Home  ·  Contattaci

Italiano



LA QUESTIONE EBRAICA

Questo studio si prefigge lo scopo di presentare il problema della “Questione Ebraica” alla luce della Parola di Dio, partendo dalla sua origine che risale alla morte di Cristo, fino ai giorni nostri. L’influenza Giudaica ha condizionato durante i secoli la cultura cristiana - cattolica oltre a quella protestante e ha causato persecuzioni, guerre, insurrezioni e non solo, definendo di fatto, le regole economiche, politiche e sociali; ha inoltre acquisito posti di comando in ogni Istituzione per raggiungere il dominio totale nel mondo e sui popoli. Il Sionismo Giudaico è un labirinto e i vari poteri sono convogliati in esso senza potersi liberare. Il mondo, per il Sionismo ebraico, è uno scacchiere e i vari poteri sono pedine nelle loro mani, gli eventi dipendono dalle loro mosse e dai fini che vogliono raggiungere, gli esecutori dei loro progetti sono ignari, o consapevolmente costretti, di realizzare un empio disegno a loro sconosciuto. 

 imagesCA61YZ30.jpg

Dalle pagine Sacre della Bibbia possiamo trovare il movente e la meta finale che questo potere si propone di raggiungere.
Altresì ritengo necessario escludere da questa analisi gli Ebrei fedeli alla Torah. Ellen White nelle sue testimonianze profetizza un'ampia conversione di Ebrei sinceri e fedeli alla Torah al ritorno di Cristo Trionfante, che, secondo l'ispirazione profetica Lo riconosceranno come il Messia sofferente venuto 2000 anni fa, morto per i peccati e la rendezione dell'uomo. Invito il lettore a prendere visione della storia di questo popolo, anti – Sionista perseguitato nei secoli dai propri fratelli sino ad ora
QUI. QUI'.QUI'.QUI'

CON QUESTO STUDIO NON E' MESSA IN DISCUSSIONE LA PERSECUZIONE E LA MORTE DI MIGLIAIA DI EBREI INNOCENTI DURANTE I SECOLI, FINO ALLA SHOAH DI HITLER, MA DIETRO L'ODIO TEDESCO SI COPRE LA VERA RESPONSABILITA' E I VERI MOTIVI DI QUESTO STERMINIO.

Prima di entrare nel merito della questione ebraica, bisogna dare uno sguardo alle origini del popolo di Israele, il primo popolo di Dio. Il significato letterale di Ebreo è “che proviene dalla regione al di là del fiume”. Mentre il nome “Israele” vuol dire “colui che lotta con Dio”, infatti, questo nome venne assegnato da Dio a Giacobbe quando lottò con l’angelo a Peniel [Genesi 32:28].
Giacobbe era figlio di Isacco, figlio di Abramo. Abramo ebbe due figli: Isacco, dalla moglie Sara, e Ismaele, il figlio della serva. Tra i due fratelli [Isacco E Ismaele] crescendo c’era animosità e Ismaele andò via dalla casa paterna e si stabilì al sud della Palestina. Da Ismaele ebbe origine l’odierno popolo Arabo-Palestinese. Isacco generò Giacobbe e Esaù, il quale vendette la primogenitura a Giacobbe per un piatto di lenticchie.

Giacobbe ebbe dodici figli, dai quali si formarono le dodici tribù d’Israele, tra cui Giuda. Dalla tribù di Giuda nacque Cristo.
Israele, reso schiavo dai Faraoni d’Egitto per 400 anni, fu liberato da Dio per mezzo di Mosè, il quale ricevette le Tavole della Legge sul monte Sinai; il popolo peregrinò 40 anni nel deserto a causa della sua disubbidienza. Alla morte di Mosè, Giosuè fu designato da Dio per guidare le schiere del popolo di Israele e, passando per il fiume Giordano, entrarono nella Terra Promessa, la Palestina, l’antica Caanan. 
Il Signore affidò a questo popolo il Sacro Compito di portare la conoscenza di Dio e del Suo amore a tutte le nazioni, per renderli consapevoli del piano di Redenzione, della venuta del Messia e della Sua morte per il riscatto dei nostri peccati.
<<Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il Suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna>> Giovanni 3: 16.

Ma Israele aggravò la sua apostasia e fu deportato in Babilonia [606 a.C.].
Un piccolo rimanente del popolo rinnovò il patto di fedeltà a Dio [vedi Geremia, Daniele, Ezechiele], così la conoscenza della promessa della venuta del Messia Redentore si diffuse tra le nazioni pagane [per es. i re Magi].
Al ritorno della cattività di Babilonia a Gerusalemme, Israele alterò la spiritualità della Legge sostituendola con la “Tradizione” ed eresse un muro di separazione con le nazioni pagane. I sacerdoti “misuravano la loro santità con la moltitudine delle cerimonie, mentre i loro cuori traboccavano di orgoglio e ipocrisia” GC 29.

img092.jpgL’empietà d’Israele toccò il fondo, quando, urlando in direzione di Cristo il popolo gridò <<Crocifiggilo! Pilato disse loro - Crocifiggerò io il vostro Re? I capi sacerdoti risposero - Noi non abbiamo altro re che Cesare>> (Giovanni 19: 15).

Nemmeno alla resurrezione di Cristo gli ebrei riconobbero in Cristo, Colui che era stato profetizzato. 

<<L'angelo, rivolgendosi alle donne, disse loro: «Non temete, perché io so che cercate Gesù, che è stato crocifisso. Egli non è qui, perché è risorto, come aveva detto... Presto, andate a dire ai suoi discepoli che egli è risorto dai morti... Mentre esse andavano, ecco alcuni della guardia giunsero in città e riferirono ai capi dei sacerdoti quanto era accaduto. Questi allora, radunatisi con gli anziani, deliberarono di dare una cospicua somma di denaro ai soldati, e dissero loro: «Dite: I suoi discepoli sono venuti di notte, e l'hanno rubato mentre noi dormivamo. E se poi la cosa verrà agli orecchi del governatore, lo placheremo noi e faremo in modo che voi non siate puniti». Ed essi, preso il denaro, fecero come erano stati istruiti, e questo detto si è divulgato fra i Giudei, fino ad oggi>> Matteo 28: 5-7, 11-15.

Essi avevano volontariamente travisato le profezie riguardanti il Messia, perché speravano di liberarsi dai Romani e non dai propri peccati, tanto che preferirono assoggettarsi a Cesare e consegnare Cristo a Pilato per farlo crocifiggere, pur di non riconoscere il proprio orgoglio e la miseria umana; non sentivano la necessità di essere liberati dai loro peccati. Gesù profetizzò la persecuzione della cristianità durante i secoli da parte della classe dirigente Giudea che attraverso l'apostasia della Chiesa Cattolica e le istituzione politico-economiche ha perseguito e ucciso, il rimanente fedele di Cristo e il suo stesso popolo.

 "Udirete parlare di guerre e rumori di guerre... E' necessario che questo avvenga, ma ancora non è la fine [della nazione Giudea come tale]. Perché si leveranno nazione contro nazione, e regno contro regno... e tutte queste cose sono principio di dolore" Cristo disse: Man mano che i rabbini vedano questi segni, dichiarerà che sono i giudizi di Dio sulle nazioni per mantenere il suo popolo scelto (gli Ebrei) in schiavitù. Dichiareranno che questi segni sono indizi della venuta del Messia. Non v’ingannate; sono il principio dei giudizi. Il popolo (ebreo) riguardò a se stesso. Non si è pentito né si è convertito perché Gesù lo sanasse. I segnali che essi presentano come indizio della schiavitù, saranno i segnali della loro distruzione. Allora (i Giudei) vi consegneranno (al papato o al protestantesimo apostata vedi Ap. 13:11-15) e vi uccideranno; e voi sarete aborriti da tutti i popoli a causa del Mio Nome". Tutto questo lo soffriranno i cristiani (fedeli). I Giudei compirono il loro proposito uccidendo Stefano, Giacomo e altri cristiani... QUESTE COSE SUCCEDERANNO NUOVAMENTE. Le autorità faranno leggi ... forzeranno la coscienza che unicamente Dio deve dirigere. Nonostante ora stanno iniziando, e continueranno quest’opera fino a raggiungere il limite che non può superato, quando Dio s'interporrà a favore del Suo popolo leale, che osserva i Comandamenti”. El Deseado De Todas Las Gentes 582, 583.
Il commento tra le parentesi quadre [ ], è di E. White.

<<Serpenti, razza di vipere! Come sfuggirete al giudizio della Geenna? Perciò, ecco io vi mando dei profeti, dei savi e degli scribi; di loro ne ucciderete e crocifiggerete alcuni, altri ne flagellerete nelle vostre sinagoghe e li perseguiterete di città in città, affinché ricada su di voi tutto il sangue giusto sparso sulla terra, dal sangue del giusto Abele, fino al sangue di Zaccaria, figlio di Barachia, che uccideste fra il tempio e l'altare. In verità vi dico che tutte queste cose ricadranno su questa generazione. Gerusalemme, Gerusalemme, che uccidi i profeti e lapidi coloro che ti sono mandati! Quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli come la gallina raccoglie i suoi pulcini sotto le ali, e voi non avete voluto! Ecco, la vostra casa vi è lasciata deserta>> Matteo 23: 33-38.

Essi avevano volontariamente travisato le profezie riguardanti il Messia, perché speravano di liberarsi dai Romani e non dai propri peccati, tanto che preferirono assoggettarsi a Cesare e consegnare Cristo a Pilato per farlo crocifiggere, pur di non riconoscere il proprio orgoglio e la miseria umana; non sentivano la necessità di essere liberati dai loro peccati.

Gesù indirizzò la Sua “grazia” ai gentili facendo uno, dei due popoli avendo demolito “il muro di separazione” [Efesi 2:14].
Da quel momento il popolo di Israele perdeva il privilegio di essere definito “popolo eletto”, ma <come però al terebinto e alla quercia, quando sono abbattuti rimane il ceppo, così una progenie santa sarà il suo ceppo». Isaia 6. 13.
Un rimanente d'Israele sarebbe rimasto fedele a Dio sino alla fine.

I “capi sacerdoti” o “Farisei”, la classe dirigente non si ritenne un popolo abbandonato da Dio e si adoperò occultamente all’interno della Chiesa Cristiana Apostolica per distruggerne nei secoli successivi, i principi dottrinali e separarla da Dio. Nascose il suo intimo disprezzo per il resto dell’umanità ed ebbe un unico progetto subdolo e nascosto: distruggere Cristo, la Sua Chiesa [Cattolica-Protestante] compresa l’umanità “pagana” e ogni tipo di religione o credenza diversa dall’ebraismo, per ricostituire la nazione del “popolo eletto” condizione indispensabile per accogliere la venuta del Messia.

Paolo dice a tal proposito:
<<Infatti, io so questo che dopo la mia dipartita [morte], entreranno in mezzo a voi dei lupi rapaci, i quali non risparmieranno il gregge, e che tra voi stessi sorgeranno degli uomini che proporranno cose perverse per trascinarsi dietro i discepoli>> Atti 20: 29,30.

 QUESTIONE EBRAICA: CAUSE
 
Il Signore si rivolse così ad Israele: <<Ora, se tu ubbidisci diligentemente alla voce dell’Eterno, il tuo DIO, avendo cura di mettere in pratica tutti i Suoi Comandamenti che oggi ti prescrivo, avverrà che l’Eterno, il tuo DIO, ti innalzerà sopra tutte le nazioni della terra; imagesCAZW84L7.jpgtutte queste benedizioni verranno su di te e ti raggiungeranno>> Deuteronomio 28:1,2.

