano circostanziato per una insurrezione destinata a travolgere il Regime. Il tutto era accompagnato da questa perorazione :
« Altri regimi più potenti del Fascismo, circondati dal prestigio di secolari tradizioni sono caduti per avere sfidato la giusta vendetta della massoneria. Anche il Fascismo dovrà cadere per la stessa causa e sotto la stessa reazione. Alla massoneria spetta il compito di permeare del suo spirito questa vasta insurrezione».

Il documento fu pubblicato il 26 aprile 1927 e produsse enorme impressione. In quello stesso giorno però la ebreo-massoneria decretò la fine del quotidiano il ‘Mezzogiorno’.
In un articolo Mussolini afferma:
«Se Pietrogrado non cade, se Denikin segna il passo gli è che così vogliono i grandi banchieri ebraici di Londra e di New York, legati da vincoli di razza con gli ebrei che a Mosca come a Budapest si prendono una rivincita contro la razza ariana, che li ha condannati alla dispersione per tanti secoli. In Russia vi è l'ottanta per cento dei dirigenti dei sovietici che sono ebrei... La finanza mondiale è in mano degli ebrei. Chi possiede le casseforti dei popoli, dirige la loro politica.Dietro i fantocci di Parigi, sono i Rothschild, i Warburg, gli Schiff, i Guggenheim, i quali hanno lo stesso sangue dei dominatori di Pietrogrado e di Budapest. La razza non tradisce la razza. Il bolscevismo è difeso dalla plutocrazia internazionale. Questa è la verità sostanziale. La plutocrazia internazionale è controllata e dominata dagli ebrei» Popolo d'Italia del 4 giugno 1919.
“Gli ebrei – scriveva Giovanni Preziosi nel 1920 e ripeteva nel 1944 – sono, in Italia, alla testa della grande banca; danno una percentuale altissima di membri ai Consigli d’amministrazione delle nostre società anonime; sono numerosi tra i membri del Senato e della Camera dei Deputati; occupano i primi e i più importanti posti delle nostre Amministrazioni di Stato. Nel campo dell’insegnamento sono numerosissimi e alcune facoltà delle nostre Università sono divenute un loro campo chiuso. Hanno nelle mani quasi tutte le Case editrici librarie d’Italia.

Molta parte dei giornali quotidiani sono nelle loro mani… Né si dimentichi, che tutte le iniziative affaristiche, anche quelle a tinta patriottica, hanno alla loro testa un ebreo.’
Così descriveva Giovanni Preziosi l’influenza dell’ebraismo italiano nella vita politica italiana degli anni venti, ulteriormente rafforzata dalla ‘Guerra Giudaica’ condotta contro il Fascismo e il Nazional-Socialismo nel 1939-45” Fonte. http://vho.org/aaargh/fran/livres10/BELLUgoverno.pdf

IL VATICANO E MUSSOLINI
Il Vaticano definì Mussolini “Uomo della Provvidenza”: "Dobbiamo dire che siamo stati anche dall'altra parte nobilmente assecondati. E forse ci voleva anche un uomo come quello che la Provvidenza ci ha fatto incontrare; un uomo che non avesse le preoccupazioni della scuola liberale... È dunque con profonda compiacenza che crediamo di avere con esso ridato Dio all'Italia e l'Italia a Dio". - Pio XI


Il timore del Giudaismo era che Mussolini appoggiasse il Papato, cosa che avvenne puntualmente nel 1929 con i Patti Lateranensi che riconsegnò al Papato il suo potere e la sua indipendenza in un piccolo Stato chiamato <Città del Vaticano>, quell’autonomia che aveva perduto con la Rivoluzione Francese nel 1798 e che il Vaticano aveva, con diplomazia meticolosa, cercato di ricostruire.

Nella relazione sugli accordi Laterani che Mussolini presentò al Parlamento, disse: “Non si può pensare una separazione nettissima tra questi due enti (Stato e Chiesa), perché il cittadino è cattolico e il cattolico è cittadino. Bisogna dunque determinare i confini tra quelle che sono le materie miste. D’altra parte la lotta tra la Chiesa e lo Stato è millenaria: o è l’Imperatore che domina il Papa o è il Papa che domina l’Imperatore”.

