Home  ·  Contattaci  ·  NUOVO SITO WEB

Italiano



"Loris è stato violentato e ucciso"

Bimbo morto a Ragusa, la verità dell'autopsia: "Loris è stato violentato e ucciso"

I risultati dei primi esami medici aprono la strada a una ricostruzione drammatica: il piccolo Loris Andrea, il bimbo trovato morto a Ragusa, sarebbe stato violentato e ucciso. Ma i pm vanno cauti: "E' un'ipotesi"

 
Il piccolo Loris AndreaIl piccolo Loris Andrea

RAGUSA - E' una delle poche certezze in un'indagine ancora piena di tanti spazi bui. Non si sa dove sia finito il suo zainetto, non è chiara la posizione del cacciatore che ha ritrovato il suo cadavere - anche se l'uomo non risulta formalmente indagato - e non si è ancora capito se il piccolo sia morto lì, a due passi da quel canale, o se lì sia stato portato già cadavere. Quel che è certo, però, è che Andrea Loris Stival, il bimbo di otto anni trovato morto sabato a Santa Croce Caterina, nel ragusano, sia stato ucciso. L'ipotesi era circolata immediatamente: "Fatto violento", avevano spiegato gli inquirenti subito dopo il ritrovamento del corpo. E ora, l'autopsia effettuata sul cadavere del bimbo dà le prime conferme e apre spazio a una ricostruzione drammatica, atroce. 

Il piccolo Andrea, secondo quanto anticipato da "La Stampa", che ha pubblicato in anteprima i risultati degli esami medici, avrebbe prima subito violenza e poi sarebbe stato ucciso. Una morte violenta, come confermato dalla stessa autopsia che ha chiarito che il piccolo è stato soffocato e buttato nel canale. Per questo la procura ha aperto un fascicolo per omicidio volontario, che al momento comunque non vede alcun indagato iscritto al registro ma che - parola dei pm - non esclude l'ipotesi della violenza sessuale e degli abusi subiti in passato, anche se il procuratore capo ha chiarito che "al momento" non ci sono riscontri. 

Domenica, gli stessi inquirenti avevano interrogato Orazio Fidone, il cacciatore che sabato aveva trovato il cadavere del bimbo. L'uomo ha spiegato di essere andato in questura a Ragusa per collaborare alle indagini e ha sottolineato di essere "sereno" perché "ho chiarito tutto e non sono indagato". Lo stesso Fidone sabato, nel giorno del ritrovamento, aveva raccontato di aver partecipato alle ricerche perché "mia moglie mi ha chiesto di organizzarmi con altri cacciatori, come me, per cercare il bambino. E così ho fatto. Mi sono diretto da solo, in attesa di coinvolgere altre persone, d'istinto, verso la zona del Vecchio Mulino - aveva raccontato -. Mi sono affacciato su un canalone tra le canne e ho visto il corpo del bimbo esanime. Ho gridato prima a squarciagola e poi ho telefonato ai carabinieri". 

Il sospetto degli inquirenti è che il piccolo Loris sia arrivato lì già morto. Ma cosa è successo dalla mattina di sabato, quando la mamma lo ha accompagnato a scuola, fino al ritrovamento del corpo in una campagna a quattro chilometri dalla stessa scuola? Un testimone giura di aver visto Loris in paese più o meno verso le nove di sabato: passeggiava ed era senza zaino, ha raccontato. Poi il buio. http://www.today.it/cronaca/bimbo-loris-morto-ragusa-violenza-pedofilia.html






Copyright © by Avventismo Profetico All Right Reserved.

(981 letture)

[ Indietro ]
SALVA LA PAGINA IN PDF

VUOI INVIARE UN MESSAGGIO? SCRIVERE UN COMMENTO O RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI?
CLICCA QUI PER SCRIVERCI

© 2009 Avventismo Profetico - Giuseppa La Mantia