<<Ma se non ubbidisci alla voce dell’Eterno, il tuo DIO, per osservare con cura tutti i Suoi Comandamenti e tutti i Suoi statuti che oggi ti prescrivo, avverrà che tutte queste maledizioni verranno su di te e ti raggiungeranno. Sarai maledetto nella città e sarai maledetto nella campagna… L’Eterno ti colpirà di delirio, di cecità e di smarrimento di cuore… e diverrai lo stupore, il proverbio e la favola di tutti i popoli fra i quali l’Eterno t’avrà condotto… E voi rimarrete poca gente, dopo essere stati numerosi come le stelle del cielo, perché non avrai ubbidito alla voce dell’Eterno, ch’è il tuo Dio… e sarete strappati dal paese del quale vai a prendere possesso. L’Eterno ti disperderà tra tutti i popoli, da una estremità della terra sino all’altra; e là servirai altri dèi, che ne tu ne i tuoi padri avete mai conosciuti: al legno e alla pietra. E fra quelle nazioni non avrai requie, e non vi sarà luogo di riposo per la pianta dei tuoi piedi; ma l’Eterno ti darà quivi un cuore tremante, degli occhi che si spegneranno e un’anima languente. La tua vita ti starà dinanzi come sospesa; tremerai notte e giorno, e non sarai sicuro della tua esistenza… Io prendo oggi a testimoni contro a voi il cielo e la terra, che ti ho posto davanti la vita e la morte, la benedizione e la maledizione>> Deuteronomio 28:15,16,28,37,62-66; 30:19.

Il Signore desiderava che Israele raggiungesse nobili ideali: la santità del carattere, il perfezionamento morale e spirituale, l’ubbidienza della Legge, questa era la condizione posta per ricevere la protezione di Dio. Egli doveva vivere separato dall’idolatria e dai costumi dei popoli pagani e rappresentare il carattere di Dio davanti alle Nazioni.
Ma il popolo d’Israele si afferrava alle benedizioni materiali e rifiutava la grazia spirituale. Rispettava le tradizioni umane e osservava la Legge nella lettera, ma non nello spirito. Lontano dal trasformarsi una luce per il mondo, acquisì e continuò con le usanze pagane abominevoli a Dio contaminando il santuario terreno. Israele, avendo ucciso Cristo [il Messia che dicono di aspettare], perdette per sempre il posto che Dio gli aveva assegnato nel piano divino.
<<Onde l’ira dell’Eterno si accese contro il Suo popolo, ed Egli ebbe in abominio la Sua eredità. E li dette in mano delle nazioni>> Salmo 106:40.
 
distruzione_Gerusalemme.jpgLa distruzione di Gerusalemme nel 70 d.C. disperse il popolo Israele tra le nazioni del mondo. Perdettero il privilegio e insieme l’onore di essere una “razza pura ed eletta”. Israele scomparve altresì come nazione con un suo territorio. Questi eventi nei primi secoli innescarono nella classe dirigente farisaica una guerra di rivalsa con il resto dei popoli, cristiani e pagani, per riprendersi ciò che l’adempimento della profezia biblica gli aveva tolto: il regno d’Israele, la Gerusalemme dove i profeti avevano predetto l’origine del Nuovo Regno con l’avvento di Cristo.
Il ritorno attuale dei Giudei in Palestina e lo stabilirsi del moderno Stato di Israele, secondo la profezia biblica NON implica una loro restaurazione come popolo di Dio, né presente, né futura, è profetizzato che di Israele resterà un Rimanente che riconoscerà Cristo come Salvatore e Redentore del mondo intero e sarà salvato.
Per realizzare il progetto di riappropriarsi di ciò che Dio gli aveva tolto, i “farisei Giudei” scelsero Satana, definitivamente, come loro “capo”, e praticamente possedettero la vera anima dell’ANTICRISTO.
“Chi conosce la storia della Chiesa primitiva sa che essa si salvò dalla distruzione da parte ebraica solo grazie alla potenza romana che imponeva la sua legge. Gli Atti degli Apostoli ci testimoniano di Paolo e degli altri apostoli e discepoli più volte salvati dalle mani della Sinagoga grazie al rude intervento dell'autorità imperiale.Non si salvò Stefano, lapidato dagli ebrei con un colpo di mano, né Giacomo di Zebedeo, il fratello di Giovanni, decapitato nel 44 da Erode Agrippa esplicitamente per ingraziarsi le autorità giudaiche. Nel 61 bastò (lo racconta un giudeo come Giuseppe Flavio) che il procuratore romano Festo morisse e che il adfg.jpgsuccessore Albino tardasse a venire perché il Sinedrio condannasse a morte l'altro Giacomo, il 'fratello' di Gesù, il primo vescovo di Gerusalemme «e altri (cristiani) colpevoli di avere violato la Torah», dice Giuseppe. Quando, 5 anni dopo, nel 66, scoppiò la prima, terribile rivolta, la comunità cristiana, privata della protezione della legge e delle armi di Roma, si salvò dall'ira ebraica soltanto fuggendo in massa in Perea, in territorio in maggioranza pagano.
Ma, nel 132, ecco la seconda rivolta, capeggiata da Simone Bar Kokheba, acclamato Messia anche dal grande rabbi Akiba. Quella volta, non ci fu tempo per fuggire, per rifugiarsi sotto l'autorità di quella Roma che nel cristianesimo primitivo assolse a un ruolo insieme di protezione e di persecuzione. (Anche qui,
verità impone di non dimenticare che alcune delle persecuzioni pagane si devono alle denunce presso l'autorità romana fatte dalle autorità dell'ebraismo, allora religio licita [religione tollerata], riconosciuta dalle leggi dell'Impero, a differenza della 'eresia dei Galilei'. Per molti storici, è certo che, nel 64, Nerone dirottò sulla comunità cristiana le accuse di avere incendiato Roma -scatenando il crudele massacro- dietro consiglio di Poppea la quale, come molte matrone romane, si circondava di rabbini, probabilmente essendosi fatta "proselita", cioè convertita all'ebraismo.Del resto, Svetonio ci informa che già verso il 50 Claudio era stato costretto a espellere da Roma «i Giudei i quali, ad impulso di Cresto, facevano frequenti tumulti». Per dirla con Max Weber, il famoso sociologo, soprattutto della religione: «Il fortissimo inasprimento delle relazioni tra giudaismo e cristianesimo è stato, nei primi secoli, provocato essenzialmente non da parte cristiana ma giudaica. Gli ebrei, in una posizione garantita verso i Romani, sfruttarono la posizione precaria dei cristiani, non protetti dai loro privilegi verso il dovere del culto all'imperatore, per mettere in movimento contro di essi la forza dello Stato. Essi furono quindi considerati dai cristiani come i primi responsabili della persecuzione».Per tornare al 132, a quando l'ebraismo, scacciati i Romani, ritorna, per un paio di anni, padrone di Israele e si coniano addirittura monete con impresso "Anno primo dell'era messianica", abbiamo al proposito la testimonianza di Giustino, nato in Palestina, che scrive pochi anni dopo soltanto. «[L’Ebreo] Bar Kokheba -testimonia quel santo- fece subire ai cristiani, e ai cristiani solamente, gli estremi supplizi se non rinnegavano e non bestemmiavano Gesù Cristo».
Da questo, e da molti altri inquietanti precedenti, sembra sicuro che, se, con Costantino e successori, l'Impero si fosse convertito all'ebraismo e non al cristianesimo, per quest'ultimo ci sarebbero state ben poche possibilità di sopravvivere, almeno alla luce del sole.
Tratto da: Vittorio MESSORI, Pensare la storia. Una lettura cattolica dell'avventura umana Ed. Paoline, Milano 1992, p. 407 408.http://www.storialibera.it/epoca_antica/origini_cristiane/articolo.php?id=103&titolo=Giudei%20e%20primi%20cristiani
 
I Giudei erano privilegiati nell'impero romano, secondo la condizione giuridica di religio licita (tolleranza religiosa) cioè chi aderiva al giudaismo aveva alcuni diritti come raccolta tasse, esenzione da servizio militare ed esenzione dal culto Imperiale ed ufficiale. Gli stessi privilegi, e ancor di più, li troviamo trasmessi nella Chiesa Cattolica papale ai giorni nostri.
Rinnegare Gesù con "bestemmia" era un'imposizione ebraica richiesta a coloro che dovevano "abiurare" Cristo per avere salva la vita, ne troviamo traccia proprio tra i discepoli di Cristo:
<>. Allora egli (Pietro) cominciò a bestemmiare e giurare dicendo, "io non conosco quell'Uomo!">> Matteo 26:73,74 - Bible New King James Version.
La "bestemmia" o "abiura cristianizzata" per avere salva la vita la ritroviamo nel papato del Medioevo, quando le persecuzioni furono all'apice per la crudeltà dei "lupi" rivestiti d'agnello che agivano nella forma ibrida di dirigenza cristiana compiacente e Giudei anticristiani occulti.
Satana stava alla loro testa ed essi agivano mossi dall’impulso e da un’ira cieca in seno alla società, nelle classi elevate, nelle supreme istituzioni delle nazioni e nelle supreme autorità religiose, Satana li dirigeva.
"Come hai visto il ferro mescolato con la molle argilla, essi si mescoleranno per seme umano, ma non si uniranno l'uno all'altro, esattamente come il ferro non si amalgama con l'argilla" Daniele 2: 43.
 
LA TRADIZIONE
Si crede ... che l'Antico Testamento costituisca il libro base dell'insegnamento religioso per la gioventù israelitica. E' un errore ... il libro le cui idee e dottrine impregnano l'intelligenza del giovane israelita e formano i costumi della sua famiglia è il Talmùd (H. De Vries, Juifs et catholiques, Grasset, Paris, 1939, pag. 176).

Il Talmud  racchiude le interpretazione della Torah che Dio diede a Mosè, elaborata dai dotti ebrei e prende appunto il nome di “Tradizioni religiose dei padri”; gli stessi che uccisero i Profeti, il Messia e gli Apostoli del vero Dio.

Gesù condannò la “tradizione” dei padri:
 
<<Allora gli scribi e i farisei di Gerusalemme vennero a Gesù e gli dissero: <<Perché i tuoi discepoli trasgrediscono la tradizione degli anziani? Ma Egli rispose e disse loro: <perché trasgredite il Comandamento di Dio a motivo della vostra tradizione? ... Ipocriti, ben profetizzò di voi Isaia quando disse: “Questo popolo si accosta a me con la bocca e mi onora con le labbra; ma il loro cuore è lontano da me. E invano mi rendono un culto, insegnando dottrine che sono comandamenti di uomini>> Matteo 15: 3,7-9.
<< Voi siete figli del diavolo, che è vostro padre, e volete fare i desideri del padre vostro. Egli è stato omicida fin dal principio e non si è attenuto alla verità, perché non c'è verità in lui. Quando dice il falso, parla di quel che è suo perché è bugiardo e padre della menzogna.A me, perché io dico la verità, voi non credete>> Giovanni 8: 44-45.
Le “tradizioni” stabilite nel Talmud trasmesse oralmente e dopo scritti in un libro, sono una mescolanza di pratiche pagane, di spiritismo, un intreccio di razzismo e disprezzo verso i cristiani, di bestemmia verso Cristo e tanto altro.
 Sebbene i rabbini siano esperti del Talmud, probabilmente sono pochi gli ebrei che sanno esattamente cos'è il Talmud.
 
TALMUD E BIBBIA: COMPARAZIONE

LA BIBBIA:
 
I profeti hanno trascritto nella Bibbia le vere condizioni del Giudaismo, lo stesso che poi ritroveremo nel Talmud.
SEDUTE SPIRITICHE:
- "Allora Saul disse ai suoi servi:Cercatemi una donna che sia una medium perché possa andare da lei per consultarla" Così Saul si travestì indossando altri abiti e partì con due uomini. Giunsero dalla donna di notte e Saul le disse:  «Pratica la divinazione per me, ti prego, con una seduta spiritica e fammi salire colui che ti dirò" I° Samuele 28: 7,8.