“… Affermo qui che la tradizione latina e imperiale di Roma oggi è rappresentata dal Cattolicesimo…
“ […] Ho molto riflettuto su questa formula; ma io credo che lo stesso Cavour non si rendesse conto di che cosa, in realtà, questa formula potesse significare. Libera Chiesa in libero Stato! Ma è possibile? Nelle nazioni cattoliche, no.Né si pensi di negare il carattere morale dello Stato fascista, perché io mi vergognerei di parlare da questa tribuna se non sentissi di rappresentare la forza morale e spirituale dello Stato. Che cosa sarebbe lo Stato se non avesse un suo spirito, una sua morale, che è quella che dà la forza alle sue leggi, e per la quale esso riesce a farsi ubbidire dai cittadini? Che cosa sarebbe lo Stato? Una cosa miserevole, davanti alla quale i cittadini avrebbero il diritto della rivolta o del disprezzo. Lo Stato fascista rivendica in pieno il suo carattere di eticità: è cattolico, ma è fascista, anzi soprattutto esclusivamente, essenzialmente fascista. Il cattolicesimo lo integra, e noi lo dichiariamo apertamente, ma nessuno pensi, sotto la specie filosofica o metafisica, di cambiarci le carte in tavola. Con gli atti dell’ 11 febbraio, il fascismo raccomanda il suo nome ai secoli che verranno… perché soltanto oggi la sua speranza è realizzata, il suo voto è compiuto!

Il Concordato fu siglato l’11 febbraio 1929 da Pio IX con Benito Mussolini e accolto nella Costituzione Repubblicana Italiana attraverso l’articolo Art.7:

<>.

Israele non perdona 

“Il tradimento e la fine di Mussolini fu realizzata tramite l’ebreo Cefis, il finanziere che organizzò l’assassinio di Mussolini… La ‘schedatura’ sionista dei nemici di Israele avviene ormai da anni attraverso il bollettino annuale dell’Anti-Defamation League e le succursali distribuite nei vari territori nazionali. In Italia per fare un solo esempio , oltre a ‘Libero’ (quotidiano sionista succursale d’Israele) , la rubrica televisiva ‘Sorgente di Vita’ a cura delle comunità ebraiche italiane e il ‘Bollettino della comunità ebraica di Milano’, il mensile ‘Shalom’ e i siti internet www.shalom.it e www.menorah.it rappresentano le principali fonti d’informazione dei presidi oligarchici plutocratici nel nostro paese” Fonte http://vho.org/aaargh/fran/livres10/BELLUgoverno.pdf


 

Nel Cap. XXIV della ‘Vita di Lord George Bentinck’, l’ebreo Disraeli osservava:

« Se il lettore getta gli occhi sui governi provvisori di Germania, d'Italia e perfino di Francia formati in questo periodo, egli riconoscerà in tutti l'elemento ebreo... L'abolizione della proprietà è proclamata dalle società segrete che formano i governi provvisori.Alla testa di ciascuna di esse vi sono uomini ebrei... Gli ebrei vogliono distruggere questa ingrata cristianità di cui non possono più sopportare la tirannia ».

“Mentre aspettano la venuta del [falso] Messia, gli Ebrei vivono in stato di guerra continua con tutti gli altri popoli. Quando la vittoria sarà definitiva, i popoli accetteranno la fede ebraica. Solo i Cristiani non parteciperanno a questa grazia. Saranno interamente sterminati perché discendono dal diavolo”Henri de Lassus, “La Conjuration anti-chrétienne (La Congiura Anti-Cristiana)”.       
Oggi la lotta persiste, anzi, sembra più furiosa di sempre anche perché è vicina la sua conclusione. In questa lotta le armi per attaccare o difendersi sono anche i libri, e tra questi ce n’è uno intitolato: Protocolli dei Saggi di Sion. Esso insegna ciò che bisogna fare per giungere al controllo mondiale. I suoi autori – che sono Ebrei dalla mentalità elitista – non lo vogliono riconoscere, e pagano degli "esperti" affinché lo definiscano "un falso". È evidente che questo libro mette in imbarazzo coloro che in sua presenza si sentono smascherati. Alle volte la polemica è talmente viva, che uno finisce per pensare che non esista al mondo un libro più contestato di questo.
Tuttavia c’è un LIBRO, LA BIBBIA, che svela i malvagi inganni orditi da Satana e messi in opera dai suoi accoliti.

