Home  ·  Contattaci  ·  NUOVO SITO WEB

Italiano



Un contributo Templare per la pace nel Mondo


 


 


Un contributo Templare per la pace nel Mondo

Accantonando per un attimo la nostra specifica riservatezza e tralasciando la falsa modestia, mai con orgoglio ma con gioia siamo lieti di aver contribuito, insieme ai nostri fratelli americani, a donare 15 milioni di U.S.$ per la campagna elettorale di Barack Hussein Obama che lo ha visto vittorioso portandolo alla guida della più potente Nazione della Terra. Abbiamo tutti insieme compiuto questo pesante sacrificio non per finalità politiche che ci trovano assenti ma perché noi Templari riteniamo che le idee ed i programmi di Barack Hussein Obama possano portare alla distensione dei rapporti fra Stati e Popoli quando non addirittura ad una pace reale fra loro.

Ipotizziamo e confidiamo che Obama sia, insieme a noi Templari, colui che ricostruirà per la terza volta il Tempio di Gerusalemme.

Come Residenza nel Mondo Inferiore della Presenza divina il Tempio di Gerusalemme è, secondo la Bibbia, realizzato per ospitare l'Arca dell'Alleanza ed è considerato dalla religione ebraica l'edificio sacro più importante. Il Tempio è distrutto e ricostruito due volte. La parola ebraica per indicare questa costruzione è Beit HaMikdash ovvero la Casa della Santificazione, tuttavia essa è indicata nella Bibbia ebraica anche con altri nomi quali Beit A-donai ovvero Casa di Dio o semplicemente Beiti ovvero la Mia casa (di Dio). Il Tempio, secondo la Bibbia, è edificato da Re Salomone secondo il volere di Re David, il quale ne ha avuto indicazione da Dio stesso. Nonostante il desiderio del sovrano di vedere la fine della sua costruzione, è appunto suo figlio e suo successore al trono del Regno d'Israele a vederlo ultimato. Il Tempio di Salomone o Primo Tempio è costruito, secondo la Bibbia, dal Re Salomone nel X secolo a.C. E' completamente distrutto da Nabucodonosor II nel 586 a.C. Il Secondo Tempio è costruito al ritorno dall'esilio babilonese dal 536 a.C. E' terminato il 12 marzo del 515 a.C. e restaurato il 21 novembre del 164 a.C. da Giuda Maccabeo.

Il Tempio di Erode è un ampliamento importante del Secondo Tempio, ivi compresa una risistemazione del Monte del Tempio. E' iniziato da Erode il Grande verso il 19 a.C. e terminato in tutte le sue parti solo nel 64 d.C.. Come raccontato dal Talmud nel trattato di Ghittin, il Secondo Tempio è distrutto dall'imperatore Tito nel 70 d.C.. Oggi ne resta solamente il muro occidentale di contenimento, detto comunemente Muro del Pianto. Il Tempio di Gerusalemme e il luogo dove questi è costruito ha una importanza grande per le tre religioni monoteiste: ebraismo, cristianesimo ed islam. Con la distruzione del Secondo Tempio, nella religione ebraica, hanno termine i sacrifici che solamente nel Tempio si compiono; e con essi la maggior parte dei compiti dei Sacerdoti e dei Leviti che lì manifestano le loro attività: nel Servizio santo a Dio il popolo d'Israele, tanto nel Santuario quanto tramite la Preghiera, lo studio della Torah e il suo insegnamento nell'osservanza delle Mitzvot in genere, è contraddistinto in modo particolare in mezzo alle altre settanta Nazioni.

La distruzione del Tempio segna quindi una tappa cruciale nella pratica del Giudaismo, così com'è oggi conosciuto, con un'attività di culto pubblico non più sacrificale ma incentrato, secondo Libro, nel culto sinagogale.

Il Muro occidentale, detto anche muro del pianto, luogo di preghiera e di pellegrinaggio dopo la distruzione del Secondo Tempio, è diventato dopo il 1967 come una vasta sinagoga a cielo aperto. La parte scoperta del Muro occidentale rappresenta tuttavia solo un quarto della sua lunghezza totale. Gli ebrei osservanti non si recano sul monte Moriah, luogo del Tempio, per evitare di mettere piede sullo spazio consacrato. Infatti, la Torah vieta alle persone che hanno contratto impurità di oltrepassare il perimetro che delimita il Monte del Tempio senza prima essersi purificate. Infatti, dopo la distruzione del Tempio, sono venuti meno gli strumenti decretati dalla Torà per la purificazione necessaria.

L'ebraismo tradizionale anela ad una eventuale ricostruzione del Tempio, il Terzo Tempio di Gerusalemme, con il quale comincerà un'era di pace per tutta l'umanità: l'era messianica. Maimonide spiega che non si può sapere come ciò avverrà esattamente, perché i dettagli di quest'avvenimento non sono stati rivelati all'uomo.

Il Tempio è citato più volte nel Nuovo Testamento: Gesù vi si reca più volte durante la sua vita. Gli Apostoli di Gesù continuano a frequentare il Tempio anche dopo la sua resurrezione. Quando Gerusalemme diventa una città cristiana, il luogo del Tempio è lasciato in rovina ma è costruita al bordo della spianata una chiesa, Santa Maria la nuova, in ricordo della presentazione di Gesù al Tempio (questa chiesa è distrutta dai musulmani per potervi costruire la Moschea al-Aqsa.FONTE






[ Indietro ]

didascalie

Copyright © di Avventismo Profetico - (1113 letture)

SALVA LA PAGINA IN PDF

VUOI INVIARE UN MESSAGGIO? SCRIVERE UN COMMENTO O RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI?
CLICCA QUI PER SCRIVERCI

© 2009 Avventismo Profetico - Giuseppa La Mantia