SPIRITISMO DIABOLICO:
- "E si era costituito sacerdoti per gli alti luoghi e per i demoni, e per i vitelli d'oro ch'egli fece>"II Cronache 11: 15.
 
SACRIFICI UMANI:
- "Achaz aveva vent'anni quando iniziò a regnare, e regnò sedici anni a Gerusalemme. Egli non fece ciò che è giusto agli occhi dell'Eterno, come aveva fatto Davide suo padre; ma seguì le vie dei re d'Israele e fece perfino immagini di metallo fuso per i Baal. Egli bruciò incenso nella valle del figliuolo di Hinnom, ed arse i suoi figliuoli nel fuoco, secondo le abominazioni delle nazioni che l'Eterno aveva cacciato d'innanzi ai figliuoli d'Israele >> - II Cronache 28: 1-4.
"Così ha detto l'Eterno: Và e compra una brocca di terracotta; prendi quindi alcuni anziani del popolo e alcuni anziani dei sacerdoti ed esci verso la valle del figlio di Hinnom che è all'ingresso della Porta del coccio e là proclama le parole che io ti dirò... hanno profanato questo luogo e vi hanno bruciato incenso ad altri dèi, che né essi, né i loro padri, né i re di Giuda hanno conosciuto, e hanno riempito questo luogo di sangue di innoccenti; hanno pure edificato gli alti luoghi a Baal per bruciare nel fuoco i loro figli in olocausto a Baal, cosa che NON avevo comandato, di cui non avevo mai parlato e che non mi era mai venuta in mente" Geremia 19:1-5.
 
IDOLATRIA - SACRIFICI UMANI - STREGONERIA:
- "Manasse… fece ciò che era male agli occhi dell'Eterno… eresse altari a Baal, fece degli idoli d'Astarte e adorò tutto l'esercito del cielo e lo servì… Fece passare i suoi figliuoli per il fuoco nella valle del figliuolo di Hinnom: si dette alla magia, agli incantesimi, alla stregoneria e istituì di quelli che evocavano gli spiriti e predicevano l'avvenire… "- II Cronache 33: 1-3, 6.

SANGUE INNOCENTE OFFERTO A SATANA:
"Ma si mescolarono fra le nazioni e impararono le loro opere; servirono i loro idoli, e questi divennero un laccio per loro;  e sacrificarono i loro figliuoli e le loro figliuole ai demoni, e sparsero il sangue innocente, il sangue dei loro figliuoli e delle loro figliuole, che sacrificarono agli idoli di Canaan; e il paese fu profanato dal sangue versato. Essi si contaminarono con le loro opere, e si prostituirono con i loro atti" Salmo 106: 35-39.

"Anche se ti lavassi con la soda e usassi molto sapone, la tua iniquità lascerebbe un'impronta indelebile davanti a me», dice il Signore, l'Eterno… Perfino sui lembi della tua veste si trova il sangue di poveri innocenti, che non furono sorpresi a scassinare. Ma nonostante tutte queste cose, tu dici: “Poiché sono innocente, certamente la Sua ira si è ritirata da meGeremia 2: 22,34.
 
BESTEMMIA CONTRO CRISTO:

"Ma i farisei, udito ciò, dicevano: «Costui scaccia i demoni solo per virtù di Beelzebub, principe dei demoni». E Gesù, conoscendo i loro pensieri, disse loro: «Ogni regno diviso contro se stesso va in rovina; ed ogni città o casa, divisa contro se stessa non può durare. Ora, se Satana scaccia Satana, egli è diviso contro se stesso, come dunque può durare il suo regno? …  E se io scaccio i demoni con l’aiuto di Beelzebub, con l’aiuto di chi li scacciano i vostri figli? Per questo essi saranno i vostri giudici… Perciò vi dico: ogni peccato e bestemmia sarà perdonata agli uomini; ma la bestemmia contro lo Spirito non sarà perdonata agli uomini. E chiunque dice alcuna parola contro il Figlio dell’uomo [natura umana di Cristo], sarà perdonato; ma chi parla contro lo Spirito Santo [natura divina di Cristo], non gli sarà perdonato, né in questo mondo né in quello futuro>> Matteo 12: 24-27, 31,32.
- "Ma Gesù taceva. E il sommo sacerdote replicò dicendo: «Io ti scongiuro per il Dio vivente di dirci se sei il Cristo, il Figlio di Dio». Gesù gli disse: «Tu l'hai detto! Anzi io vi dico che in avvenire voi vedrete il Figlio dell'uomo sedere alla destra della Potenza, e venire sulle nuvole del cielo». Allora il sommo sacerdote stracciò le sue vesti, dicendo: «Egli ha bestemmiato; quale bisogno abbiamo più di testimoni? Ecco, ora avete udito la sua bestemmia.Allora gli sputarono in faccia e lo schiaffeggiarono; ed altri lo percossero con pugni, dicendo: «O Cristo, indovina! Chi ti ha percosso?" Matteo 26: 63-68.
- "Venuto il mattino, tutti i capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo tennero consiglio contro Gesù per farlo morire. E, legatolo, lo condussero via e lo consegnarono nelle mani del governatore Ponzio Pilato Pilato disse loro:Ma il governatore disse: Eppure che male ha fatto? Ma essi gridavano ancora più forte: Sia crocifisso… Io[Pilato] sono innocente del sangue di questo giusto; pensateci voi. E tutto il popolo rispondendo disse: Sia il Suo sangue sopra noi e sopra i nostri figli" Matteo 27: 1,2,22-25.

PERSECUZIONI CRISTIANI:
- "Or in quel tempo il re Erode cominciò a perseguitare alcuni membri della chiesa. 2 E fece morire di spada Giacomo, fratello di Giovanni. E, vedendo che questo era gradito ai Giudei, fece arrestare anche Pietro (or erano i giorni degli azzimi)" Atti 12: 1-3.
- "Ma quando ci fu un tentativo dei gentili [romani] e dei Giudei con i loro capi di maltrattare gli apostoli e lapidarli…fuggirono… " Atti 14: 5,6.
- "
Ma dopo due anni, Felice ebbe come successore Porcio Festo; e Felice, volendo fare cosa grata ai Giudei, lasciò Paolo in prigione" Atti 24: 27.
 
 
IL TALMUD

SACRIFI UMANI:
- Lo sterminio dei Cristiani, è un sacrificio necessario [Zohar II, 43a]
- “Chi fa scorrere il sangue dei non giudei, offre un sacrificio a Dio…” (Jalkut Simeoni ad Pentateucum)
-
“Anche i migliori goyim [i non ebrei] dovrebbero essere uccisi tutti” (Soferim 15).
- “Se un goy colpisce un ebreo deve essere ucciso” (Sanhedrin 58b).
- “”L’anima degli empi viene da Keliphah, che è morte e ombra di morte.”
- Dio ha dato ai Giudei potere sui possedimenti e il sangue di tutte le nazioni [Seph. Jp, 92.1]
- Anche il migliore tra i Gentili merita di essere ucciso [Abodan Zarah, 26b]
- Non salvare un Cristiano in pericolo di morte [Hikkoth Akum, X 1]

PEDOFILIA:

-“È giusto per una bambina di tre anni avere rapporti sessuali “(Abodah Zarah, 37a; Kethuboth, 11b,39a; Sanhedrin, 55b,69a,b; Yebamoth, 12a,57b,58a,60b).
-“Quando un uomo ha rapporti omosessuali con un bambino al di sotto dei 9 anni d'età, non è da condannare” (Sanhedrin, 54b,55a).
-“I rapporti sessuali con un bambino al di sotto degli 8 anni d'età sono leciti” (Sanhedrin, 69b).
 
BESTEMMIA:
- “Gesù nacque bastardo” (Yebamoth, 49b; Jewish Encyclopedia).
- “Maria era una prostituta” (Sanhedrin, 106a,b).
- “Gesù "praticò la stregoneria e portò Israele all'apostasia" (Sanhedrin, 43a).
- “Gesù fu punito e mandato all'inferno dove fu gettato in "escrementi ribollenti" (Gittin, 56b,57a).
- “Yashu [Gesù] è un acronimo della maledizione ebraica: possa il suo nome essere cancellato per sempre”

RAZZISMO VERSO I NON EBREI
 
- Qual è il significato del “Bar Sinai”, che è, il Monte Sinai? Rappresenta la montagna dalla quale si origina Sina, ovvero “l’odio verso tutte le persone del mondo” [Schabbath, 89] 
- I giudei devono sempre provare a raggirare i Cristiani [Zohar I, 160a]
- E’ una buona azione per ogni Giudeo distruggere e bruciare le chiese non-Giudee e qualsiasi cosa appartenga loro o è fatto da loro, e gettare le ceneri ai quattro venti o nell’acqua. Inoltre, è dovere di ogni Giudeo cercare di sradicare ogni chiesa non-Giudea e maledirne il nome (lett. darle un nome maledetto) [Schulchan Aruch,Johre Deah, 143]
- Tutti i Gentili sono solo degli animali, quindi tutti i loro bambini sono bastardi [Yebamoth, 98a]
Baba Mezia dice:
 “Voi, giudei, siete chiamati uomini, mentre le nazioni del mondo non meritano il nome di uomini, ma di bestie”.

PERSECUZIONI CRISTIANI:

 -“ Distruggi la vita del cristiano e spegnila. Sarai gradito alla maestà Divina come colui che fa offerta di incenso” (Sefer or Israel 177 b.) –

-“ Nel quarto palazzo del Paradiso ci sono tutti coloro che piangevano Sion e Gerusalemme e tutti quelli che avevano distrutto i resti delle nazioni idolatre e come la porpora dell’indumento (onorifico) così saranno onorati e distinti tutti coloro che avranno ucciso gli altri popoli idolatri” (Zohar 1, 38b. E 39 a.
-“Dio li creò in forma di uomini in onore di Israele poiché i cristiani non furono creati ad altro fine se non quello di servire i giudei giorno e notte…” (Midrasc Talpiot fol. 255 d.)
-“ Gli altri popoli idolatri fintanto che sono in vita insudiciano perché le loro anime provengono dal ceppo immondo “ (Zohar 1, 131 a)
- “I cristiani andranno all'inferno e "saranno puniti lì per tutte le generazioni" (Rosh Hashanah, 17a).
- “Quelli che leggono "le opere dei giudeo-cristiani" (cioè il Nuovo Testamento) finiranno all'inferno” (Sanhedrin, 90a).
- “I libri dei cristiani "non possono essere salvati da un incendio, ma devono essere bruciati al loro posto, loro e i nomi sacri scritti in essi" (Shabbath, 116a).
Alcuni brani tratti da "I segreti della dottrina rabbinica" di I.B. Pranatis. Casa Editrice: Tumminelli 1939 – Retrocopertina:
- Tutti i beni del cristiano sono come il deserto: il primo di noi che li occupa ne è padrone!
- La nostra redenzione sorgerà appena Roma sia distrutta.
- Il migliore dei cristiani deve essere ammazzato.
- Per poter ingannare il cristiano è permesso ad un ebreo farsi passare per cristiano.
- Spegnendo la vita ed uccidendo il cristiano riuscirai gradito alla Maestà Divina come colui che fa un'offerta d'incenso.
- Dove gli israeliti prevalgono colla forza, è proibito ad ognuno di noi lasciare un solo cristiano, anche se egli fosse rimasto per caso fra noi, o vi fosse di passaggio andando da una città all'altra per affari, poiché non gli dobbiamo permettere nemmeno il passaggio.
Il Talmùd è «Il grande educatore del popolo ebraico» (L'Univers Israélite, 22 novembre 1935, pag. 137).

Con queste regole “morali”, non c’è da meravigliarsi che i Giudei siano riusciti a raggiungere il controllo del potere mondiale!