“La Bibbia, dirige la sua attenzione ai tesori nascosti che essa racchiude, cerchi le sue gemme di Verità e otterrà una forza intellettuale che non potrà impartirle lo studio di tutto ciò che abbraccia la filosofia. I grandi temi che la Bibbia tratta, la degna semplicità delle sue parole ispirate, i temi elevati che presenta alla mente, la luce penetrante e chiara che fluisce dal trono di Dio e illumina l’intelletto, svilupperanno le facoltà della mente fino un punto che difficilmente può essere compreso e che mai sarà pienamente spiegato. La Bibbia presenta alla mente un campo illimitato, tanto più elevato e nobile delle creazioni superficiali dell’intelletto non santificato, come sono i cieli più alti della terra. La storia ispirata della nostra specie è collocata nelle mani di ogni individuo…Le persone possono aver goduto della preparazione delle scuole, e possono essersi familiarizzati con i grandi scrittori in teologia; tuttavia, la Verità apre la mente e la imprime con un potere nuovo e sorprendente, quando la Parola di Dio si scruta e si esamina con il desiderio fervente e pio di intenderla” E. G. White, Review and Herald, 11 gennaio 1881.
Il sesto Impero, l’Illuminismo ateo-Massonico, Ebreo-Giudeo, ovvero la bestia spaventevole, terribile e straordinariamente forte” che “divorava, stritolava e calpestava il resto con i piedi” (Dan 7:7), stava cambiando pelle.       
L’ideologia Comunista sembrò essere sopraffatta con la caduta del Muro di Berlino nel 1989, tuttavia il vero comunismo rappresentato dalla élite Giudaico-ebrea, aveva cambiato volto prendendo una forma ‘Democratica’ che sotto mentite spoglie si assurgeva a liberatore dei Paesi del mondo liberando dal terrorismo l’Europa e gli Stati Uniti, e dalla Dittatura i Paesi Orientali. Il terrorismo creato con lo scopo di produrre disordine finanziato e usato dall’élite ebrea facendosi scudo con l’islamismo, e operando attraverso varie “sette segrete”, addestrate, utilizzate e finanziate come strumento di lotta per creare stragi, eccidi e disordini e abbattere così l’ordine stabilito delle nazioni.

“La conquista degli Stati Uniti da parte degli ebrei raggiunge la sua apoteosi nei nostri giorni. In meno di mezzo secolo, i conquistatori ariani sono stati respinti, spossessati, ridotti un po’ovunque ad impieghi secondari, a lavori comuni. E i nuovi signori si sono insediati, occupando uno ad uno i punti strategici, espellendo via via i vecchi occupanti dalle roccaforti delle quali essi credevano d’essersi assicurati la custodia per l’eternità. Un lavoro ben fatto, una bella pulizia” Pierre Antoine Cousteau – L’America Ebraica’– edizioni Effepì – Genova 2002.
La seconda guerra mondiale provocò colossali devastazioni delle infrastrutture e delle popolazioni di tutta l'Eurasia - dall'Oceano Atlantico al Pacifico - che non risparmiò quasi nessun paese. L'unica grande potenza industriale del mondo a emergerne incolume, anzi rafforzata sul piano economico, furono gli Stati Uniti, che passarono rapidamente a consolidare le posizioni raggiuntehttp://www.iai.it/pdf/global/Wallersteintrad5.PDF.
Il Comunismo ebreo dalla Russia trasferiva in forma ufficiale la sua base operativa negli Stati Uniti d’America, agendo attraverso il Settimo Impero: Stati Uniti d’America.

Daniele 11:1-35 - re del Nord e re del Sud -
Daniele 11 - La "Quarta Bestia" Giudeo-Papale" - I "Sacrifici Rituali" - 
DANIELE 11:40-45
DANIELE 12:5-13
STATI UNITI, CHI COMANDA?
APOCALISSE 13
APOCALISSE 17
ARMAGHEDON: L'ANTICRISTO ARRIVA DA SION
LA QUESTIONE EBRAICA

Copyright © by Avventismo Profetico All Right Reserved.

(4336 letture)

[ Indietro ]
SALVA LA PAGINA IN PDF

VUOI INVIARE UN MESSAGGIO? SCRIVERE UN COMMENTO O RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI?
CLICCA QUI PER SCRIVERCI

© 2009 Avventismo Profetico - Giuseppa La Mantia- Power By Virtualars