"I re della terra e tutti gli abitanti del mondo non avrebbero mai creduto che l'avversario e il nemico sarebbero entrati nelle porte di Gerusalemme. Ma questo è avvenuto per i peccati dei suoi profeti e per le iniquità dei suoi sacerdoti, che hanno versato in mezzo ad essa il sangue dei giusti. Essi erravano come ciechi per le strade, contaminati di sangue, di modo che nessuno poteva toccare le loro vesti. Al loro apparire la gente gridava: «Allontanatevi, un impuro! Allontanatevi, allontanatevi, non toccatelo!». Quando fuggivano e andavano errando fra le nazioni dicevano: «Non potranno più rimanere qui». La faccia dell'Eterno li ha dispersi, non volgerà più su di loro il suo sguardo; non hanno avuto rispetto per i sacerdoti né hanno usato pietà per i vecchi… La punizione della tua iniquità si è compiuta, o figlia di Sion. Egli non ti manderà più in cattività, ma punirà la tua iniquità, o figlia di Edom, metterà allo scoperto i tuoi peccati>> Lamentazioni 4: 12-16,22.
 
Il popolo ebraico fu ritenuto responsabile di atroci misfatti e di omicidi rituali, col passaggio dal medioevo all’età moderna. L’omicidio rituale, secondo Furio Jesi, conobbe una fortuna crescente, conservandosi in forma più o meno immutata fino ai nostri giorni, in un saggio intitolato Cultura di destra, lo studioso prospettava una suggestiva interpretazione del farneticante testamento politico diHITLER, in cui gli ebrei erano accusati come responsabili del conflitto che aveva condotto alla distruzione d’Europa: le accuse rivolte ancora in extremis contro gli ebrei di avere voluto e provocato la guerra, vanno intese come una tardiva accezione della cosiddetta ‘accusa del sangue’, cioè della convinzione antica che gli ebrei praticassero sacrifici umani: la seconda guerra mondiale sarebbe l’ultimo e quantitativamente sommo sacrificio umano, organizzato dagli ebrei in segreto. NON E' IN DISCUSSIONE LA MORTE ATROCE DI MIGLIAIA DI EBREI INNOCENTI, MA DIETRO L'ODIO TEDESCO NON SONO STATI RIVELATI I VERI RESPONSABILI MANDANTI CHE ORGANIZZARONO IN SEGRETO QUESTO STERMINIO. E IL VERO MOTIVO.
In Italia, ma anche negli Stati Uniti e in Israele, la tematica dell’omicidio rituale è recentemente tornata al centro delle cronache in seguito alla pubblicazione di un libro di Ariel Toaff, intitolato Pasque di sangue (Il Mulino, 2007). La sua uscita ha provocato una fiumana di interventi sulle pagine dei giornali da parte di storici concordi nello smentire e condannare la tesi portante del libro, secondo cui il ramo ashkenazita dell’ebraismo europeo per quattro secoli avrebbe praticato infanticidi a scopi rituali.
 
LE 7 ULTIME CHIESE e IL NUOVO ORDINE MONDIALE

Dopo la morte di Cristo e la dispersione dei Giudei con la distruzione di Gerusalemme nel 70 d.C., i Farisei Giudei progettarono un piano per restaurare l'antico popolo "eletto" nella loro patria, Gerusalemme, e aspettare il Messia.Tuttavia, è un falso Messia quello che attendono perchè il vero Messia lo avevano soppresso e la costituzione arbitraria di uno Stato Ebraico, non fa parte della volontà di Dio, ma solo un rimanente del popolo ebreo, ubbidiente  alla Legge di Dio sarà salvato al ritorno di Cristo. > Isaia 6: 13.
Quale Messia stanno aspettando i "malvagi vignaiuoli"?
Gesù parlando della fine del tempo disse: <<Perchè sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno grandi segni e prodigi tanto da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti. Ecco io [Gesù] ve l'ho predetto>> Matteo 24:24,25.

Sebbene i Giudei siano rimasti nell'ombra, il loro potere si è insinuato nella Chiesa Apostolica e via via in tutte le chiese. In tal modo la persecuzione che si è abbattuta sul rimanente fedele delle chiese nei secoli, istigata dai falsi Giudei, ma eseguita da una classe dirigente di religiosi di turno che, compiacenti, hanno a sua volta usato il potere politico per realizzare molta parte dei suoi piani.
Gesù rivelò a Giovanni le caratteristiche di 7 chiese vissute in un tempo storico che va dalla Sua morte al Suo ritorno. Nella storia di queste chiese, inizialmente, esistevano due soli popoli che adoravano Dio: i Giudei e i Cristiani. 
Un terzo gruppo era il Paganesimo.

Efeso [Ap.2:1-7]

La prima chiesa apostolica va dal 34 al 100 circa. La diffusione della fede cristiana che rifiutava il sincretismo [elementi pagani e cristiani] cominciò a scatenare l'ostilità di particolari interessi religiosi. Paolo dichiara che ad Efeso "lottò con le belve" (1Corinti 15:32). Efeso si trovava all'inizio dell'itinerario che collegava le sette città nell'ordine in cui appaiono in Apocalisse. Gesù mette in guardia gli apostoli dai falsi dottori che sono già all'interno della chiesa e che il declino nella chiesa era già cominciato, anche se esteriormente tutto sembrava in ordine. Egli richiama questa chiesa alla purezza iniziale “primo amore” (Ap.2:4), cioè a far dirigere il cuore dallo Spirito di Cristo. La rovina, penetrata nella Chiesa sin dal suo inizio, era dovuta all'influenza dei Nicolaiti. Questo termine è "una forma grecizzata dell'ebraico Baalam", ed indicava l'apostasia di Israele a causa del falso profeta d'Israele Baalam che spinse Israele a fornicare con donne pagane e ad adorare Baal, il dio sole (Numeri 25). L'avvertimento alla chiesa apostolica è quella di non cadere in questo inganno a causa dei falsi profeti e dottori di Israele.
<<
Però ci furono anche falsi profeti tra il popolo, come ci saranno anche tra di voi falsi dottori che introdurranno occultamente eresie di perdizione, e, rinnegando il Signore che li ha riscattati, si attireranno add

Giudei, " tu abiti lì, dov'è il trono di Satana", svuotata dalla potenza dell'Evangevo per l'opera di dissacrazione interna alla Chiesa,stanca della povertà, della persecuzione e delle privazioni fu lusingata dalla conversione di Costantino e
accettò di diventare religione di Stato con tutti i benefici che comportarono questa scelta. Potere economico, politico, influenza sulla politica dell’impero, ma dovette accettare assieme a questi privilegi, i compromessi.
 “All’inizio del quarto secolo, l’Imperatore Costantino emanò un decreto che dichiarava la DOMENICA giorno di festa per tutto l’impero Romano. Piano piano penetrò nel culto cristiano l’adorazione delle immagini e delle reliquie. Satana, operando attraverso i dirigenti inconvertiti della chiesa [legga Giudei], calpestò anche il Quarto Comandamento e si sforzò di eliminare l’antico Sabato, giorno benedetto e santificato da Dio (Genesi 2: 1-3) … Così tale festività pagana [la Domenica] finì con l’essere onorata come un’istituzione divina, mentre il Sabato Biblico fu definito <>>, e la sua osservanza dichiarata decaduta
” E.G. White GC52,53.

Il segno di appartenenza divina che Dio diede al popolo di Israele era il Sabato del Quarto Comandamento, dal momento che la Chiesa Cristiana soppiantava il popolo ebraico il Patto passava ai Cristiani. I dirigenti Giudei non potendo distruggere la chiesa fisicamente, dall'interno d'essa operarono in modo da cancellare la presenza divina e raggiunsero lo scopo con l'abolizione del Quarto Comandamento che rappresentava il segno di unione tra Dio e la Sua chiesa: il Sabato [Ezechiele 20:20; Isaia 58:13,14; Ebrei 4: 4-11]. Ancora oggi si crede che il Sabato sia per i Giudei. In questo modo i Giudei, nemici di Cristo e falsi apostoli, operarono per la rovina della Chiesa Cristiana inducendola a separarsi da Cristo con la fornicazione spirituale [Baalam] con l'adorazione idolatra del sole [Baal], la Domenica. I giudei in modo subdolo credettero [e lo credono ancora] di rimanere il solo popolo custude della VERA Legge (alleanza): quella che Mosè aveva consegnato al suo popolo e che conteneva il "segno divino" dell'unione con Dio: il Sabato .
<> Matteo 5. 17,18.
Gesù è venuto per pagare [adempiere] in croce la Legge rotta dalla disubbidienza di Adamo [Osea 6:7]. 
Con la sostituzione del Sabato alla Domenica i Giudei misero in atto il proposito di separare la chiesa da Dio. Il fine ultimo dei Giudei Sionisti è di riunire, in una sola, tutte le religione del mondo per l'adorazione di 
Lucifero
<<Allora Gesù disse ai Farisei: «Se Dio fosse vostro Padre, mi amereste, perché io sono proceduto e sono venuto da Dio; non sono venuto infatti da me stesso, ma è lui che mi ha mandato. Perché non comprendete il mio parlare? Perché non potete ascoltare la mia parola. Voi siete dal diavolo, che è vostro padre, e volete fare i desideri del padre vostro; egli fu omicida fin dal principio e non è rimasto fermo nella verità, perché in lui non c'è verità. Quando dice il falso, parla del suo perché è bugiardo e padre della menzogna. A me invece, perché vi dico la verità, voi non credete>> Giovanni 8: 42-45.
Pergamo va dal 325 al 538.
Tiatira  racchiude il periodo del potere persecutorio del papato ai cristiani che restavano fedeli all'osservanza dei Comandamenti e non erano idolatri. Gesù riconosce "le opere, la tribolazione, la fede, la costanza" (Ap. 2:19) di essi. Il rimanente fedele portava alta la fiaccola della verità in tempo di persecuzione.
imagesCAL8JQ0H.jpg
In questo tempo storico ricordiamo le Crociate, il primo tentativo dei Giudei di sconfiggere i Musulmani per ritornare in Palestina  e ricostituire la Nazione Giudaica. 
Spesso si ritiene che l'obiettivo centrale delle Crociate fosse la conversione forzata del mondo musulmano. Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Nella prospettiva cristiana giudaica medievale, come quella di oggi, i musulmani erano i nemici dei Cristiani e degli Ebrei. Compito dei crociati era di sconfiggerli. Il papato sottoposto e compiacente alla dirigenza occulta Rabbinica, sin dal suo nascere, con le guerre Crociate si prefiggeva fermare l'espandersi dei musulmani in Europa. I Giudei invece volevano realizzare il sogno perseguito a tutt'oggi e non ancora del tutto realizzato, di ritornare in Palestina e riformare la Nazione Giudaica estromettendo gli arabi-palestinesi. 
Le crociate sono ritornate ai nostri giorni per l'attacco finale, allo scopo di riunire razze e popoli. Dall'Africa fino in Asia si fomenta la guerra e le insurrezioni per far capitolare i monarchi dissidenti verso la "democrazia occidentale".  Sotto l'egida dell'Onu, i Sionisti Paperoni incontrastati dal punto di vista della ricchezza economica, agiscono e usano i poteri politici, le risorse economiche e il prestigio papale, assoldandoli tutti insieme come mercenari per combattere la loro guerra e sconfiggere il nemico, ossia i Mussulmani e tutti quelli che dissentono dal loro progetto di dominare il mondo da Gerusalemme.
Gesù condanna la chiesa per aver permesso a Iezabel di sedurre i servi di Dio all'interno della chiesa di Tiatiri, inducendoli a "mangiare cose sacrificate agli idoli" (Ap. 2:20). Iezabel era una sacerdotessa di Baal, figlia del re di Sidone e <i profeti dell'Eterno>> 1Re 18:4. Divenne moglie del re Giudeo Achaz. Le abominazioni di Achaz sono descritte così:
<< Achaz aveva vent'anni quando iniziò a regnare, e regnò sedici anni a Gerusalemme. Egli NON fece ciò che è giusto agli occhi dell'Eterno... ma seguì le vie dei re d'Israele e fece perfino immagini di metallo fuso per i Baal. Egli bruciò incenso nella valle del Figlio di Hinnom e bruciò nel fuoco i suoi figli, seguendo le abominazioni delle nazioni che l'Eterno aveva scacciato davanti ai figli d'Israele; inoltre faceva sacrifici e bruciava incenso sugli alti luoghi, sulle colline e sotto ogni albero verdeggiante>> 2cronache 28:1-4.
Questa pratica del sacrificio umano dei re d'Israele, entrò nella chiesa cristiana con qualche modifica.
La Transustanziazione, ovvero l'eucarestia, il sacramento che sotto le specie del pane e del vino contiene veramente, realmente, sostanzialmente il corpo e il sangue di Gesù Cristo che si offre in sacrificio e si distribuisce in cibo spirituale delle anime. Questo rito, in modo simbolico, riprende l'usanza del sacrificio umano che i pagani e i re d'Israele sacrificavano ai dii pagani. Infatti, quando il prete offre l'eucarestia, il fedele mangia il corpo fisico di Cristo che si trova nell'eucarestia.
Un'altra pratica condannata da Cristo era mangiare i cibi sacrificati agli idoli. 
Daniele, quando fu deportato a Babilonia, decise di non contaminarsi con i cibi del re. Il cibo in se stesso non era dannoso, ma il re Nabucodnetsar usava offrire i cibi, prima di mangiare, ai suoi dii pagani e dopo i commensali li consumavano. Daniele credeva che sedersi alla tavola del re e mangiare quei cibi offerti agli idoli pagani era un'offesa per Dio, perché i cibi erano contaminati spiritualmente [Dan. 1]. Gesù avverte il cristiano sincero a non unirsi a queste pratiche. Infatti in Daniele 10, Daniele dopo aver ricevuto la visione del capitolo 8, completata nel capitolo nove di Daniele, è scritto: <> Daniele 10:2,3. Ciò avvalora la tesi che in Daniele, capitolo 1, l'astensione di certi cibi era dovuta esclusivamente per una contaminazione spirituale dei cibi che il re offriva ai suoi dei pagani.
<Separava una parte degli alimenti e anche una di vino affinchè lo presentasse agli idoli che adorava. Questa porzione, d'accordo con l'istruzione che aveva ricevuto, consacrava la totalità del cibo al dio pagano. Daniele e i suoi tre compagni considerarono che sarebbe stato un disonore verso il Dio del cielo sedersi alla mensa dove si praticava l'idolatria. Questi quattro ragazzi decisero che non potevano sedersi alla mensa del re per mangiare il cibo collocato lì o per bere il vino, tutto quello che era stato dedicato ad un idolo…Non ci fu presunzione in questi giovani, bensì un fermo amore per la verità e la giustizia. Non avevano scelto d'essere peculiare, bensì dovettero esserlo, giacchè altrimenti avrebbero corrotto le loro abitudini nella corte di Babilonia>>- Manuscrito 122, 10 Marzo 1897
 
Tiatira va dal 538 al 1517

Oggi l'Ecumenismo tende ad unire le varie credenze, condividendo dottrine NON Bibliche, facendo esattamente quello che NON fece Daniele: contaminarsi con pratiche pagane e fornicare spritualmente (Ap.2:14).
Chi operò per condurre la chiesa a questa grave apostasia? Chi aveva conosciuto le profondità di Satana se non la classe dirigente d'Israele che aveva rigettato Cristo?
Dunque la classe dirigente Giudea che già operava all'interno della chiesa sin dal suo apparire in maniera occulta contribuì a paganizzare la chiesa inducendola dall'interno alla disubbidienza e al fallimento spirituale, l’apostasia del papato, durante i secoli si è rafforzata perché egli si è compiaciuto nell’iniquità per la bramosia di potere e ricchezze.
Il moderno Ecumenismo è il mezzo più "democratico" di distruggere i veri principi dottrinali, accomunando sacro e profano. I cattolici, i protestanti, i mormoni e le altre religioni sono state infiltrate dai giudei, spingendo i rappresentanti di queste religioni a seguire falsi profeti.
<> 1Pietro 2:1.
Sardi  
è la chiesa della Riforma Protestante. Lutero si dissociò dalla Chiesa Cattolica e la denunciò apertamente. Un movimento sorse in tutta Europa e un risveglio portò luce alle nazioni.
La chiesa Cattolica per contrastare la Riforma formò un corpo esterno che arriva sino ai nostri giorni e prende il nome di Gesuiti. I Gesuiti hanno un Generale chiamato "papa nero" che comanda il papato. I
Gesuiti
sono sinonimo di Sionismo ebraico, i vecchi Farisei che hanno tormentato le chiese cristiane nei secoli sino ad oggi, per distruggerle. 
Con la morte dei fondatori della Riforma come era avvenuto per la chiesa cristiana dei primi secoli, l’introdursi di Gesuiti come (falsi) protestanti, privarono di ogni contenuto divino e di potenza i "principi dottrinali" dei Riformatori. Gesù dice alla chiesa di Sardi <> Ap. 3:1. Tuttavia Gesù invita <> Ap. 3:2,3. La persecuzione che si abbatté sui riformatori fu atroce e i padri pellegrini scapparono in America. Ma i Giudei erano già lì, sia perché erano infiltrati tra i Protestanti sia perché 
Cristoforo Colombo, il primo uomo a mettere piede in America, era Ebreo.
 
  
    200px_Simon_Wiesenthal.jpg9788811549000.jpg
Simon Wiesenthal,nel suo libro «Operazione Nuovo Mondo», del 1973,sostenne che Colomboera di origine ebraica; che fu solo grazie al sostegno finanziario e all’assistenza tecnica degli Ebrei, se egli poté raggiungere l’America ; che molti dei suoi marinai erano ebrei, i quali furono costretti a salpare dall’editto di espulsione dei Re Cattolici Ferdinando e Isabella che scadeva, guarda caso, il 2 agosto 1492, vigilia della partenza delle tre
 
caravelle da Palos per la loro grande avventura oceanica. 
 
imagesCALP0VPD.jpgEsiste una nutrita letteratura sotterranea che rilegge in chiave esoterica e cospirazionista molti degli eventi che portarono alla scoperta del Nuovo Mondo. Uno di questi libri, pressoché introvabile, è l'opera dello spagnolo Salvador de Madariaga, "Christophe Colombe", pubblicata nel 1968.
Secondo questo studioso Cristoforo Colombo, o meglio Cristoforo Colon, era un ebreo deciso a ricostruire lo Stato di Israele in America, una terra della cui
esistenza Colombo aveva già da tempo le prove. Il Colombo ebreo è una figura assai poco conosciuta. "Si riteneva uno strumento del Signore", ha scritto Madariaga, "prescelto non soltanto per conquistare un mondo nuovo, fino a quel momento esistente solo nella sua fantasia, ma anche per contrapporsi a quel re e a quella regina che perseguitavano metà del suo popolo e si preparavano ad inviare l'altra metà in un disumano esilio. Rivolto ai suoi sovrani, scrisse un giorno: Con l'espulsione dei Giudei mi avete inviato in India,
0f392e3273db285593967765951434d414f4541.jpgfacendomi grande ammiraglio. Umiliando la mia razza, mi avete innalzato". E’ impensabile che Colombo giustificasse la propria impresa con i cattolicissimi re del Portogallo come riscatto per gli ebrei oppressi dalla Chiesa. In tal caso non solo non avrebbe mai avuto i finanziamenti, ma avrebbe rischiato di finire davanti al tribunale dell'Inquisizione.
 
 
imagesCA6A9Y8U.jpg
 
 




Nella prima parte del secondo capitolo del libro
"Civiltà Perdute e Misteriose", Robert Charroux accenna a Cristoforo Colombo e a sue presunte connivenze con circoli satanici.

Charroux, basandosi su un "Libro di profezie" scritto da Colombo e andato perduto, sostiene che questi avrebbe motivato il Civilt___Perdute_4c8dee6058f16_115x175.jpgviaggio delle Indie, per le ricchezze che sarebbero servite per finanziare una nuova crociata e per ricostruire il Tempio di Gerusalemme. Intimamente, lo scopo di Colombo sarebbe stato "il riscatto della gente di Sion e la costituzione di uno stato di Israele in Palestina"; il possesso di Gerusalemme faceva però gola anche alla cristianità.

 
 
Così quando fu stilato lo Statuto che regolava le norme della nazione sulla politica e religione degli Stati Uniti, gli ebrei dominavano la scena. Gli Stati Uniti furono rappresentati profeticamente nel libro di Apocalisse come un agnello con due corna perché si sviluppò in modo pacifico, tuttavia “parla” [legifera leggi] come un ‘dragone’ [satanismo](Ap.13:11). In questo giovane Stato sono stati gettati le basi per il conseguimento del potere economico mondiale Gesuita-Sionista. Intanto in Europa con la Rivoluzione Francese si stagliava all’orizzonte un nuovo potere: l’Illuminismo ateo.
La Rivoluzione Francese inferse un colpo al papato. Il generale Bertièr occupò Roma, fece prigioniero il papa e lo depose [1798]; privato del suo potere politico-temporale, espropriato dei suoi palazzi fu confinato in esilio in Francia dove morì l’anno seguente.

imagesCAW2N599.jpgCon l’Illuminismo francese nasce la moderna questione ebraica. “Liberté, Égalité, Fraternité” (Libertà, Uguaglianza, Fratellanza)
Con la fine del settecento la condizione degli Ebrei in Europa ebbe una svolta: nel 1791 l'Assemblea Costituente Francese proclamò l'emancipazione degli Ebrei. L'Illuminismo e la rivoluzione francese spezzarono anche le catene che chiudevano le porte dei ghetti e la “bestia che sale dall’abisso” [Ap. 11:7] cominciò a riemergere. Nella seconda metà dell'ottocento gli Ebrei ottennero quasi ovunque la parità dei diritti civili e poterono esercitare qualunque professione. Molti di essi raggiunsero posizioni di primo piano in campo finanziario e commerciale. Ma la questione ebraica era tutt'altro che risolta.
 
 
"Gesù Cristo fu da essa (Rivoluzione Francese) fu dichiarato <<impostore>>. Il grido degli atei: <> alludeva a Cristo. Bestemmia e depravazione procedevano di pari passo, sì che degli uomini abbietti, veri mostri di vizio e di perfidia, venivano esaltati e colmati di onori. In tutto ciò non si faceva che tributare un solenne omaggio a Satana, mentre Cristo nelle Sue caratteristiche di Verità, di purezza e di altruistico amore, veniva nuovamente crocifisso. "La Bestia che sale dall'abisso muoverà loro guerra e li vincerà e li ucciderà"Il potere ateo che durante la Rivoluzione e il regno del terrore dominò la Francia, fece una guerra senza precedenti a Dio e alla Sua Parola. Alla fine il Paese conobbe una rovina totale... i poveri venivano mantenuti dai sussidi della casa reale. Solo i GESUITI prosperavano in questa nazione, ormai in preda allla crisi, e dominavano con vera tirannia nelle scuole, nelle chiese, nelle prigioni e nelle galere... La Bibbia fu bruciata al grido "Viva la Ragione"" Great Controversy  Cap.15.
 
Film: ForceOcculte_ITA.rm
Massoneria mondiale. Potere occulto decisionale. Dalla Rivoluzione Francese alla Seconda Guerra Mondiale

  

La lobby ebraica deve molto ai principi egualitari del 1789 e al ruolo della Massoneria ebraica nella Rivoluzione Francese.
La Massoneria è una su tutto il globo, pur assumendo innumerevoli forme. I riti e i simboli della massoneria e delle altre associazioni segrete ricordano costantemente la Kabala e l'ebraismo. I massoni hanno operato costantemente contro il cristianesimo. Ciò che i bolscevichi, ebrei nella maggior parte, hanno fatto in Russia contro il Cristianesimo, il Sionismo sta operando nel mondo, questo non è che una nuova edizione di quanto fecero i massoni durante la rivoluzione francese. La famiglia Rothschild, proprio nel periodo delle guerre napoleoniche incrementa immensamente le sue fortune economiche finanziando gli opposti schieramenti e mantenendo uno stato di perenne conflittualità fra le nazioni d'Europa.

                                                                                                          ad_gadu.jpg








 

Il Rabbino Elia Benamozegh dichiara:
Lo spirito della Massoneria è lo spirito del giudaismo nelle sue credenze più fondamentali; sono le sue idee, è il suo linguaggio, è quasi la sua organizzazione».

adolphre_cremieux.jpg
Adolphe Cremieux (1796-1880), ebreo francese, aveva affermato: «Considerate inutile ogni cosa, inutile il danaro, inutile la stima: la stampa è tutto. Con la stampa in mano avremo tutto».

moses_montefiore.jpgMoses Montefiore
E nel Congresso Internazionale di Cracovia, il rabbino inglese Moses Montefiore (1784-1885) aveva affermato: «Finché i giornali del mondo non saranno nelle nostre mani, tutte queste cose non serviranno a nulla. Mettiamoci bene in testa l'undicesimo comandamento: "Non sopporterai al di sopra di te nessuna stampa estranea, per poter dominare a lungo sui miscredenti". Impadroniamoci della stampa e in breve tempo governeremo e dirigeremo le sorti dell'Europa intera»
benjamin_disraeli.jpgLord Benjamin Disraeli (1804-1881)
Riferendosi agli avvenimenti del 1848, quest'uomo di Stato britannico dichiarava nel 1852, alla Camera dei Comuni: «L'uguaglianza naturale degli uomini e l'abrogazione della proprietà vengono proclamate dalle Società Segrete che formano dei governi provvisori; e uomini di razza ebraica si trovano a capo di ciascuna di esse» D. Reed, The Controversy of Sion («La controversia di Sion»), pag. 166.

    The Jewish Tribune
«La Massoneria è basata sul giudaismo. Eliminate dal rituale massonico gli insegnamenti dell'ebraismo e cosa ne resta»? The Jewish Tribune («La tribuna ebraica»), New York, del 28 ottobre 1927. 

 Il rabbino Isaac Mayer Wise (1819-1900 )  
isaac_wise.jpg


«La Massoneria è un'istituzione ebraica la cui storia, i Gradi, gli incarichi e le parole d'ordine sono ebraiche dal principio alla fine» I. Wise in The Israelite of America («L'ebreo d'America»), del 3 agosto 1866; cit. in J. Ousset, Pour qu'Il règne («Affinché Egli regni»), 1949, pag. 250.


Gli Archives Israélites
, del 3 marzo 1904.

«Mr. Jules Lemaitre cerca di far credere che la Massoneria sia di origine ebraica; non ha torto. Ci sono molte cose più difficili da provare di questa»

bernard_lazare.jpgBernard Lazare (1865-1903)
«Quali furono dunque i rapporti tra gli ebrei e queste Società Segrete? Si tratta di una cosa non facile da chiarire, in quanto mancano i documenti seri. Evidentemente, essi non dominarono in queste associazioni, come pretendono gli autori che ho appena nominato, non furono "necessariamente l'anima, il capo, il Gran Maestro della Massoneria", come afferma Gougenot de Mousseaux. È certo tuttavia che ci furono degli ebrei nella culla stessa della Massoneria, degli ebrei cabalisti, così come lo provano certi riti conservati; molto probabilmente, durante gli anni che precedettero la Rivoluzione Francese, essi si introdussero in gran numero nei consigli di questa Società, e fondarono essi stessi delle Società Segrete.Ci furono degli ebrei attorno a Weißhaupt, e Martinez di Pasqualis, un ebreo di origine portoghese, organizzò numerosi gruppi illuministi in Francia e reclutò molti adepti che iniziò al dogma della reintegrazione. Le Logge martineziste erono mistiche, mentre gli altri Ordini della Massoneria erano piuttosto razionalistici; il che può permettere di dire che le Società Segrete rappresentarono i due aspetti dello spirito ebraico: il razionalismo pratico e il panteismo, quel panteismo che, riflesso metafisico della credenza in un Dio unico, scivola talvolta nella teurgia cabalista. è possibile dimostrare facilmente l'accordo tra queste due tendenze, l'alleanza di Cazotte, di Cagliostro, di Martinez, di Saint-Martin, del conte di Saint-Germain, di Eckartshausen, con gli enciclopedisti e i giacobini, e il modo in cui, malgrado la loro opposizione, essi giunsero allo stesso risultato, vale a dire all'indebolimento del cristianesimo. Ancora una volta, ciò servirebbe unicamente a provare che gli ebrei poterono essere dei buoni agenti delle Società Segrete, perché le dottrine di tali Società si accordavano con le loro dottrine, ma non che ne furono i fondatori»
elie_faure.jpg

B. Lazare, L'antisémitisme: son histoire et ses causes («L'antisemitismo: la sua storia e le sue cause»), éd. Léon Chailley, 1894, pag. 167.






 Élie Faure (1873-1937 )        Nel suo libro L'âme juive («L'anima ebraica»), pubblicata per la gloria e la difesa degli israeliti, Élie Faure ha così descritto l'azione dello spirito ebraico sulla società contemporanea: «Da Maimonide a Charlie Chaplin, la traccia è facile da seguire, sebbene la circolazione dello spirito ebraico sia stata, per così dire, imponderabile e che ci si sia accorti solamente dopo il suo passaggio della sua potenza disgregatrice [...]. Freud, Einstein, Marcel Proust, Charlie Chaplin ci hanno aperto, in ogni senso, dei prodigiosi viali che hanno abbattuto le mura dell'edificio classico greco-latino e cattolico, in seno al quale il dubbio ardente dell'anima ebraica attendeva, da cinque o sei secoli, l'opportunità di scuoterlo [...], in attesa che, da questa stessa negazione, prendesse forma poco a poco un nuovo edificio profondamente segnato da un'intelligenza sempre intenta ad eliminare il soprannaturale dall'orizzonte dell'uomo»
É. Faure, L'âme juive, 1934; cit. in J. Ousset, op. cit., pag. 255.
 
 
Il rabbino Elia Benamozegh su La vérité israélite    «Lo spirito della elia_benamozegh_2.jpgMassoneria è lo spirito del giudaismo nelle sue credenze più fondamentali; sono le sue idee, è il suo linguaggio, è quasi la sua organizzazione [...]. La speranza che sostiene e fortifica la Massoneria è la stessa che illumina e irrobustisce Israele nella sua via dolorosa mostrandogli nell'avvenire il trionfo certo. L'avvento dei tempi messianici, che altro non è se non la constatazione solenne e la proclamazione definitiva degli eterni principî di fratellanza e di amore, l'associazione di tutti i cuori e di tutti gli sforzi nell'interesse di ciascuno e di tutti, e il coronamento di questa meravigliosa casa di preghiera di tutti i popoli, di cui Gerusalemme sarà il centro e il simbolo trionfante»E. Benamozegh in La vérité israélite («La verità israelita»), 1865, pag. 74; cit. in L. de Poncins, La Franc-Maçonnerie d'après ses documents secrets («La Massoneria secondo i suoi documenti segreti»), Beauchesne et Fils éditeurs, 1941, pag. 265.

Il ruolo della Massoneria nella Rivoluzione francese ha portato alla luce i tremendi inganni della cultura “democratica”, che
elaborava nel segreto delle logge, e che poi divulgava in progetti come se fossero espressione della “volontà generale”. Il mondo moderno, nato dalla Rivoluzione Francese del 1789, è ancora oggi in larga parte influenzato dalla prassi rivoluzionaria. La lunga ombra del Terrore giunge fino a noi,e arriverà al suo culmine nell’opera conclusiva dell’OTTAVA BESTIA [Ap. 17:11; Dan12:11] o NUOVO ORDINE MONDIALE.
 
I Giudei hanno condizionato l'Impero Romano; sovrastato il papato apostata; irretito le varie religioni del mondo; hanno esercitato il potere negli Stati Uniti e in Europa attraverso il Papato, mentre stanno distruggendo il vero Islamismo.
La chiesa di Sardi va dal 1517 al 1798.
 
Filadelfia è la chiesa che storicamente visse tra il 1831 e il 1844.
Questa è la chiesa della "porta aperta" destinata per la proclamazione della Verità biblica per scuotere il mondo  pregno delle superstizioni e pratiche pagane Medievali. In questa chiesa si riscontra la fedeltà di chi "ha custodito la Mia Parola e non hai rinnegato il Mio nome”,
è una chiesa di transizione nella quale Cristo prepara un rimanente particolare e gli riconsegna il Patto infranto nei secoli bui del Medioevo per l'intervento dei falsi Giudei e per l'apostasia del papato: IL SABATO. "Ecco io ti consegno alcuni della Sinagoga di Satana che si dicono di essere Giudei e non lo sono, ma mentono". Consegnare i falsi giudei a questa chiesa significa ristabilire il giorno di riposo, il SABATO,  un SEGNO e un Patto tra Dio e il Suo popolo, abolito con Costantino per mettere alla prova tutti coloro che aspettavano il ritorno di Cristo. La predicazione di Miller sull'imminente ritorno di Cristo mobilitò le chiese protestanti e cattoliche. Un gruppo di fedeli di ogni chiesa uscì per aderire alla predicazione Millerita e aspettare Cristo. Naturalmente Egli non tornò nel 1844 come creduto da Miller (per volontà di Dio), ma iniziò in quel tempo il Giudizio nel Santuario Celeste per la purificazione del popolo di Dio. 
Dio aveva messo alla prova le chiese Cattoliche-Protestanti, Egli rivela a un rimanente fedele l'inganno di coloro che si chiamano falsi Giudei, i quali "si prostreranno ai piedi del rimanente" dopo che esso sarà passato "dall'ora della prova che verrà su tutto il mondo, per mettere alla prova coloro che abitano la terra".
“Filadelfia significa “amor fraterno”, è la chiesa della riunione e proclamazione del Messaggio dei Tre Angeli di Apocalisse 14: 6-12.
La “prova su tutto il mondo” è data dal Messaggio del Terzo Angelo, altro non è che la restaurazione del Settimo Giorno della settimana Creativa: il Sabato, giorno di riposo di Dio nel settimo giorno della Creazione [Genesi 2:1-3-Riposo significa Sabato] e il Segno e il Patto della Nuova Alleanza che unisce l’uomo e Dio attraverso di CRISTO. Questo santo giorno, il Sabato, metterà alla prova la fedeltà del mondo intero, perché la Domenica tra non molto tempo verrà dichiarata obbligatoria dagli Stati Uniti, patria acquisita del Sionismo Ebraico [Spiritismo-Dragone], del Cattolicesimo compiacente [bestia] e protestantesimo apostata [falso profeta] Ap. 16:13,14. La chiesa di Filadelfia è sinonimo di prova divina che separa le Vergini stolte da quelle sagge [Matteo 25]. La proclamazione finale del Messaggio dei Tre Angeli spetta però all’ultima chiesa: Laodicea.
Laodiceasignifica "Giudizio dei popoli. Nella chiesa di Laodicea si sviluppa il rimanente fedele di Filadelfia ed è contemporanea a noi.
I pionieri fedeli che fondarono la Chiesa dell'Avvento, ricevettero da Dio una più chiara ricchezza spirituale della Verità del Messaggio dei Tre Angeli. Dio affidava agli Avventisti del Settimo Giorno il compito di proclamare la Verità sull'osservanza del Sabato Biblico del quarto Comandamento soppresso nei primi secoli da Costantino. Legga commento Tiatira.
La Chiesa Avventista rappresentava, come il popolo di Israele letterale, il popolo particolare di Dio, l'Israele spirituale, esso doveva vivere separato dalle usanze pagane e idolatre del mondo per essere un esempio di fedeltà e ubbidienza, il rappresentante di Cristo per avvertire il mondo affinché non prendesse il Marchio della bestia, ossia l’osservanza della Domenica, il culto del dio sole.
La purezza del Messaggio, come nelle altre chiese, si affievolì perché il nemico si propose di deformare il Messaggio del Terzo Angelo, il Sabato, e la chiesa si illuse di essere ricca spiritualmente sebbene si sia rivolta alle ricchezze terrene e alle usanze pagane e idolatre delle altre chiese cadute.

Laodicea è segnato dalla Prima e Seconda Guerra Mondiale.
L'Illuminismo ateo segnava il passo alla ferocia del comunismo sovietico. La vera motrice ideologica di questo olocausto sovietico nacque dalla potente elite ebrea.
168434_191082907577640_191069610912303_677289_6844821_n.jpgComunismo e nazismo si sono dimostrati degli ottimi "compagni" di avventure. Hitler (Ebreo) e Stalin (Ebreo), due facce della stessa medaglia ebbero molto, tanto in comune, che si vollero cosi bene da spartirsi tutta l'Europa ai danni delle povere popolazioni.

 

 

I CREATORI DEL SISTEMA( VEDI)
 Non sussiste ormai alcun dubbio sul fatti che gli ideatori del comunismo furono gli ebrei. Essi, infatti, sono stati non solo gli inventori, ma anche gli autori della dottrina su cui poggia quel mostruoso sistema che tiene aggiogata con poteri assoluti la maggior parte dell'Europa e dell'Asia, che sconvolge le nazioni americane e si diffonde progressivamente in tutti i popoli, anche cristiani, del mondo. Il comunismo agisce come un cancro letale, si spande come un tumore maligno nelle pieghe più recondite delle nazioni libere. E sembra purtroppo che non esista un rimedio contro tanto male. Non solo, ma risulta altrettanto chiaro che sono gli ebrei gli inventori ed i dirigenti della pratica comunista, della sua efficiente tattica di combattimento, della sua insensibile e spietata politica inumana messa in atto, nonche della sua aggressiva strategia internazionale. Che i teorici del comunismo furono tutti ebrei è verità, ormai pienamente comprovata, malgrado l'accorta pratica usuale dei più importanti uomini dediti all'attività politica, di acquisire a mo' di soprannome un cognome e un nome atti a mascherare la loro vera origine agli occhi delle popolazioni in mezzo alle quali vissero e vivono. 

E' risaputo ormai che l'antisemitismo ostentato da Stalin non era altro che una mascheratura dei suoi veri sentimenti. Lo sterminio di ebrei (trotskisti) da lui ordinato per consolidare e assicurare il potere fu portato a termine da altri ebrei. In realtà, quindi, la lotta tra l'ebreo Trotsky e l'ebreo Stalin non fu altro che una contesa tra bande ebree rivali per assicurarsi il governo comunista, da loro stessi creato ; ossia una vera e propria lite in famiglia.L'esame della seguente lista di Commissari degli Affari Esteri, rivela lo stile di Stalin : nei riguardi di taluni ebrei da lui ritenuti pericolosi all'esercizio del suo dominio personale... Continua...
"Gli ebrei non cercavano la redenzione dal peccato, ma la liberazione dai romani. Speravano in un Messia liberatore, capace di infrangere la potenza degli oppressori e di conferire a Israele un dominio universale" E. White, SU, 29. 

Con l'avvento della Prima Guerra Mondiale, i dirigenti Avventista espressero la loro apostasia partecipando alla guerra, e, cosa più grave, è la loro giustificazione nel dichiarare di avere lasciato liberi ai membri di scegliere di partecipare alla guerra. Queste storie che nessuno raccontaorie che nessuno racconta, sono avvenute nella Chiesa Avventista...Il Signore ha sempre dato una prima opportunità ai leader, ma è spiacevole dire che quando la crisi si è presentata davanti alla chiesa, nel 1914, li ha trovati impreparati... la leadership della SDA ha rilasciato dichiarazioni per istruire i fratelli a partecipare ai combattimenti. Questi scritti hanno portato molta confusione nelle chiese. Migliaia di avventisti del settimo giorno in Europa sono stati lanciati in grande difficoltà e perplessità, che, per evitare la persecuzione e la possibile morte, acconsentivano di rinunciare a osservare il Sabato a portare armi e agire come gli altri patrioti hanno agito. La stragrande maggioranza procedettero in conformità con le decisioni dei loro leader.Fu solo una piccola minoranza di obiettori di coscienza (non combattenti) che avevano la fede e il coraggio di stare in piedi per la verità e difendere la giustizia. Non erano disertori, erano avventisti sinceri che sono rimasti in difesa della legge di Dio in un momento di crisi, in cui la chiesa oscillava tra lealtà e compromesso. Il loro punto di vista, tuttavia, era in contrasto con la decisione dei leader, il cui desiderio era che la chiesa non perdesse il favore del governo. Così i pochi che sono rimasti fedeli alle loro convinzioni sono stati esclusi dalla comunione della Chiesa. La persecuzione e le tribolazioni che seguirono a causa di questo atteggiamento fa parte della storia della chiesa. Nella crisi causata dalla guerra mondiale, Dio aveva suoi fedeli testimoni in ogni paese, come vedremo nelle pagine seguenti... Quindi, alla fine del 1916, William A. Spicer, segretario della Conferenza Generale, è stato inviato in Europa... Continua... 
 

Così anche la Seconda Guerra Mondiale vide gli Avventisti partecipi.

Supporto per Hitler: La Chiesa avventista in pessima compagnia!
 

"La dottrina della riforma sanitaria ha indotto la Chiesa Avventista del Settimo Giorno in Germania ad approvare il regime nazista, nell'estate del 1933. Si rallegrava nel fatto che la nazione era ora nelle mani di un uomo" che riceve questa lettera dalle mani di Dio e si riconosce responsabile davanti a lui. Come astemio non fumatore e vegetariano, Hitler è la persona più vicina all'ideale della riforma sanitaria. "Questa opzione per la temperanza avventista e vita salubre, in una equilibrata opinione dei punti di vista, nonostante la sua avversione per la carne di maiale può provocare sospetti. - Robert N. Proctor, storico della scienza veterano alla Pennsylvania State University. - Tradotto dal http://www.nytimes.com/books/

 La notizia della partecipazione del pastore Elitsafan Ntakirutimana alla morte di centinaia di fratelli in quello che divenne noto come "il massacro del Ruanda" non era la prima accusa grave di coinvolgimento avventista in crimini contro l'umanità. Un articolo recentemente pubblicato dalla Liberty conferma come la chiesa sostenne a Hitler. Ma lasciate che vi dica come arrivai a questo articolo ...
1. Inizialmente mi ha sorpreso la fine del paragrafo tradotto qui sotto dove si dice che gli Avventisti del Settimo Giorno sono stati tra i più ardenti sostenitori del nazismo di Hitler: "Le bugie sul nazionalsocialismo tedesco"
"Una overdose di disonestà "maligna " è diretta contro il nuovo ordine europeo di Hitler. Ad esempio, vi è uno sforzo in atto per manipolare i cristiani con l'idea che Hitler sarebbe stato l'argento vivo del cristianesimo. In effetti, Adolf Hitler ha ricevuto il sostegno esplicito di religiosi cristiani cattolici e luterani. Tra le sette più piccole, gli Avventisti del Settimo Giorno e le Nuove Chiese Apostoliche sono stati tra i più ardenti sostenitori del nazionalsocialismo, molto prima che Hitler giungesse al potere ". - Traduzione dal
http://www.natvan.com/free-speech/fs9612a.html.
2. Poi, su un altra home page, che descrive l'intera storia dell' impegno compromettente dei vertici della Chiesa Avventista con i governanti di questo mondo, siano essi a destra, di centro o di sinistra, ho scoperto che coloro che avevano aderito ai "riformisti" che nella prima guerra mondiale erano contrari alla partecipazione degli avventisti in combattimento, avevano molti motivi perchè chiudessero con la chiesa che ha sostenuto Hitler!
"Tuttavia, la posizione ufficiale, che i soldati avventisti avrebbero servito la patria appena come non-combattenti, fu ancora una volta trascurato nella Germania nazista, dove un prematuro e spensierato posizionamento di leadership avventista ha portato la maggior parte delle reclute a scegliere immediatamente e volontariamente le armi sebbene esistesse il consenso che potevano scegliere tra la guerra oppure prestare servizio di pronto soccorso. Gli avventisti tedeschi abbandonarono i loro principi per esprimere il loro appoggio incondizionato al regime, lodando Hitler e il suo nazional-socialismo con entusiasmo e denunciando anche i fratelli pacifisti alle autorità per non confondersi con loro. Così furono eliminate le tensioni con il regime e sopravvissero intoccati nonostante le numerose analogie tra le loro credenze e pratiche nel giudaismo...
Continua...

Così con la Prima Guerra Mondiale, le Chiese Cristiane e Protestanti aprirono alla condivisione delle Dottrine per unire tutti i credi nel nome di Dio. Satana ha scatenato la sua ira dentro la Chiesa di Laodicea, portatrice dell'ultimo Messaggio di misericordia prima del Giudizio e dei castighi di Dio sulla terra. In nome dell'amore e della pace, osservando il Sabato nella lettera e non nello Spirito, ha dimenticato il suo primo amore, Cristo, e si è dedita all’ECUMENISMO. La Chiesa Avventista ha distrutto l'essenza del Messaggio dei Tre Angeli di Apocalisse 14: 6-12, che sono un messaggio di fedeltà e di separazione dal mondo e dalle false religioni.
I pastori avventista elogiano e predicano con passione l'unione ecumenica
LEGGI

CHI PARTECIPA AGLI INCONTRI ECUMENICI?

"Il Dalai Lama che si considera il dio-uomo stette lì. Joan Campbell, femminista e leader del Concilio Nazionale di Chiese d'orientamento Marxista, stette lì. Anche fu presente Lucis Trust in rappresentanza della religione della Nuova Era. Sommi sacerdoti del Vudù, gruppi Wicca [stregoni], e maghi stettero lì. Assisterono alti leader Massoni. La Chiesa Avventista del Settimo Giorno è stata rappresentata. Incantatori di serpenti, Druidi ed adoratori di Satana, Battisti liberali, zoroastriani e Zen buddisti furono rappresentati. Il Concilio Mondiale di Chiese e la poderosa Chiesa Cattolica Romana furono altamente rappresentati. Tutti questi si riunirono col fine di celebrare “l'unità nella diversità”. The World's Last Dictator, pp. 97-98
Giovanni Paolo II è stato determinante per l'attuazione dell'ecumenismo tra tutte le religione e il dialogo con gli ebrei.
L'ultima chiesa, come profetizzato da Apocalisse 12:17, è stata investita dall'ira di Satana che l'ha svuotata della vera essenza della Verità affidatale da Cristo e versa in uno stato d'ipnosi. Solo il rimanente della sua progenie [chiesa di Laodicea] che (Ap. 12:17), porterà avanti l’opera di Dio nel Messaggio di avvertimento di Apocalisse 14.
L'opera iniziata dai falsi profeti, Giudei nemici di Cristo ha compiuto il suo programma scritto da tempo. 
Ellen White rivolse alla chiesa Avventista un avvertimento solenne:
"Desidero far risuonare una nota di avvertimento per il nostro popolo vicino e lontano. Coloro che sono a capo dell'opera... hanno iniziato un'azione per prendere il controllo della proprietà sulla quale, dal punto di vista del tribunale celeste, essi non hanno questo diritto. Io scrivo per avvertire i pastori ed i membri laici affinché non siano ingannati da coloro che hanno intrapreso questa azione. E' in corso un'opera di seduzione per ottenere la proprietà in modo dissimulato... Non faccio nomi. Ma vi sono dei dottori e dei ministri che sono stati influenzati dall'ipnotismo esercitato dal padre della menzogna... devo avvertire tutte le nostre chiese di guardarsi dagli uomini che sono mandati per fare l'opera di spie nelle nostre conferenze e nelle nostre chiese... Io non posso specificare tutto per il momento, ma dico alle nostre chiese... degli agenti potenti stanno operando furtivamente là, per seminare i semi del male... Vi sono delle persone che insegnano la verità, ma che non foggiano il loro cammino in accordo colla fede in Dio, ed essi cercano di nascondere la loro defezione, ed incoraggiano un allontanamento da Dio..." E. White, Special Testimonies, Serie B, n.7, 30,31.
"Introducendosi in modo casuale, essi useranno parole lusinghiere, e con grande abilità daranno false rappresentazioni con una tattica seducente" Manuscript 94, 1903.
Come fu per la Riforma di Lutero, l'Avventismo è stato attaccato dall'interno da una minoranza che vuole manipolare una dirigenza compiacente e una maggioranza impreparata.
Gesù offre la salvezza eterna a chi vince:
"Ecco, io sto alla porta e busso; se qualcuno ode la mia voce ed apre la porta, io entrerò da lui, e cenerò con lui ed egli con me. A chi vince concederò di sedere con me sul mio trono, come anch'io ho vinto e mi sono posto a sedere col Padre mio sul suo trono.
Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese».Apocalisse 3: 20-22





 I poteri del mondo si preparano a sferrare l’ultimo attacco contro l’umanità intera; la profezia Biblica che identifica questi poteri in Apocalisse 17:11 e Daniele 12:11, come l’Ottava Bestia o Nuovo Ordine Mondiale, è in fase di adempimento.


L’Ottava bestia che sale dall’abisso [Ap. 17:8] e sta per prendere il potere con il Nuovo Ordine Mondiale, è la stessa bestia che “sale dalla terra” come un “agnello” ma parla come un “dragone”. Gli Stati Uniti sono soggiocati dal potere economico ebraico che gestiscono il potere economico e  religioso del mondo, infatti, è scritto:
<saliva dalla terra [Stati Uniti = potere economico ebraico], ed aveva due corna simili a quelle di un agnello, ma parlava [legiferava] come un dragone [satanico]. Essa esercitava [usare, far valere; praticare: esercitare la propria autorità; esercitare il potere, la sovranità] tutta l'autorità della prima bestia [Ap.13:1 il papato Giudaico] davanti a lei, e faceva sì che la terra e i suoi abitanti adorassero la prima bestia, la cui piaga mortale era stata guarita.  E faceva grandi prodigi [miracoli diabolici], facendo persino scendere fuoco dal cielo sulla terra in presenza degli uomini [spiritismo], e seduceva gli abitanti della terra per mezzo dei prodigi che le era dato di fare davanti alla bestia, dicendo agli abitanti della terra di fare un'immagine [protestantesimo Babilonico Ecumenismo] alla bestia, che aveva ricevuto la ferita della spada [dispersione Giudaica-papato deposto 1789] ed era tornata in vita [Patti Lateranensi Mussolini 1929 - formazione dello Stato Ebraico nel 1948]. E le fu concesso di dare uno spirito all'immagine della bestia, affinché l'immagine della bestia parlasse [legiferasse leggi], e di far sì che tutti coloro che non adoravano l'immagine della bestia fossero uccisi. Inoltre faceva sì che a tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e servi, fosse posto un marchio [osservanza domenica obbligatoria al posto del Sabato biblico] sulla loro mano destra [compromesso a motivo di lavoro, economia, affari] o sulla loro fronte [accettazione degli inganni dottrinali consapevolmente], e che nessuno potesse comperare o vendere, se non chi aveva il marchio o il nome della bestia o il numero del suo nome [sionismo massonico ebraico]>>Apocalisse 13:11-17. (Il commento tra le parentesi è mio.)

Il soggetto di questi versi biblici è sempre uno: la 'bestia che sale dalla terra'. Essa esercita il potere del papato e del protestantesimo a motivo della loro apostasia e subalternità: la bestia che sale dalla terra, ovvero gli Stati Uniti d’America nati pacificamente come un "agnello" escono dall’abisso quando gli ebrei sionisti [dragone] si manifesteranno apertamente per dominare il mondo, esercitando il potere davanti il papato [usando il potere papale],  e il protestantesimo apostata, nel prossimo vicino Nuovo Ordine Mondiale. 

imagesCA109OGD.jpgAriel Sharon
"Ogni volta che facciamo qualcosa tu mi dici che l’America farà questo o quello… devo dirti qualcosa molto chiaramente: Non preoccuparti della pressione americana su Israele. Noi, il popolo ebraico, CONTROLLIAMO L’AMERICA, e gli americani lo sanno”Ariel Sharon Primo Ministro d’Israele, 31 ottobre 2001 risposta a Simon Peres.http://www.mediamonitors.net/khodr49.html  


 



imagesCAZ9NI2C.jpgNoi possediamo varie centinaia di testate atomiche e missili, e siamo in grado di lanciarli in ogni direzione, magari anche su Roma… La maggior parte delle capitali europee sono bersagli per la nostra forza aerea” Martin Van Creveld, docente di storia militare all’Università Ebraica di Gerusalemme, febbraio 2003.

Israele può avere diritto di mettere altri sotto processo, ma certamente nessuno ha il diritto di mettere sotto processo il popolo ebraico e lo Stato d’Israele". Ariel Sharon Primo Ministro d'Israele, 25 marzo 2001, citato dalla BBC New Ondine.

 imagesCA3MORH1.jpg"Israele avrebbe dovuto approfittare dell’attenzione del mondo sulla repressione delle dimostrazioni in Cina, quando l’attenzione del mondo era focalizzata su quel paese, per portare a termine una… massiccia espulsione degli arabi dei territori"
Benyamin Netanyahu in un discorso agli studenti della Barllan University, dal giornale israeliano Hotam, 24 novembre 1989. 
Il Nuovo Ordine Mondiale è il potere di una classe dirigente atavica che si è insediata nei posti di comando degli imperi terreni, che, uno dopo l’altro, si sono susseguiti sulla terra. Questa classe dirigente ha perseguito il suo fine, trasmettendo ai suoi post-seguaci un’ideologia religiosa dogmatica, fondata sulla Tradizione e non sulla Bibbia Mosaica con il fine di raggiungere un’unica religione, un unico potere economico e politico dominando, di fatto, il mondo fino a raggiungere il livello più alto dello sviluppo della malvagità che gli permetterà di attuare le mete del Nuovo Ordine mondiale che sono quelle di distruggere il vero Cristo e la Verità della Bibbia per sostituirli con il culto di Lucifero come religione mondiale. Questo obbiettivo è in fase di adempimento nella nostra generazione e riguarda la cooperazione dei tre poteri religiosi (Babilonia spirituale) che vanno dai re della terra: il papato, il Protestantesimo apostata e il Giudaismo Farisaico moderno (spiritismo).Questi tre poteri hanno un'influenza prevaricante sui governi politici degli Stati Uniti, sull'Europa, nel Medio-Oriente. In definitiva in tutto il mondo, infatti è detto che "Essi vanno dai re di tutta la terra per radunarli per la battaglia del gran giorno del Dio onnipotente", per ottenere una legge domenicale obbligatoria che permetterà ai poteri occulti mondiali di iniziare un periodo di soprusi e persecuzione in tutto il mondo. L’avvertimento è per noi che viviamo alla fine del tempo.


Un Messaggio di speranza


Nonostante la terribile condanna pronunciata sui Giudei come nazione, al tempo del loro rigetto del Gesù di Nazareth, in ogni età sono esistiti molti nobili ebrei, uomini e donne timorosi di Dio che hanno sofferto in silenzio. Dio ha confortato i loro cuori afflitti e ha guardato con pietà la loro terribile situazione. Egli ha udito le agonizzanti preghiere di quelli che Lo hanno cercato con tutto il cuore per poter giustamente comprendere la Sua Parola. Alcuni hanno imparato a vedere nell'umile Nazareno che i loro antenati hanno rigettato e crocifisso, il vero Messia d'Israele. Quando le loro menti hanno afferrato il significato delle familiari profezie così a lungo oscurate dalla tradizione e dalla errata interpretazione, i loro cuori si sono riempiti di gratitudine per Dio e per l'indicibile dono che Egli riversa su ogni essere umano che sceglie di accettare Cristo come suo personale Salvatore. E' a questa classe di persone che Isaia si riferisce nella sua profezia: <>. Dal tempo di Paolo al tempo presente, Dio mediante il Suo Spirito Santo sta chiamando sia i Giudei che i gentili... Quando questo Vangelo sarà presentato nella sua pienezza ai Giudei, molti accetteranno Cristo come il Messia. Fra i ministri cristiani sono pochi quelli che si sentono chiamati a lavorare per gli ebrei; ma il Messaggio di grazia e di speranza in Cristo deve raggiungere anche quelli che sono stati spesso ignorati. Nella finale proclamazione del Vangelo, quando sarà svolto uno speciale lavoro in favore delle classi di persone fino allora trascurate, Dio si apsetta che i Suoi messaggeri prendano particolare interesse per il popolo ebreo che si trova in tutte le parti del mondo. Quando le Scritture dell'Antico Testamento saranno abbinate con il Nuovo nella spiegazione dell'eterno piano di Dio, questo sarà per molti ebrei come l'alba di una nuova creazione, come la risurrezione dell'anima. Quando essi vedranno il Cristo della dispensazione evangelica ritratto nelle pagine dell'Antico Testamento e comprenderanno quanto chiaramente il Nuovo Testamento spiega l'Antico, le loro dormienti facoltà saranno risvegliate, e riconosceranno Cristo come il loro Redentore. Per loro si adempiranno le parole: <> Giovanni 1:12. Fra i Giudei ci sono alcuni, come Saulo di Tarso, che conoscono molto bene le Scritture, e costoro proclameranno con meravigliosa efficacia l'immutabilità della Legge di Dio. Il Dio d'Israele realizzerà ciò molto presto. Il Suo desiderio per la loro salvezza si realizzerà a dispetto d'ogni ostacolo. La Sua salvezza sarà rivelata quando i Suoi servitori lavoreranno con fede per quelli che per lungo tempo sono stati negletti e disprezzati. <<Così dice l'Eterno alla casa di Giacobbe, l'Eterno che riscattò Abramo: Gicaobbe non avrà più da vergognarsi, e la sua faccia non impallidirà più. Poichè quando i suoi figliuoli vedranno in mezzo a loro l'opera delle Mie mani, santificheranno il Mio nome, santificheranno il Santo d'Israele; i traviati di spirito impareranno la saviezza, e i mormoratori accetteranno l'istruzione>> Isaia 29: 22-24.The Acts of the Apostles - 380,381. 

Al rimanente fedele di ogni religione, razza e credenza che aspetta con gioia il ritorno di Cristo, Dio dice:
"Allora quelli che temevano l'Eterno si sono parlati l'uno all'altro. L'Eterno è stato attento ed ha ascoltato, e un libro di ricordo è stato scritto davanti a lui per quelli che temono l'Eterno e onorano il suo nome. 17 «Essi saranno miei», dice l'Eterno degli eserciti, «nel giorno in cui preparo il mio particolare tesoro, e li risparmierò, come un uomo risparmia il figlio che lo serve"
Malachia 3: 16,17.


 Per approfondire: Armaghedon: L'Anticristo arriva da Sion


 

Copyright © by Avventismo Profetico All Right Reserved.

(5291 letture)

[ Indietro ]
SALVA LA PAGINA IN PDF

VUOI INVIARE UN MESSAGGIO? SCRIVERE UN COMMENTO O RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI?
CLICCA QUI PER SCRIVERCI

© 2009 Avventismo Profetico - Giuseppa La Mantia- Power By Virtualars